13.9 C
Belluno
martedì, Aprile 16, 2024
HomeArte, Cultura, SpettacoliAppuntamenti"Contro il potere". venerdì al Museo d'Arte moderna di Cortina, lezione di...

“Contro il potere”. venerdì al Museo d’Arte moderna di Cortina, lezione di Giacomo Marramao

Uno dei maggiori filosofi politici italiani è a Cortina d’Ampezzo, per una lezione sul potere in questa nostra epoca difficile e globale. Giacomo Marramao, autore di “Contro il potere” (Bompiani) sarà ospite venerdì 31 agosto di Una Montagna di Libri, la rassegna di incontri con l’Autore di Cortina. Appuntamento alle 11.15, nelle sale del Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi, lungo Corso Italia. Un originale incontro tra libri e arte, che rinnova la collaborazione tra la rassegna e il Museo, diretto da Alessandra de Bigontina.

Giacomo Marramao insegna Filosofia teoretica e Filosofia politica all’Università di Roma Tre. Direttore della Fondazione Basso, è membro del Collège International de Philosophie (Parigi) e professor honoris causa in Filosofia all’Università di Bucarest. Ha tenuto come visiting professor corsi e conferenze presso numerose università del mondo. Nel 2005 ha ricevuto dalla Repubblica Francese le “Palmes Académiques”. Fra i suoi lavori, tradotti in diverse lingue: Minima temporalia. Tempo, spazio, esperienza (1990; Sossella, 2005), Kairós. Apologia del tempo debito e Cielo e terra (Laterza, 1992 e 1994). Per Bollati Boringhieri ha pubblicato: Potere e secolarizzazione. Le categorie del tempo; La passione del presente. Breve lessico della modernità-mondo; Dopo il Leviatano. Individuo e comunità.

Il libro. Giacomo Marramao mette a fuoco i punti d’intersezione tra le grandi filosofie e le diagnosi radicali del Potere, del Comando e della Legge, fornite da due grandi scrittori mitteleuropei come Elias Canetti e Herta Muller, lungo l’asse che collega la figura del Lager alle esperienze di sorveglianza, isolamento e derelizione esistenziale presenti nelle stesse democrazie. Il potere non può essere soppresso: ogni tentativo di ‘superarlo’ – sopprimendo questa o quella forma del suo esercizio – non ha finora fatto che potenziarlo. Il potere deve essere, invece, sradicato, sovvertito nella sua logica costitutiva: la logica dell’identità, innervata nell’illimitatezza del desiderio e nella doppia scena paranoica della paura e della morte dell’altro. Ma ciò è possibile solo staccandosi dal rumore dell’attualità e riprendendo il filo interrotto di opere solitarie ed estreme.

Appuntamento quindi per venerdì 31 agosto, alle ore 11.15, presso il Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi di Cortina d’Ampezzo. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

E’ tutto pronto, intanto, per i prossimi appuntamenti di Una Montagna di Libri. Venerdì 31 agosto 2012, alle ore 17.30, all’Hotel Cortina, Gennaro Sangiuliano presenta “Scacco allo Zar”.

- Advertisment -

Popolari