13.9 C
Belluno
domenica, Ottobre 25, 2020
Home Prima Pagina Bimba morta a Padova negativa all'esame del "batterio killer"

Bimba morta a Padova negativa all’esame del “batterio killer”

Luca Coletto

“La bambina di Monselice deceduta all’azienda ospedaliera di Padova per una sindrome uremico emolitica è risultata negativa al test specifico per escherichia coli O104 H4, il cosiddetto “batterio killer” del ceppo epidemico tedesco”.
Lo comunica l’assessore regionale alla sanità del Veneto Luca Coletto, avendo ricevuto poco fa l’esito delle analisi effettuate dall’Istituto Superiore di Sanità.
“Ringrazio l’Iss ed in particolare il dottor Alfredo Caprioli – aggiunge Coletto – per la straordinaria efficienza e celerità del loro operato, che ci consente di mettere subito la parola fine ad una vicenda trattata purtroppo con grande superficialità sul piano mediatico”.
Nella comunicazione inviata dall’Istituto Superiore di Sanità, è anche specificato che “le informazioni anamnestiche ed epidemiologiche raccolte suggeriscono che si tratti di un caso sporadico e non indicano particolari esposizioni a fattori di rischio tali da costituire un pericolo per altre persone”.

Share
- Advertisment -


Popolari

Dpcm del 25 ottobre 2020, ecco le nuove restrizioni in vigore da lunedì 26 ottobre al 24 novembre

E' stato diffuso il testo definitivo del nuovo Decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 25 ottobre 2020 che sarà in vigore dal...

Nasce a Ponte nelle Alpi il nuovo ambulatorio di Medicina generale che riunirà 5 medici

Un'unica sede per riunire tutti i medici di Ponte nelle Alpi: sta per nascere il nuovo ambulatorio di Medicina generale, finalizzato a offrire alla...

Rispettiamo le regole. L’appello del presidente della Provincia Roberto Padrin

In questo momento dobbiamo essere tutti responsabili. I numeri dei contagi e l'aumento dei ricoveri ospedalieri ci obbligano a comportamenti rispettosi delle regole. Dobbiamo...

Findomestic addebita a un omonimo la rata del finanziamento. Brumurelli (Associazione Io mi tutelo): “In 15 giorni abbiamo chiarito il caso con la banca...

Vedersi addebitare ogni mese delle rate di una cinquantina di euro senza sapere il perché non dev’essere piacevole. E’ successo in un Comune della Valbelluna...
Share