13.9 C
Belluno
lunedì, Ottobre 26, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Venerdì a Lamon apre la mostra sulla fluitazione del legname lungo il...

Venerdì a Lamon apre la mostra sulla fluitazione del legname lungo il Cismon e il Brenta

Venerdì 10 agosto, alle ore 18, nella chiesa di San Daniele di Lamon verrà inaugurata la mostra Un fiume di legno.

L’allestimento è stato curato dal Parco Paneveggio Pale di San Martino ed è dedicato a quella grande arteria costituita dai fiumi Cismon e Brenta che per secoli ha costituito un’importante via di comunicazione tra la montagna e la laguna consentendo lo scambio di merci, tecnologie ed idee. E’ lungo questi corsi d’acqua che avveniva l’importante attività di fluitazione del prezioso legname che dai boschi del Primiero, di Lamon e Sovramonte veniva condotto fino a Venezia.

Per tale attività, condotta in modo regolare fino ai primi decenni del ‘900, ruolo fondamentale era assunto da Ponte Serra, la strettoia naturale in territorio lamonese dove il legname veniva raccolto in un provvisorio bacino artificiale prodotto da uno sbarramento di pali. Quando il momento era adatto alla fluitazione, per via delle piogge e del disgelo, con operazione delicata e pericolosa, lo sbarramento veniva improvvisamente aperto ed i tronchi, trasportati dalla corrente proseguivano la loro strada fino alle acque più tranquille del Brenta e quindi a Venezia.

Il sistema è ben descritto dal medico-storico lamonese Jacopo Facen in un documento del 1851 che è riportato in appendice al libro che accompagna la mostra edito dalla famosa casa editrice Priuli & Verlucca.

Il tema della fluitazione è raccontato attraverso un percorso suddiviso in 5 sezioni (Il bosco, proprietà e diritti, Abbattimento e allestimento del legname, Condotta dei legnami con risine e cave, Fluitazione libera e legata e Le segheria alla Veneziana e non) con numerosi pannelli espositivi chiari ed esaurienti, con attrezzi originali ed è arricchito da alcuni quadri e dallo splendido diorama prodotti dall’artista tedesca Roswita Asche.

Prima di arrivare a Lamon la mostra è stata esposta al Museo di San Michele all’Adige (TN), in Primiero, a Canal San Bovo, a Fonzaso, a Bassano, a Valstagna (VI), a Forte Marghera (VE) in una sorta di nuova fluitazione delle idee e delle conoscenze del nostro prezioso passato.

Orari di visita: dal 10 al 26 agosto nei giorni di sabato (dalle 20 alle 22) e domenica (dalle 10 alle 12 e dalle 20 alle 22).

Parteciperanno all’inaugurazione il Presidente del Parco Paneveggio Pale di San Martino Giacobbe Zortea, il Direttore Vittorio Ducoli, Gianfranco Bettega coautore del libro-catalogo della mostra e la storica Giuseppina Bernardin.

 

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Case di riposo al collasso per mancanza di personale. Cisl Fp: “La Regione si attivi, serve una regia unica”

Case di riposo della provincia di Belluno in grave difficoltà per mancanza di personale. La segnalazione arriva dalla Cisl Fp Belluno Treviso. "Gli istituti...

Dpcm, misure Alto Adige. Bond (FI): «Lo Stato nello Stato colpisce ancora. Basta alla concorrenza sleale»

«Cosa possono fare gli inermi baristi e ristoratori di tutti quei territori bellunesi confinanti con l'Alto Adige? Niente! Di qua dal confine saranno costretti a chiudere...

Provincia di Belluno “Carbon neutral”? Europa verde non ci sta

L’iniziativa del marchio “carbon neutral” per la provincia di Belluno lascia molto perplessi i militanti di Europa Verde Belluno. "Va bene fare una fotografia delle...

Quattro furti in abitazione ad Alano di Piave

Alano di Piave, 25 ottobre 2020  - Quattro furti in appartamento ad Alano di Piave nella serata di ieri. Ignoti, previa effrazione degli infissi,...
Share