13.9 C
Belluno
giovedì, Ottobre 29, 2020
Home Cronaca/Politica Viabilità bellunese: in arrivo 14,5 milioni di euro dalla Regione per le...

Viabilità bellunese: in arrivo 14,5 milioni di euro dalla Regione per le opere prioritarie

Dario Bond consigliere regionale Pdl

Quattordici milioni e 500 mila euro di finanziamenti per sette opere non più rinviabili. A tanto ammontano gli interventi “prioritari” in provincia di Belluno stando al piano triennale viario integrativo adottato dalla giunta regionale e pronto ad arrivare in Consiglio regionale. “Tutte le opere saranno realizzate da Veneto Strade e andranno a cancellare o quanto meno mitigare alcuni punti neri della viabilità provinciale”, spiega il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale Dario Bond. “Questo nuovo piano integrativo dà la possibilità di aggiornare il piano triennale varato nel 2009 e portare nuova linfa a opere definite strategiche, di cui il territorio ha bisogno”, afferma Bond.

Gli interventi prioritari sono sette. Si parte con la strada provinciale 635 all’altezza del ponte San Felice con alcune opere di completamento e risanamente viario tra i comuni di Trichiana e Sedico per un totale di un milione di euro. Seguono i lavori sulla variante di Agordo: 4 milioni e 600 mila euro andranno a completare il primo stralcio dell’operazione tra i comuni di Agordo e Taibon.

Rimanendo nel comprensorio due milioni di euro sono previsti per i lavori di adeguamento e messa in sicurezza sulla sp 347 tra La Valle Agordina e Zoldo Alto. Sempre sulla sp 347 la Regione ha dato l’ok al finanziamento prioritario del tratto fra Gosaldo e Voltago Agordino. L’importo di un milione di euro sarà diviso a metà tra Regione Veneto e Provincia autonoma di Trento.

Scendendo nel Basso Feltrino, Veneto Strade si occuperà di alcuni lavori sulla strada regionale Feltrina tra i comuni di Feltre e Quero (2 milioni e 500 mila euro), mentre in Cadore massima attenzione sarà prestata al miglioramento dell’innesto tra la strada provinciale 532 e la regionale 48 in comune di Auronzo di Cadore.

Quattrocentomila euro infine saranno destinati alla messa in sicurezza dell’ingresso a Trichiana per chi percorre la strada provinciale della Sinistra Piave in direzione Belluno. Uno dei punti neri della viabilità sulla strada provinciale 1 e oggetto nelle settimane scorse di un sopralluogo tra lo stesso Bond e il sindaco Giorgio Cavallet.

“Parliamo di opere importanti perchè vanno a ridurre i pericoli sulle nostre arterie, da sempre tra le meno sicure della regione”, sottolinea Bond, che non nasconde il ruolo “economico” di questi investimenti: “Attivare opere per diversi milioni di euro non è cosa da poco, soprattutto in un momento di grave crisi come quello attuale”.

“Mi sembra che l’integrazione al piano del 2009 sia ben bilanciata e non lasci scoperta nessuna zona del Bellunese. Questo significa che si è fatto un buon lavoro in sintonia con le amministrazioni locali, i componenti bellunesi del Cda di Veneto Strade e l’assessorato competente. Ora si tratta di procedere uniti, continuando ad ascoltare le esigenze del territorio”, conclude Bond.

Share
- Advertisment -


Popolari

Sintomi del nuovo coronavirus e chi è il contatto stretto di un positivo

#corononavirus. Quali sono i sintomi del nuovo coronavirus? Come altre malattie respiratorie, il nuovo coronavirus può causare sintomi lievi come raffreddore, mal di gola, tosse...

La collezione di vetri veneziani Nasci – Franzoia alla Galleria Rizzarda di Feltre

  Alla Galleria d'Arte moderna "Carlo Rizzarda" di Feltre il 19 dicembre 2020 l'intrigante connubio di forza e fragilità dei preziosi vetri d’autore della Collezione...

Flavia Monego è la nuova Consigliera di parità in Provincia

Si è insediata ieri a Palazzo Piloni la nuova Consigliera di parità. Si tratta di Flavia Monego, nominata con decreto del Ministero del Lavoro...

Arrestate due donne in città

Nel pomeriggio del 21 ottobre una donna, Z.L. di 57 anni, è stata arrestata dagli uomini delle Volanti per violazione della misura di prevenzione...
Share