13.9 C
Belluno
lunedì, Aprile 19, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli A rischio le stagioni teatrali. Tib teatro è ancora in attesa della...

A rischio le stagioni teatrali. Tib teatro è ancora in attesa della concessione delle date di utilizzo del Teatro comunale dalla Fondazione

Teatro Comunale di Belluno

“Ad ogni stagione, il suo frutto” recita un antico proverbio. E il mese di aprile, al più tardi quello di maggio, sono i mesi cruciali per quanto riguarda la programmazione delle Stagioni Teatrali che prenderanno il via in autunno. Chi è del mestiere lo sa bene.

Lo fa notare in una nota Tib teatro, che osserva quanto segue.

“Si apprende dalla stampa che, a detta della Fondazione Teatri, il Tib Teatro ancora non avrebbe comunicato chiaramente i progetti per la prossima Stagione Teatrale.

Tib, a fronte di un articolato progetto di attività, ha richiesto la disponibilità del Teatro Comunale per poter proseguire il suo lavoro culturale per il territorio. Le date sono state richieste il 9 marzo, l’11 aprile e il 17 aprile – congiuntamente ad ulteriore richiesta di incontro con il presidente della Fondazione Teatri Cesare Zaccone – e ancora il 12 maggio, ad oggi non vengono concesse. Inoltre in data 7 maggio e, nuovamente, in data 12 maggio Tib ha fatto richiesta di ricevere copia del nuovo regolamento dell’utilizzo del Teatro, approvato il 3 maggio e non ancora pubblicato nel sito della Fondazione. Queste ripetute richieste non hanno avuto risposta.

La cooperativa Tib Teatro chiede alla Fondazione di essere messa nelle condizioni di poter fare il suo lavoro, constatando ed evidenziando quella che sembra una posizione di chiusura al di là delle dichiarazioni fatte ai giornali.

Giunti oltre la metà del mese di maggio, è davvero arduo per Tib Teatro lavorare ancora al buio senza avere la possibilità di conoscere né il regolamento di utilizzo né tantomeno avere la certezza di poter operare con serenità all’interno del Teatro Comunale di Belluno, che per il Tib rappresenta, o ancora meglio, è il proprio luogo di lavoro. Perché il tempo sta scadendo e le programmazioni delle Stagioni nel resto di Italia si stanno facendo ora. Per Belluno e per tutti i bellunesi esiste quindi il rischio concreto di vedersi sfuggire dei grandi titoli del teatro italiano, che stanno chiudendo in questo periodo la loro tournée.

Servono risposte, e servono subito, anche per l’organizzazione del Festival del Teatro Veneto SGUARDI, che quest’anno approderà a Belluno e, dopo le due edizioni a Padova e Venezia, porterà in città 150 tra critici ed operatori nazionali del settore, oltre alle migliori produzioni teatrali di teatro contemporaneo veneto, sempre che vengano aperte le porte del Teatro Comunale.

Tib Teatro si augura di poter continuare a fare – conclude la nota – , come in questi ultimi vent’anni, il suo lavoro di programmazione delle Stagioni che, considerando soltanto l’ultimo anno, hanno coinvolto solo a Belluno più di 20.000 spettatori per le Stagioni di prosa, Danza e Comincio dai 3 e di poter offrire a tutti i bellunesi le migliori primizie del Teatro Italiano e Internazionale”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Pulite le fontane del centro città

Belluno, 18 aprile 2021 - Dopo il tam tam sui social, l'amministrazione comunale ha dato il via alla pulizia delle quattro fontane "incriminate", colpevoli...

Malore in casera

Longarone (BL), 18 - 04 - 21 - Attorno alle 15.40 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato in direzione di Casera...

La solidarietà delle associazioni a Casanova, presidente di Mountain Wilderness Italia querelato per aver criticato “Quad in quota”

Luigi Casanova, presidente onorario di Mountain Wilderness Italia, è stato sottoposto a processo a richiesta dei sostenitori della manifestazione "Quad in quota" di Falcade...

Rinnovato il contratto dei metalmeccanici. In provincia di Belluno passa con il 93,8% dei consensi

Il Nuovo CCNL Industria metalmeccanica è stato ratificato nella provincia di Belluno con il 93,8% di voti favorevoli. Il voto si è svolto in...
Share