13.9 C
Belluno
venerdì, Ottobre 30, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti "Quello che prende gli schiaffi". Sabato e domenica al Teatro comunale Glauco...

“Quello che prende gli schiaffi”. Sabato e domenica al Teatro comunale Glauco Mauri interpreta una fiaba su un mondo migliore

La Stagione di Prosa 2011-2012 del Teatro Comunale di Belluno, organizzata da Tib Teatro per la direzione artistica di Daniela Nicosia, in collaborazione con la Fondazione Teatri delle Dolomiti, e con il Ministero per il Beni e le Attività Culturali e A.I.C.S. per la cultura, prosegue sabato 21 (turno A) e domenica 22 (turno B) gennaio 2012 con “Quello che prende gli schiaffi” dal testo di Leonid Andreev, di e con Glauco Mauri e Roberto Sturno, con un nutrito gruppo di bravi attori. Quest’uomo sceglierà il palcoscenico quale luogo della salvezza, in cui, mascherata dalla finzione scenica, la verità più intima della vita, può palesarsi. Egli spera ancora che sia possibile costruire un mondo migliore e per farlo fa ricorso al teatro. Inizio spettacoli ore 20:45.   Quello che prende gli schiaffi è una libera versione tratta dall’omonimo testo teatrale diLeonid Nikolaevič Andreev, che fu subito un grandissimo successo nella Russia del primo Novecento. Lo spettacolo possiede tutti i colori di quel caleidoscopio che è la vita: dramma e farsa, risate e lacrime, un piccolo capolavoro realizzato dal regista Glauco Mauri che ha sentito «il dovere di portare sulla scena un testo che, attraverso l’emozione e il divertimento, possa comunicare al pubblico la civile utilità del Teatro».   Un uomo vuole fuggire dalla società egoista nella quale vive, dove tutto è dominato dall’egoismo, dall’indifferenza e dal denaro con cui tutto si compra, anche i sentimenti più puri. E allora diventerà un clown! Salirà su un palcoscenico da dove comincerà la sua nuova vita; potrà ridere del suo dolore e potrà gridare la sua ribellione. È un pazzo? No! È uno di quei rari uomini che sperano si possa costruire un mondo migliore. Un colpo di scena metterà fine al suo sogno, ma in noi resta la commossa gratitudine per tutti quelli che ancora credono in quelle cose alle quali non siamo più abituati a credere.   In una sorta di non-luogo, attraverso la finzione, si raccontano le verità della vita e questo è il Teatro!   Lo spettacolo è una produzione della Compagnia Mauri Sturno, da un testo di Leonid Nikolaevič Andreev su libera versione Glauco Mauri, regia Glauco Mauri, con Glauco Mauri e Roberto Sturno, e con Leonardo Aloi, Barbara Begala, Marco Blanchi, Mauro Mandolini, Lucia Nicolini, Roberto Palermo, David Paryla, Stefano Sartore, Paolo Benvenuto Vezzoso. Scene di Mauro Carosi, costumi di Odette Nicoletti, musiche Germano Mazzocchetti.   Glauco Mauri è stato recentemente protagonista di una intensa puntata di Retroscena, nel corso della quale ha raccontato, oltre al suo percorso di uomo di teatro, una interessante lettura contemporanea proprio del testo in scena al Comunale di Belluno http://www.retroscena.tv2000.it/pls/tv2000/v3_s2ew_CONSULTAZIONE.mostra_pagina?id_pagina=4187   INFO E PRENOTAZIONI fino a giovedì 19 gennaio 0437-943303 – venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 gennaio presso il Teatro Comunale di Belluno 0437-940349, dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 20. www.tibteatro.it

Share
- Advertisment -


Popolari

L’Alto Adige si adegua. Sabato scatta il coprifuoco anche per loro

Chi aveva programmato la cena sabato sera dai vicini in Alto Adige, dovrà rinviare. Il governatore Kompatscher ha stabilito che dal 31 ottobre anche...

Ancora i ladri d’oro in azione, tre furti nel Feltrino

Tre furti denunciati ai carabinieri nella giornata odierna nel Feltrino. Tutti e tre gli episodi sono successi ieri sera con le consuete modalità (effrazioni...

Nuovo sfregio ai fiocchi rosa dell’Ados in piazza dei Martiri

Ancora vandali in azione in Piazza dei Martiri a Belluno. E' la seconda volta da quando sono stati installati per le celebrazioni dell'Ottobre in...

Le “Puttane” di Maria Giovanna Maglie in libreria, per conoscere il sesso a pagamento senza ipocrisie. Dai bordelli sumeri, a Santa Teodora, da internet,...

In Italia mediamente 16 milioni di uomini ogni anno pagano per il sesso e il 70% ha famiglia ed è sposato. Tra questi 1.596.992...
Share