13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 20, 2020
Home Riflettore Bilancio positivo per la I^ edizione di "Expo delle Dolomiti" a Longarone...

Bilancio positivo per la I^ edizione di “Expo delle Dolomiti” a Longarone Fiere. Oscar De Bona: “Longarone ha conquistato sul campo il ruolo di punto di riferimento assoluto legato alle Dolomiti”

La I^ edizione di “Expo delle Dolomiti – Patrimonio dell’Umanità” va in archivio con un bilancio sicuramente positivo. Sono state tre giornate che hanno posto al centro dell’attenzione le Dolomiti presentate in tutte le loro peculiarità. La manifestazione, che si è avvalsa del patrocinio della Fondazione Dolomiti Unesco e della Regione Veneto, non ha tradito le attese della vigilia registrando la presenza complessiva di quasi 7.000 visitatori, che hanno apprezzato le variegate proposte presentate da istituzioni, enti, associazioni e aziende specializzate.
“Siamo davvero soddisfatti – esulta il presidente di Longarone Fiere, Oscar De Bona (nella foto a destra) – per aver raggiunto principalmente due obiettivi. Il primo per esser riusciti in pochi mesi ad organizzare l’evento sul quale tutta la struttura ha sempre creduto fortemente, il secondo per avere avuto il riconoscimento da parte delle altre province in cui insistono le Dolomiti, le quali hanno espresso unanimi consensi per la manifestazione. Longarone ha dunque conquistato sul campo il ruolo di punto di riferimento assoluto legato alle Dolomiti – Patrimonio dell’umanità realizzando un format che potrà essere promosso anche in altre realtà fieristiche”.  
La giornata odierna ha vissuto un momento particolarmente significativo con la visita in fiera di Greame Worboys dell’IUCN – International Union Conservation Nature, il braccio operativo dell’Unesco, chiamato a verificare lo stato di attuazione del programma e a valutare la conservazione dei requisiti legati al riconoscimento delle Dolomiti quale patrimonio dell’umanità. “Mi fermerò per una settimana andando a visitare i siti principali di tutte le province in cui insistono le Dolomiti – ha affermato Worboys -. Sarà per me un onore poter visitare queste straordinarie montagne. Al termine invierò una relazione alla Fondazione Dolomiti e all’Unesco su quanto riscontrato”.
L’”Expo delle Dolomiti Patrimonio dell’Umanità” si è dunque chiusa in un clima di grande ottimismo e Longarone Fiere è pronta a potenziare ulteriormente l’evento sin dalla prossima edizione. Hanno avuto eccellenti riscontri anche le numerose iniziative collaterali , a cominciare dal “Buy Dolomiti Montagna Veneta 2011”, promosso dal Consorzio Dolomiti, che ha visto incontrarsi operatori del comparto turistico-alberghiero del territorio dolomitico di tutte le cinque province che caratterizzano le Dolomiti con tour operators e agenzie di viaggi provenienti da diverse regioni italiane. Apprezzamenti sono stati espressi, inoltre, per l’area gestita da Dolomiti Project dedicata alla comunicazione e divulgazione dei contenuti che hanno portato le Dolomiti ad essere inserite nella lista del Patrimonio dell’Umanità, senza dimenticare gli spazi riservati ai parchi, alla Rete Musei delle Dolomiti, alle università, ai mestieri di una volta, ai prodotti agro-alimentari DOP e IGP, alle aree istituzionali del Consorzio Bim Piave con una trentina di comuni bellunesi, alla presenza di Enel, Telecom, Inea e tante altre realtà.
Molto seguiti anche gli eventi della giornata odierna, animata dalla presenza di diversi cori, bande e gruppi folkloristici, provenienti da tutto il Triveneto. Si sono tenuti, tra gli altri, il convegno nazionale dei filatelici di montagna, la presentazione dei musei delle Dolomiti, l’incontro dedicato al Soccorso Alpino in ricordo dei due soccorritori deceduti sul Pelmo poche settimane fa, la conferenza sulle “Maschere delle Dolomiti”, la presentazione del progetto “Dolomiti contemporanee” e molti altri ancora.
Chiusa “Expo delle Dolomiti – Patrimonio dell’umanità”, Longarone Fiere si prepara già al secondo appuntamento dell’intenso autunno 2011: da sabato 15 a lunedì 17 ottobre si terrà infatti l’11. edizione di Sapori Italiani, il salone delle produzioni agroalimentari tipiche e delle gastronomia.

Share
- Advertisment -


Popolari

Confcooperative Belluno e Treviso: i prodotti delle coop agroalimentari aiutano le famiglie bellunesi in difficoltà

L’associazione di categoria ha sposato il progetto “La povertà a casa nostra”, promosso da Insieme si può, in occasione di Scoop!: durante la festa...

Treviso nega il patrocinio al convegno di Crisanti. Zanoni: “Nello Zaiastan è vietato criticare il Doge”

Treviso, 20 ottobre 2020   "È vergognoso che la Giunta di Treviso ritiri il patrocinio a un convegno dell'Ateneo di Treviso sulla pandemia perché la...

Olimpiadi invernali 2026. Fondazione Milano Cortina, Confindustria Lombardia e Confindustria Veneto siglano due protocolli d’intesa

Con Assolombarda, Confindustria Lecco e Sondrio e Confindustria Belluno Dolomiti, coinvolte le eccellenze dei territori che ospiteranno gli eventi sportivi. Fare sinergia e attivare...

La Lega perde un consigliere in consiglio comunale di Belluno, Andrea Stella va con Fratelli d’Italia

Andrea Stella, figura di spicco della Lega di Belluno nella quale milita dal 2007 e all'interno della quale ha ricoperto vari ruoli, lascia il...
Share