13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 20, 2020
Home Cronaca/Politica Gasolio nel depuratore Marisiga via Feltre

Gasolio nel depuratore Marisiga via Feltre

Il depuratore di Marisiga ha rischiato grosso per colpa di qualche eco-furbetto. «Venerdì scorso – spiega Franco Roccon, presidente di Bim Gestione servizi pubblici – degli idrocarburi hanno messo a rischio la vita dei batteri aerobi che depurano le acque reflue in arrivo nell’impianto di Marisiga a Belluno». Si tratta di uno degli impianti più grandi che il gestore del servizio idrico segue, dato che serve 27.000 abitanti equivalenti. «Questa mattina (ieri ndr) abbiamo individuato nell’area di via Feltre delle tracce di gasolio, che potrebbero arrivare al depuratore – precisa Roccon -. Cogliamo, però, l’occasione per segnalare a tutti che, per evitare spiacevoli inconvenienti, bisogna prestare molta attenzione. Accade alle volte che i cittadini, pure in buona fede, pulendo o facendo poca manutenzione, su caldaie e relative cisterne, scarichino nei tombini pericolose sostanze, come il gasolio, che immesse nella rete fognaria possono generare danni per la comunità intera».
Cosa succede, infatti, se in uno dei monitoraggi che Gsp compie con scadenze ravvicinate sugli oltre 60 impianti di depurazione bellunese viene individuata la presenza di idrocarburi? Oltre ad un notevole aumento dei costi operativi per immettere nel depuratore una maggiore quantità di ossigeno e consentire ai batteri di proseguire la loro attività, se le quantità sono elevate è necessario svuotare e ripulire le vasche dell’impianto per portarlo a funzionare di nuovo correttamente, visto che questo tipo di sostanze imbratta letteralmente le pareti.
«Quanto accaduto è un grave rischio per l’ambiente prima di tutto – afferma Roccon -, ma anche per la comunità bellunese e per tutti quei cittadini che si comportano seguendo le regole dettate dalla legge». Insomma, gli eco-furbetti sono avvisati: «Speriamo – conclude il presidente di Gsp – che questa sia l’ultima volta che dobbiamo affrontare un caso simile, ma manterremo anche in futuro sempre alta l’attenzione, come già successo a Calalzo, dove ad aprile siamo tempestivamente intervenuti prima che uno sversamento di sostanze inquinanti compromettesse il funzionamento dell’impianto».

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Le migliori mete da visitare in autunno

L’autunno è una stagione perfetta per chi vuole andare in vacanza. A differenza dell’estate, infatti, permette di accedere a soggiorni con prezzi più contenuti....

Spettacoli di mistero delle Pro loco Bellunesi. Venerdì appuntamento a Belluno con i Castelli perduti e draghi dimenticati

Ritorna la rassegna "Veneto, spettacoli di mistero", promossa dall'Unpli Belluno nell'ambito delle iniziative di Unpli Veneto e Regione. Le Pro loco bellunesi non mancheranno...

Due positività al Comune di San Vito di Cadore. Ordinanza di chiusura e sanificazione degli uffici

A seguito della positività riscontrata a due dipendenti, il sindaco Emanuele Caruzzo ha disposto la chiusura degli uffici comunali di San Vito di Cadore...

Giornata Nazionale del Cane Guida 2020. Singolare esperienza in piazza dei Martiri, bendati guidati dai cani addestrati 

In occasione della Giornata Nazionale del Cane Guida che si celebra il 16 ottobre di ogni anno, l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti...
Share