13.9 C
Belluno
giovedì, Ottobre 22, 2020
Home Cronaca/Politica L'assessore Valentina Tomasi accoglie i ragazzi del progetto "Estate partecipando 2012"

L’assessore Valentina Tomasi accoglie i ragazzi del progetto “Estate partecipando 2012”

Valentina Tomasi, assessore

Era la prima volta che mettevano piede in Sala Consiliare per tutti i 23 ragazzi che ieri mattina sono intervenuti all’incontro promosso dall’Amministrazione comunale per dare il via al progetto “Estate partecipando 2012”.

“Mi fa davvero piacere vedervi in questo luogo – ha esordito l’assessore alle Politiche per i giovani del Comune di Belluno, Valentina Tomasi – perché questo è lo spazio in cui si assumono le decisioni che riguardano la comunità ed è molto importante che voi lo conosciate e possiate sentirvi stimolati e invitati a prenderne sempre maggiore consapevolezza. Vi ringrazio per aver aderito a questo progetto, che mi auguro possa essere per voi un’esperienza positiva di amicizia, divertimento e anche crescita”.

I ragazzi che hanno aderito al progetto sono in tutto 28, 10 ragazze e 18 ragazzi, hanno tra i 16 e i 17 anni, sono residenti nel Comune di Belluno e dal 9 luglio all’8 settembre si alterneranno in turni di circa tre settimane ciascuno nei diversi servizi comunali, secondo una formula collaudata che li vede affiancati agli operai per lo svolgimento di interventi di manutenzione varia sul territorio, agli educatori del Centro Estivo di Mier, negli uffici comunali, all’Archivio storico e al Museo civico, al Protocollo, ai Servizi demografici, al Servizio Cultura e presso la Polizia locale.

“Il progetto ci sta a cuore – ha commentato con i ragazzi il Sindaco Jacopo Massaro che è passato a salutarli – e abbiamo fatto di tutto per poterlo avviare in tempo. Vivetevi in pieno questa esperienza e, se si confermerà come opportunità positiva, cercheremo strumenti e risorse per mantenerla”.

“Ho chiesto ai ragazzi – conclude l’assessore Tomasi – di scrivermi in qualche riga le loro impressioni su questa esperienza, quando l’avranno terminata, perché sono molto interessata a conoscerli e ad ascoltare i loro pensieri. Inoltre, riflettere su quanto avranno vissuto potrebbe essere per loro uno strumento concreto, per comprendersi sempre meglio e, magari, scoprire sogni e aspirazioni per cui varrà la pena darsi da fare con lo studio e con le future attività professionali”.

Alla fine del loro percorso, i ragazzi riceveranno un attestato di partecipazione, da presentare a scuola per eventuali crediti formativi, e voucher del valore complessivo di 150 euro.

Share
- Advertisment -


Popolari

Zaia presenta la giunta al consiglio regionale: 60mila posti di lavoro a rischio. Questa sarà una legislatura sociale

Venezia, 21 ottobre 2020  “Lavoro, economia, occupazione e servizi sociali saranno, oltre alla sanità, la vera sfida per questa giunta. Una sfida che si...

Ultimissime dai carabinieri

I carabinieri di Cencenighe hanno denunciato per detenzione di sostanza stupefacenti due fratelli agordini di 24 e 25 anni. La perquisizione fatta nella giornata...

Confermata l’Ex tempore di scultura in centro Belluno

All’insegna della prudenza, con qualche doverosa rinuncia, lo svolgimento dell’Ex Tempore di Scultura su Legno è confermato. Consorzio e Amministrazione Comunale hanno condiviso l’opportunità di...

Chiuse le elementari di Cortina. Trasferiti 10 ospiti dal Centro servizi di Ponte nelle Alpi. Nuove modalità di accesso ai drive-in

Quattro maestre della scuola primaria "Duca d'Aosta" di Cortina d'Ampezzo sono risultate positive al covid, pertanto il sindaco Gianpietro Ghedina ha pubblicato oggi l'ordinanza...
Share