13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 27, 2020
Home Cronaca/Politica Pubblico impiego in sciopero e sit-in in piazza Duomo. Ecco i motivi...

Pubblico impiego in sciopero e sit-in in piazza Duomo. Ecco i motivi della protesta sostenuti da Cgil-Cisl e Uil

Sit-in davanti alla Prefettura dei pubblici dipendenti e sciopero oggi, lunedì 19 dicembre, organizzato dalle tre sigle sindacali Cgil-Cisl e Uil della Funzione pubblica. I motivi dello sciopero si possono sintetizzate in una parola: equità! E’ oramai evidente che la manovra Monti è fortemente sbilanciata sulle spalle dei lavoratori che devono sopportare il carico di una politica allegra che ha portato l’aumento progressivo del debito pubblico negli anni. «La manovra così com’è non è equa – sostengono i sindacati – perché a pagare sono sempre gli stessi, lavoratori, pensionati e ceti medi. Il pubblico impiego per primo. Vogliamo cambiare il provvedimento con proposte concrete:

Ripristinare il sistema di indicizzazione delle pensioni al costo della vita Modificare il sistema di rivalutazione del montante contributivo Introdurre una maggiore gradualità nell’eliminazione delle quote per le pensione di anzianità (pensione anticipata) Equiparare il requisito contributivo per l’accesso al pensionamento, a prescindere dall’età anagrafica, a 41 anni e 1 mese dal 2012 sia per gli uomini che per le donne Eliminare le penalizzazioni del 2% per ogni anno di anticipo alla pensione rispetto l’età anagrafica prevista per il pensionamento Introdurre una maggiore gradualità nell’accesso al pensionamento di vecchiaia delle lavoratrici Per le lavoratrici del pubblico impiego: mantenimento del requisito anagrafico per l’accesso alla pensione di vecchiaia nel sistema misto e nel sistema contributivo a 65 anni fino al 1° gennaio 2018 Sostegno al reddito e di accompagnamento al pensionamento per i lavoratori disoccupati che hanno concluso il periodo di fruizione degli ammortizzatori sociali Alzare la soglia di detrazione dell’Imu (imposta municipale unica) da 200 a 500 euro, e rendere progressiva l’imposta, con aliquote differenziate a partire dalla seconda casa Lotta all’evasione: far pagare ai disonesti il peso del riequilibrio. Attraverso: riduzione del limite per la tracciabilità dei pagamenti da 1000 a 500 euro; meccanismi di “contrasto di interessi “compratore – fornitore di beni o servizi”, che rendano “sconveniente” anche per il compratore la mancata emissione della ricevuta fiscale o della fattura; riconoscimento di detrazioni fiscali sulle spese per servizi e famiglie Patrimoniale: tassazione sui grandi patrimoni mobiliari ed immobiliari Nessun esubero e nessun sovrannumero per il personale in servizio presso Inpdap e Enpals, subentro effettivo dell’Inps in tutti i rapporti di lavoro in essere Un piano industriale concertato per salvaguardare le professionalità e il know-how compatibile con le esigenze di miglioramento dei servizi previdenziali e assistenziali Un processo serio di trasferimento delle risorse strumentali, finanziarie e umane dagli enti soppressi all’ente incorporante

Sulla : PREVIDENZA Sul : FISCO Sul : SUPER INPS Sull’ : ICE Passaggio alla nuova Agenzia di tutto il personale in servizio presso l’Ice Mantenimento degli uffici di Roma e Milano, salvaguardia delle sedi periferiche strategiche Sulla : CRESCITA Politiche attive per l’occupazione di giovani e donne Riformare le Pubbliche Amministrazioni: non più tagli lineari, ma investimenti su personale, formazione e contrattazione integrativa. Rinnovare i contratti nazionali di lavoro scaduti (pubblici e privati)»

Share
- Advertisment -


Popolari

Nessuna violazione al codice deontologico. Archiviata l’accusa di Gidoni al direttore di Bellunopress

Il Consiglio di Disciplina Territoriale dell'Ordine dei Giornalisti del Veneto, nella riunione del 16 luglio 2020, delibera "il non doversi procedere per il presente...

Non c’è stato alcun mobbing. La Corte d’Appello rovescia la sentenza del giudice del lavoro e accoglie il ricorso del Comune di Belluno

La Sezione Lavoro della Corte d'Appello di Venezia ha accolto il ricorso del Comune di Belluno contro la sentenza non definitiva del Tribunale di...

Il supermercato A&O del centro città riapre. La proprietà Cestaro/Unicomm conferma la decisione al consigliere Addamiano

Belluno, 27 ottobre 2020  -  C'è una buona notizia per i residenti del centro città, il supermercato A&O di Belluno, quello vicino al Teatro...

Scuole superiori, didattica digitale per il 75% degli studenti. Ordinanza regionale in vigore dal 28 ottobre

Il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha firmato la seguente ordinanza in ossequio al Dpcm del 25 ottobre che non lascia margini...
Share