13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 20, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Venerdì all'Hotel Cortina "Scacco allo zar" di Gennaro Sangiuliano, presenta Ario Gervasutti

Venerdì all’Hotel Cortina “Scacco allo zar” di Gennaro Sangiuliano, presenta Ario Gervasutti

La storia mai raccontata del soggiorno di Lenin a Capri, tra partite a scacchi e progetti di rivoluzione. L’ha scritta Gennaro Sangiuliano, Vicedirettore del TG1, autore di “Scacco allo Zar” (Mondadori), che ha appena ricevuto il Premio Capalbio per la saggistica storica. E Sangiuliano sarà ospite venerdì 31 agosto di Una Montagna di Libri, la rassegna di incontri con l’Autore di Cortina. Appuntamento alle 17.30, presso l’Hotel Cortina, lungo Corso Italia. Introduce l’incontro Ario Gervasutti, Direttore del Giornale di Vicenza.

Gennaro Sangiuliano, giornalista e scrittore, è vicedirettore del Tg1. Già vicedirettore di «Libero», ha pubblicato numerosi libri tra cui, nel 2008, Giuseppe Prezzolini, l’anarchico conservatore, finalista al premio Acqui e vincitore del premio Dorso. Collabora al Domenicale de «Il Sole-24 Ore».

Il libro. Pochi sanno che Lenin, il protagonista e simbolo della Rivoluzione d’Ottobre, tra il 1908 e il 1910 trascorse due periodi della sua vita a Capri, già all’epoca considerata una delle più belle isole del mondo, un paradiso terrestre frequentato dai nobili di tutta Europa, capitani d’industria, scrittori e rifugiati politici. Proprio di fronte ai Faraglioni, dopo la fallita rivoluzione del 1905, si era formata una piccola colonia di esuli russi, riunitisi attorno a Gorkij. All’interno di questo gruppo spiccavano alcuni esponenti destinati a ruoli di primo piano nella Rivoluzione: sarà la cosiddetta Scuola di Capri, vero e proprio laboratorio di formazione per rivoluzionari.

Nell’aprile del 1908 Lenin sbarcò per la prima volta al molo di Capri. Vi rimarrà per alcuni mesi, ritornandovi poi nel 1910 e intrecciando relazioni con il gotha dell’aristocrazia europea. Gennaro Sangiuliano ricostruisce per la prima volta il soggiorno di Lenin sull’isola, ripercorre le sue giornate, tra partite di scacchi, battute di pesca, riunioni con i «compagni», gettando nuova luce su una figura fondamentale nella storia del Novecento.

Appuntamento quindi per venerdì 31 agosto, alle ore 17.30, presso l’Hotel Cortina di Cortina d’Ampezzo. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

E’ tutto pronto, intanto, per i prossimi appuntamenti di Una Montagna di Libri. Sabato 1 settembre 2012, alle ore 18, presentazione di Le ore della paura (Minerva), dedicato alle vittime del terremoto dell’Emilia (maggiori dettagli nel prossimo comunicato).

Share
- Advertisment -


Popolari

La Lega perde un consigliere in consiglio comunale di Belluno, Andrea Stella va con Fratelli d’Italia

Andrea Stella, figura di spicco della Lega di Belluno nella quale milita dal 2007 e all'interno della quale ha ricoperto vari ruoli, lascia il...

Le migliori mete da visitare in autunno

L’autunno è una stagione perfetta per chi vuole andare in vacanza. A differenza dell’estate, infatti, permette di accedere a soggiorni con prezzi più contenuti....

Spettacoli di mistero delle Pro loco Bellunesi. Venerdì appuntamento a Belluno con i Castelli perduti e draghi dimenticati

Ritorna la rassegna "Veneto, spettacoli di mistero", promossa dall'Unpli Belluno nell'ambito delle iniziative di Unpli Veneto e Regione. Le Pro loco bellunesi non mancheranno...

Due positività al Comune di San Vito di Cadore. Ordinanza di chiusura e sanificazione degli uffici

A seguito della positività riscontrata a due dipendenti, il sindaco Emanuele Caruzzo ha disposto la chiusura degli uffici comunali di San Vito di Cadore...
Share