13.9 C
Belluno
sabato, Marzo 6, 2021
Home Cronaca/Politica Polizia stradale: 460 veicoli controllati nell'ultimo week-end

Polizia stradale: 460 veicoli controllati nell’ultimo week-end

Nell’ultimo week end sulle strade bellunesi, sono stati controllati complessivamente 460 veicoli e quasi 500 persone, delle quali circa 300 con apparecchiature dirette ad accertare il tasso alcolemico presente nel sangue. Di queste, 4 sono risultate positive ai controlli e, pertanto, è stato contestato loro la guida in stato di ebbrezza (artt. 186 e 186 Bis del Codice della Strada).

Un autotrasportatore è stato trovato alla guida con un tasso alcolemico superiore a 0; in violazione all’art.186 bis CdS, che prevede per le categorie dei conducenti professionali, in considerazione della delicatezza della materia, che questi conducano i mezzi senza aver assunto quantità anche minimali di alcool. Per gli altri tre, invece, si è proceduto al ritiro della patente, come previsto dall’art. 186 C.d.S., oltre ad una sanzione amministrativa per i due con tasso alcolemico inferiore a 0.8 g/l e alla denuncia all’Autorità Giudiziaria per il conducente con valori superiori a 1.5 g/l.

Sempre negli stessi giorni, la Polizia stradale ha contestato la violazione dell’art. 189 C.d.S., il quale prevede una serie di obblighi in caso di incidente stradale.

L’automobilista, infatti, – ricorda la Polizia stradale – qualora incorra in un sinistro, deve porre in essere una serie di comportamenti finalizzati a garantire la sicurezza delle persone coinvolte e degli altri utenti. In particolare deve:

Fermarsi immediatamente e, ove possibile, prestare assistenza a coloro che ne abbiano bisogno;

Qualora l’incidente sia con soli danni a cose, fare in modo che la posizione dei veicoli sulla carreggiata non costituisca intralcio alla circolazione, procedendo alla compilazione del modello C.I.D. di constatazione amichevole;

Fornire le proprie generalità e qualsiasi altro dato utile alla controparte;

Collaborare con le Forze di Polizia eventualmente intervenute.

Dalla violazione dei predetti obblighi, infatti, possono derivare sanzioni amministrative, nell’ipotesi in cui non ci si fermi dopo un incidente con soli danni a cose, fino a sanzioni penali quali l’arresto e/o la reclusione, nella più grave ipotesi in cui si fugga e si ometta di prestare soccorso in un incidente con feriti.

Share
- Advertisment -

Popolari

Treno delle Dolomiti. Scopel: «Attendiamo gli elaborati dalla Regione Veneto»

«Prendiamo atto della scelta del tracciato del Treno delle Dolomiti operata dalla Regione Veneto. Se è vero, come leggiamo dalla stampa, che gli studi...

Il sole illumina la prima tappa della WinteRace 2021

Cortina d’Ampezzo, 5 marzo 2021 - Al via questa mattina alle ore 9.00 da Corso Italia l’ottava edizione della WinteRace. Sotto un cielo terso, le...

Da lunedì il Veneto torna arancione. Ecco le regole

"Il Veneto in zona arancione da lunedì 8 marzo. Ma le scuole non chiuderanno". Lo ha anticipato nella conferenza stampa in diretta su Facebook...

Acc, Ex-Embraco. Nobis (Fim-Cisl): concretizzare subito progetto Italcomp, a rischio 750 famiglie

Questa mattina i lavoratori della ACC di Mel (Belluno) sono in presidio davanti ai cancelli dell'azienda, una prima azione di mobilitazione – dice il segretario...
Share