13.9 C
Belluno
martedì, Ottobre 27, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Tib Teatro: la stagione non è a rischio, la politica faccia un...

Tib Teatro: la stagione non è a rischio, la politica faccia un passo indietro e lasci libera la cultura. L’assessore alla Cultura ha tolto ogni finanziamento alla cultura

Teatro Comunale di Belluno

La Stagione di prosa 2011-2012 non è a rischio perché il Tib se n’é assunto interamente i costi, al fine di garantire ai bellunesi il diritto ad una stagione teatrale di ottimo livello unitamente a quello di andare a Teatro in piena serenità.

Preoccupati dalle sconcertanti dichiarazioni dell’’Assessore Passuello, che anziché ringraziarci per questo impegno nei confronti della città, alla presentazione del cartellone si è definita “amareggiata”, – si legge in una nota di Tib Teatro –  abbiamo chiesto al Sindaco in una lettera ufficiale, cui è seguito un incontro, che l’’Amministrazione, nella Sua persona, si faccia garante della tutela della Stagione di Prosa, già presentata, rispetto a qualsiasi ingerenza e strumentalizzazione politica, volta a gettare discredito sulla Stagione stessa, valorizzandone invece il principio di sussidarietà da cui è mossa, in nome del pluralismo culturale dell’offerta teatrale per la città.

Un Assessore che fa simili affermazioni (accompagnate da fuorvianti dichiarazione per gli spettatori quali “stagione a rischio”) perché un soggetto culturale della sua città si è assunto in proprio tutto l’’onere di assicurare alla città stessa un importante servizio; un Assessore che continua a recitare “che il Tib ha gestito il Teatro in regime di monopolio” manifesta di non sapere o di non voler sapere, di non aver ancora capito:

·       che i teatri si gestiscono con professionalità specifiche, in quanto luoghi pubblici, la cui gestione comporta responsabilità anche di carattere penale ed è sottoposta a certificazioni

·       che nella sua città esiste una struttura, cioè un’impresa teatrale professionale, riconosciuta come tale dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, cioè una struttura che fa questo di mestiere, il Tib, che la Passuello, animata da così sani principi, dovrebbe tutelare e considerare una risorsa al servizio del Teatro della città

·       che in questi anni il Teatro Comunale è stato aperto (200 giorni l’anno) a tutte le Associazioni senza alcuna esclusione, tanto da avere, unico in Italia, persino due cartelloni di prosa: uno della Fondazione Teatri delle Dolomiti, di cui il Comune è Socio, e uno, concorrente, del Circolo Cultura e Stampa e Fondazione Atlantide di Verona. E’ questa la mancanza di pluralismo? E’ questo il monopolio?

E ora che alla Fondazione Teatri, viene in soccorso il Tib, lei si dichiara amareggiata?

Le affermazioni dell’’Assessore, manifestano una pesante ingerenza della politica nella libertà culturale di questa città, sono frutto, queste sì, di partigianerie. Ricordiamo che al Tib, l’’Assessore ha tolto ogni finanziamento: è sparito il Filo d’’Arianna, la Stagione di Teatro Contemporaneo Doc, e non c’’è nulla in bilancio nemmeno per la stagione per le Scuole e le Famiglie “Comincio dai 3”, anch’’essa a rischio di sparizione, al di là’ delle dichiarazioni di plauso fatte dell’’Assessore stesso, davanti ad un Teatro pieno di bambini e famiglie. Ciò che è più grave è il fatto che l’’Assessore Passuello, in questo modo, ha privato la città di progetti culturali, pur di perseguitare il Tib, in nome del “pluralismo”.

C’è spazio per tutti, ma ognuno faccia il suo mestiere. Noi siamo sempre pronti a fare la nostra parte, il nostro lavoro, e l’impegno per la Stagione 2011-2012, dimostra che il Tib, ancora una volta, si è proposto quale fattivo collaboratore di questa Amministrazione e della Fondazione Teatri, per il bene della vita culturale della città.

In quanto alle ultime dichiarazioni di Aurelio Rota – conclude la nota di Tib Teatro -, abbiamo dato mandato ai nostri legali di prenderle in esame.

Share
- Advertisment -


Popolari

Il supermercato A&O del centro città riapre. La proprietà Cestaro/Unicomm conferma la decisione al consigliere Addamiano

Belluno, 27 ottobre 2020  -  C'è una buona notizia per i residenti del centro città, il supermercato A&O di Belluno, quello vicino al Teatro...

Scuole superiori, didattica digitale per il 75% degli studenti. Ordinanza regionale in vigore dal 28 ottobre

Il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha firmato la seguente ordinanza in ossequio al Dpcm del 25 ottobre che non lascia margini...

Forte pioggia e neve a quota 1700 in arrivo tra stasera e domattina

Venezia, 26 ottobre 2020 - Il Meteo regionale del Veneto riferisce che tra il tardo pomeriggio di oggi ed il primo mattino di domani, martedì...

Nuovo Dpcm e scuola. Riunione in Prefettura del Comitato per l’ordine e la sicurezza. Quarantena e contagio, i dati provinciali

Si è tenuta stamane, in videoconferenza, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal prefetto, Adriana Cogode, alla quale...
Share