13.9 C
Belluno
domenica, Ottobre 25, 2020
Home Cronaca/Politica Polizia stradale: su 150 controlli nel week-end, soltanto un conducente sorpreso in...

Polizia stradale: su 150 controlli nel week-end, soltanto un conducente sorpreso in stato di ebbrezza

A fronte di circa 150 controlli effettuati nell’ultimo week-end dalla Polizia stradale di Belluno, un solo conducente ha evidenziato concentrazioni di etanolo superiori ai limiti previsti dalla legge. Esito, questo, che fa ben sperare in risultati futuri sempre più positivi. L’uomo, P. R. N., di anni 41 e di nazionalità straniera, sorpreso a circolare alla guida di un autotreno e sottoposto al controllo con “etilometro”, ha evidenziato valori compresi tra 0,20 e 0,18 g/l di alcool. Per tale categoria di conducenti “professionali” non è prevista alcuna tolleranza e pertanto gli agenti hanno proceduto alla contestazione dell’articolo 186 del Codice della Strada (multa di € 155,00 e ritiro della patente con addebito di 5 punti).

Fermato anche un motociclista, F. P., di anni 52 sorpreso a circolare con casco non omologato. Anche in questo caso gli agenti hanno proceduto contestando la violazione all’articolo 171/2° – 3° comma del C. d. S., ovvero con la sanzione amministrativa da pagare entro 60 gg. di € 76,00, il sequestro del casco, il fermo amministrativo del motociclo per 60 gg., mentre dalla patente di guida saranno decurtati 5 punti.

Al riguardo, è opportuno ricordare la fondamentale importanza che i caschi siano muniti, necessariamente, prima di essere commercializzati, dei dati riportanti gli estremi del l’omologazione. La stessa, infatti, garantisce che il tipo di casco sia stato sottoposto a severi controlli sulla struttura, tenuta e resistenza. Un casco privo di omologazione, oltreché essere illegale, come si è visto, non possedendo le caratteristiche di sicurezza richieste, in caso di incidente stradale, potrebbe offrire una non idonea protezione al capo.

Infine, in occasione del Raduno Triveneto degli Alpini che si è svolto a Feltre, con i primi arrivi in città sin da Venerdì 20, la Polizia Stradale è stata presente con numerose pattuglie dislocate nelle località e sugli itinerari più sensibili, senza tuttavia lasciare priva di vigilanza la viabilità ordinaria.

La sinergia venutasi a creare tra la locale Prefettura, gli Enti proprietari delle strade, tutte le forze dell’Ordine e del volontariato, ha consentito di concretizzare un ottimale dispositivo di chiusura/apertura delle arterie e di disciplina dei consistenti volumi di traffico, che, si ritiene, abbiano ridotto al minimo i disagi all’utenza.-

 

 

 

 

 

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Nasce a Ponte nelle Alpi il nuovo ambulatorio di Medicina generale che riunirà 5 medici

Un'unica sede per riunire tutti i medici di Ponte nelle Alpi: sta per nascere il nuovo ambulatorio di Medicina generale, finalizzato a offrire alla...

Rispettiamo le regole. L’appello del presidente della Provincia Roberto Padrin

In questo momento dobbiamo essere tutti responsabili. I numeri dei contagi e l'aumento dei ricoveri ospedalieri ci obbligano a comportamenti rispettosi delle regole. Dobbiamo...

Findomestic addebita a un omonimo la rata del finanziamento. Brumurelli (Associazione Io mi tutelo): “In 15 giorni abbiamo chiarito il caso con la banca...

Vedersi addebitare ogni mese delle rate di una cinquantina di euro senza sapere il perché non dev’essere piacevole. E’ successo in un Comune della Valbelluna...

Agricoltura di montagna. Dorfmann: aumenta il livello di protezione, maggiori aiuti alle aziende costituite da giovani

Si è chiusa con il voto di approvazione di ieri sera la quattro giorni che al Parlamento Europeo ha visto in discussione uno dei...
Share