13.9 C
Belluno
domenica, Ottobre 25, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Una domenica all'insegna della sicurezza e salute in montagna. Marcia non competitiva...

Una domenica all’insegna della sicurezza e salute in montagna. Marcia non competitiva con conferenza domenica a Cortina

Per trattare temi importanti come il rischio cardiovascolare e la capacità fisica di chi frequenta la montagna, domenica prossima, 12 agosto, si svolgerà una marcia non competitiva con partenza dal rifugio Dibona e arrivo al rifugio Giussani, seguita, alle 18, da una conferenza sulle problematiche legate all’attività fisica in quota, che si terrà nella Sala cultura don Pietro Alverà, Largo Poste.

Scopo dell’evento, valutare il rischio cardiovascolare e la capacità fisica in una popolazione eterogenea di soggetti di entrambi i sessi, di età superiore ai 18 anni, verosimilmente sani o affetti da patologie note, che si sarebbero comunque sottoposti ad un’escursione in montagna. Saranno presenti cardiologi, infermieri di cardiologia e pronto soccorso, Volontari del Corpo Nazionale del Soccorso alpino e speleologico, volontari della Croce bianca.

La partenza della marcia è fissata dalle 9 in prossimità della tensostruttura Croce bianca, del rifugio Dibona, a 2046 metri di quota.

La partecipazione è libera, l’iscrizione inizierà alle ore 9 e terminerà alle 12 del 12 agosto presso il rifugio Dibona senza necessità di prenotazione e sarà del tutto gratuita. Chi lo vorrà potrà fare un’offerta libera al Soccorso alpino e alla Croce bianca.

Nella la tensostruttura una scheda comprenderà: raccolta dati anamnestici (patologie pregresse o in atto, peso, altezza, circonferenza addominale, etc), determinazione del “rischio cardiovascolare individuale”, valutazione della pressione arteriosa, frequenza cardiaca, saturazione (SpO2) alla partenza. Ad un gruppo selezionato di partecipanti sarà applicata un’apparecchiatura per la rilevazione wireless del tracciato elettrocardiografico (ECG) e del consumo d’ossigeno (VO2).

Allo scopo di valutare la capacità fisica di ciascun partecipante, il percorso di salita al rifugio Giussani (dislivello 537 metri, lunghezza 3.2 chilometri, pendenza 16.5%, tempo medio di percorrenza1.30 ore) dovrà essere effettuato ad una velocità “normale” per il soggetto, in condizioni di assoluta tranquillità; si dovranno però evitare le soste non determinate da stanchezza e non si dovranno effettuare scorciatoie. Si ribadisce la non-competitività dell’evento.

All’arrivo al Giussani, 2.583 metri di altutudine, saranno immediatamente rideterminati i parametri vitali rilevati alla partenza e, nuovamente, dopo 3 minuti di recupero. Copia della scheda sarà consegnata ai partecipanti, con eventuali suggerimenti.

Alla conferenza sulle problematiche legate all’attività fisica in quota in Sala cultura don Pietro Alverà, Largo Poste, dalle 18 alle 19.30, prenderanno parte:

Andrea Franceschi, sindaco di Cortina d’Ampezzo

Andrea Fiori, sindaco di San Vito di Cadore

Angelo Avogaro, primario malattie del metabolismo, professore ordinario di endocrinologia, Dpt di medicina dell’Università di Padova: Cuore, vasi e disturbi del metabolismo: una questione di “cir-conferenza”

Fabio Bellotto, primario riabilitazione cardiologica, Istituto Codivilla Putti; Dpt di scienze cardiologiche, toraciche e vascolari dell’Università di Padova. delegato regionale Società italiana prevenzione cardiovascolare: Attività fisica in quota: una montagna di “pro” e pochi “contro”

Franco Gaspari, Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico. Stazione Cnsas di Cortina d’Ampezzo: Il soccorso alpino: se lo conosci lo eviti

Francesco Lo Monaco, GPS PRO. Technology solutions provider for turism: La tecnologia al servizio della sicurezza nell’escursionismo e nello sport in quota.

La manifestazione è promossa da Siprec, Società italiana per la prevenzione cardiovascolare, Cnsas, Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico, Cardiologia preventiva e riabilitativa dell’Istituto Codivilla Putti e Croce bianca, con il patrocinio del Comune di Cortina d’Ampezzo.

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Nasce a Ponte nelle Alpi il nuovo ambulatorio di Medicina generale che riunirà 5 medici

Un'unica sede per riunire tutti i medici di Ponte nelle Alpi: sta per nascere il nuovo ambulatorio di Medicina generale, finalizzato a offrire alla...

Rispettiamo le regole. L’appello del presidente della Provincia Roberto Padrin

In questo momento dobbiamo essere tutti responsabili. I numeri dei contagi e l'aumento dei ricoveri ospedalieri ci obbligano a comportamenti rispettosi delle regole. Dobbiamo...

Findomestic addebita a un omonimo la rata del finanziamento. Brumurelli (Associazione Io mi tutelo): “In 15 giorni abbiamo chiarito il caso con la banca...

Vedersi addebitare ogni mese delle rate di una cinquantina di euro senza sapere il perché non dev’essere piacevole. E’ successo in un Comune della Valbelluna...

Agricoltura di montagna. Dorfmann: aumenta il livello di protezione, maggiori aiuti alle aziende costituite da giovani

Si è chiusa con il voto di approvazione di ieri sera la quattro giorni che al Parlamento Europeo ha visto in discussione uno dei...
Share