13.9 C
Belluno
mercoledì, Ottobre 28, 2020
Home Prima Pagina Assegnata ieri la gestione della Baita Sagron Mis Dolomiti

Assegnata ieri la gestione della Baita Sagron Mis Dolomiti

Sarà Luca Contarin, albergatore padovano, il nuovo gestore della Baita Sagron Mis – Dolomiti. Il Comune trentino di 187 abitanti, il più lontano dal capoluogo di provincia, nelle scorse settimane era salito alla ribalta per questa originale iniziativa: un bando per la gestione della nuova struttura alberghiera, con la richiesta di impiegare nell’hotel personale del luogo. Dopo le numerose richieste pervenute e il conseguente prolungamento del bando fino a ieri, ora l’attività prende il via per la nuovissima struttura alberghiera, destinata ad essere il fulcro dell’accoglienza nella località trentina.

Sport, natura e tanta cultura sono alla base del progetto di sviluppo turistico di Sagron Mis.

È partito ieri il nuovo corso della Baita Sagron Mis – Dolomiti, che da questa mattina è in mano a Luca Contarin, albergatore padovano che ha vinto il bando di concorso per la gestione della struttura, lanciato dall’amministrazione comunale nel mese di marzo. Contarin, grande appassionato di montagna, coglie una grande opportunità imprenditoriale, visto che Sagron Mis ha tutte le carte in regola per ottenere un grande successo nel mercato turistico nazionale ed internazionale: oggi ecoturismo è una delle parole chiave per chi viaggia ed è proprio in località come questa, dove a predominare sono la quiete più assoluta, il vero contatto con la natura e con le tradizioni, che è possibile sfidare il mercato turistico.

L’Hotel, la cui gestione è stata posta a bando di gara dall’Amministrazione comunale lo scorso aprile, ha suscitato un acceso interesse da parte degli operatori del settore turistico-alberghiero, che con oltre una decina di sopralluoghi e le diverse offerte competitive giunte sul tavolo comunale, hanno convinto l’Amministrazione a prolungare i termini di scadenza per la presentazione del bando, che proprio ieri ha visto premiata la condidatura di Contarin. Una pronta risposta all’esigenza manifestata da diversi imprenditori del settore che, dati i termini ristretti della prima scadenza, altrimenti non avrebbero avuto i tempi tecnici per stipulare un’offerta adeguata.

La Baita Sagron Mis–Dolomiti per l’occasione è stata rifinita in ogni suo piccolo dettaglio: bella e accogliente, è il posto perfetto per un turista che vuole immergersi nella natura più pura che mai, rilassandosi e divertendosi.

Commenta entusiasta il sindaco della località, l’avvocato Luca Gadenz: «Il risultato di oggi è il frutto di un lungo e duro lavoro svolto da molte persone, sempre ben supportato dalla piccola comunita’ di Sagron Mis, molto desiderosa ed orgogliosa di avviarsi allo sviluppo turistico della località. E’ un’occasione unica per integrarsi in una micro realtà fatta di accoglienza, simpatia e di arte amanuense dei caregheta (seggiolai). La Baita e’ il punto di partenza, e poi un susseguirsi di sorprese uniche nel panorama turistico.

Abbiamo ancora tanta strada da fare, ma la faremo sempre uniti con la massima convinzione di avere successo».

La baita del comune, ovvero la baita di tutti, si trasforma così nel massimo esempio di accoglienza. Sagron Mis lancia la sfida.

Share
- Advertisment -


Popolari

Tre furti in appartamento. Due a Borgo Valbelluna e uno a Pedavena

Sono tre i furti in appartamento denunciati tra ieri e oggi: due sono avvenuti nel Comune di Borgo Valbelluna nel quartiere Salvo d'Acquisto dove...

Concorso per geometra e per vigile al Comune di Pedavena

È indetto un concorso pubblico per l'assunzione a tempo indeterminato e pieno di un istruttore tecnico categoria C1 presso l’Area Tecnica del Comune di...

In corso di attivazione l’ospedale di Comunità di Agordo

Al via l’attivazione di un “Ospedale di Comunità” all’interno del presidio di Agordo. L’Ulss Dolomiti sta predisponendo in questi giorni il nuovo piano di emergenza...

Annullata l’ex tempore di scultura su legno

Annullata l'Ex Tempore di scultura su legno. Il Consorzio Belluno Centro Storico, preso atto dei cambiamenti dell'ultima settimana relativi all'emergenza sanitaria, fa sapere di...
Share