13.9 C
Belluno
giovedì, Dicembre 3, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Fondo Brancher. Luigi Curto: “Musei e arredo urbano possono aspettare. Per il...

Fondo Brancher. Luigi Curto: “Musei e arredo urbano possono aspettare. Per il prossimo bando i sindaci pensino ad acquedotti e depuratori, ciò che Bim Gsp disastrata non può fare”

Luigi Curto

“Davvero una bella notizia: 69 milioni di euro in momenti come questi possono fare la differenza. Nonostante permangano inalterate le nostre perplessità sulle scelte operate dai Comuni, ora serve che i sindaci, nel rispetto delle leggi e della trasparenza, facciano di tutto per assegnare l’esecuzione dei lavori ad imprese locali, le quali, a loro volta, non sarebbe male se si coordinassero tra loro per concorrere a gare e appalti che si preannunciano di importo elevato.”

Questo il commento del presidente dell’Unione Artigiani e Piccola Industria, Luigi Curto, alla notizia dell’assegnazione ai Comuni bellunesi di una buona fetta dei contributi del primo bando del fondo Brancher.

Quanto al secondo bando, Curto non ha dubbi: “Nessuno di noi ha scordato la situazione di Bim Gsp, né l’aumento delle tariffe per sanare i debiti, nè la percentuale bassissima di lavori rispetto al piano di investimenti a suo tempo approvato dall’Aato. Ci sembrerebbe logico e soprattutto prioritario che, al prossimo bando, i Sindaci concorressero con una serie coordinata di progetti sulle reti acquedottistiche e sui depuratori. Musei, piste ciclabili e arredo urbano possono aspettare tempi migliori: per tante ragioni, oggi la vera urgenza è intervenire sulla partita dell’acqua, usando una risorsa straordinaria come il fondo Brancher per fare quello che una società disastrata come Bim Gsp non potrà permettersi di fare nei prossimi vent’anni!”

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Abbondanti precipitazioni da venerdì pomeriggio. Divieti di circolazione dei mezzi pesanti

Belluno, 3 dicembre 2020  - Si è riunito stamane, in videoconferenza, il Comitato Operativo Viabilità, con la presenza delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del...

In arrivo 19 medici, 5 infermieri e 46 Operatori socio sanitari

Continua il rafforzamento dell’Ulss Dolomiti. Oggi sono stati assunti 46 OSS (Operatori Socio Sanitari) e sono stati conferiti incarichi libero professionali per l’emergenza COVID...

Spostamenti vietati tra comuni a Natale e Capodanno. De Carlo: “Discriminate le aree periferiche e montane. Il Governo riveda la norma”

“La chiusura dei confini comunali a Natale e Capodanno è una discriminazione verso le aree periferiche e montane. Il Governo riveda la norma e...

Verso un Natale e Capodanno blindati. Zaia: ” Chi vive a Milano o Roma è alla stessa stregua di chi vive in Comuni come...

Questa volta è un decreto legge con soli due articoli che lo stabilisce, blindato, come saranno blindate le nostre festività. In sintesi: Natale e Capodanno...
Share