13.9 C
Belluno
sabato, Ottobre 24, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Da sabato l'Iva al 21%. Aziende alle prese con la modifica dei...

Da sabato l’Iva al 21%. Aziende alle prese con la modifica dei registratori di cassa e dei software gestionali. UAPI:”Neanche il più sprovveduto dei commercialisti avrebbe pensato di cambiare aliquota a metà mese e per di più di sabato!”

Walter Capraro direttore Uapi

Da domani l’iva passa al 21%. Questo almeno è quello che dovrebbe succedere dopo che il governo ha comunicato che il decreto sarà pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale.
“Una tempistica che ha fatto davvero imbestialire le aziende – dice Walter Capraro, direttore dell’Unione Artigiani e Piccola Industria – sulle quali ricadono adempimenti che potevano tranquillamente essere spostati al 1° di ottobre.”
Da un punto di vista pratico, l’aumento dal 20 al 21% su cessioni di beni e prestazioni i di servizi comporta, infatti, l’aggiornamento dei software di fatturazione e dei registratori di cassa, costringendo le imprese anche a complicati ragionamenti ad esempio sugli acconti e sulle fatture a saldo o sui beni consegnati con fattura differita.
“Chi ha un registratore di cassa – prosegue Capraro – e non è riuscito a farsi assistere dal tecnico dovrà utilizzare il registro manuale di mancato funzionamento. Chi, invece, lavora con un applicativo dovrà mettere mano al software non per sostituire la vecchia aliquota ma per aggiungere quella nuova visto che il 20% dovrà ancora essere usato. Tutti adempimenti che cadono in un momento in cui i nervi delle imprese sono a fior di pelle per la crisi e i mancati provvedimenti del governo.”
E tutto questo aggravato dal fatto che interventi sui registratori e sui software cadono di sabato: non proprio l’ideale per nessuna azienda, né commerciale, né produttiva. Al centralino dell’UAPI sono arrivate moltissime telefonate, tutte di indignazione e di insofferenza verso una politica che ha smarrito il senso della decenza.
“Anche nel caso dell’iva – conclude il Direttore di UAPI – è evidente che delle ricadute sulle imprese non si è preoccupato nessuno! Del resto, questa manovra ferragostana è stata congegnata per colpire chi lavora e non chi specula o gode di privilegi e a chi è mosso da questo intento poco importa risparmiare alle aziende almeno le conseguenze evitabili: e allora si aumenta l’iva in un sabato di metà settembre, quando anche il più sprovveduto commercialista avrebbe suggerito il primo giorno di un mese qualsiasi da qui alla fine dell’anno!”

 

Share
- Advertisment -


Popolari

Findomestic addebita a un omonimo la rata del finanziamento. Brumurelli (Associazione Io mi tutelo): “In 15 giorni abbiamo chiarito il caso con la banca...

Vedersi addebitare ogni mese delle rate di una cinquantina di euro senza sapere il perché non dev’essere piacevole. E’ successo in un Comune della Valbelluna...

Agricoltura di montagna. Dorfmann: aumenta il livello di protezione, maggiori aiuti alle aziende costituite da giovani

Si è chiusa con il voto di approvazione di ieri sera la quattro giorni che al Parlamento Europeo ha visto in discussione uno dei...

Furti di monili d’oro in casa. Giovedì sera a Limana e venerdì sera a Mel

Borgo Valbelluna, 24 ottobre 2020  -  Due furti in appartamento sono avvenuti nella tarda serata di ieri. Uno in quartiere Europa e l'altro in...

Passaggi a livello desueti. L’interrogazione del consigliere Stella

Nel territorio del Comune di Belluno vi sono 5 passaggi a livello (1 a Safforze, 2 a Fiammoi, 1 a Sargnano, 1 a San...
Share