13.9 C
Belluno
domenica, Ottobre 25, 2020
Home Cronaca/Politica Salvare i servizi della Sersa * intervento di Irma Visalli...

Salvare i servizi della Sersa * intervento di Irma Visalli (Partito democratico)

Irma Visalli

E’ vergognoso che in consiglio comunale si sia discusso  delle beghe tra PDL e della Lega ( o peggio , del campanilismo partitico  tra Belluno e Feltre ) e sul riposo non concesso ad un “consigliere-dipendente” ,che  peraltro era già a  riposo (ma  di che diritti stiamo parlando?) e non si siano affrontati quei temi, legati alla SERSA ,  che toccano  i diritti a rischio  dei pazienti e del personale .
E vergognoso che si porti una questione così seria su questi livelli. In un quadro generale  che mette la nostra casa di riposo  a grande rischio, queste sono le preoccupazioni della maggioranza? . Forse bisogna ricordare cosa c’è in gioco: la SERSA è fiore all’occhiello del Comune di Belluno dal 2003, è un raro caso di efficienza ed efficacia di servizio socio-sanitario Regionale sia per la cura del paziente sia per la continua  formazione  del personale oggi altamente specializzato. Ma in questi anni di “sperimentazione mai finita”  ha creato le alleanze con altri centri di servizio del territorio , assumendo un ruolo di guida e manifestando una capacità di coesione rara nel nostro territorio. Da oggi servizi non solo agli anziani ma ai  bisogni dei cittadini tutti (pensiamo allo sportello integrato  , alle  erogazioni degli assegni di cura, il telesoccorso , il sostegno ai familiari dei malati di Alzhaimer..etc)  . La Regione stessa la porta in palmo di mano nelle valutazioni fatte sistematicamente come  precursore di un “modello” di  servizio sociosanitario .
Ecco.  Da  qualche tempo, sappiamo  che tutto questo è a rischio: per lo sforamento del patto di stabilità  del Comune che ha portato al blocco delle assunzioni e ad appaltare alcuni servizi ( con ovvie conseguenze sulle rette) ; per i tagli della Regione e dello Stato  sui  servizi per i non autosufficienti (i tagli lineari che non guardano se le spese sono legate ad una qualità maggiore o meno dell’offerta ) ; per la scelta che pare dovrà fare il Comune sul taglio delle partecipate e oggi, ultima spada di Damocle  (è quanto  appare sul sole 24 del 23 maggio) , per  le indicazioni date dalla Corte dei Conti secondo cui  si fa avanti l’idea che  il personale delle società  in house sono da considerarsi a carico dell’ente  locale ,  il che vuol dire il Comune  potrebbe trovarsi a scegliere se assumere un geometra o un dipendente SERSA  . 
Allora, anziché essere “pancia  a terra” per risolvere  questo momento  drammatico  per  i servizi alla persona e definire l’assetto istituzionale  della società  SERSA,  si discute in consiglio  della giornata di riposo del dipendente consigliere e delle polemiche tra le parti feltrine  e bellunesi di PDL e Lega?  Il Partito Democratico chiede di rimettere al centro della azione politica del Comune  il lavoro  su  decisioni fondamentali che riguardano la  difesa dei diritti dei pazienti e  degli operatori  tutti  ( sono diversi da quelli di un dipendente consigliere?)
Chiediamo chiarezza e responsabilità . E che sia affrontato seriamente il problema SERSA  a tutti i livelli istituzionali , nazionale  regionale e comunale  , trovando le soluzioni politiche che  salvino  una sperimentazione che è il nostro fiore all’occhiello . Che il Comune  sciolga il nodo  sulle scelte  legate alla scelta sulle partecipate ,  che i il Parlamento e la Regione siano mobilitati  per  liberare SERSA  dai  vincoli  alla luce del suo essere “modello sperimentale riconosciuto”.  Nell’auspicio che si mantengano le alleanze territoriali  fatte in questi anni , che la società si possa muovere  in maniera snella , mantenendo alti i servizi offerti non solo ai pazienti ricoverati ma anche ai cittadini e salvaguardando  il personale che è un patrimonio innegabile a cui va garantito il diritto al lavoro e il riconoscimento alla raggiunta  professionalità.  
Irma Visalli – Segretario unione comunale Partito democratico

Share
- Advertisment -


Popolari

Nasce a Ponte nelle Alpi il nuovo ambulatorio di Medicina generale che riunirà 5 medici

Un'unica sede per riunire tutti i medici di Ponte nelle Alpi: sta per nascere il nuovo ambulatorio di Medicina generale, finalizzato a offrire alla...

Rispettiamo le regole. L’appello del presidente della Provincia Roberto Padrin

In questo momento dobbiamo essere tutti responsabili. I numeri dei contagi e l'aumento dei ricoveri ospedalieri ci obbligano a comportamenti rispettosi delle regole. Dobbiamo...

Findomestic addebita a un omonimo la rata del finanziamento. Brumurelli (Associazione Io mi tutelo): “In 15 giorni abbiamo chiarito il caso con la banca...

Vedersi addebitare ogni mese delle rate di una cinquantina di euro senza sapere il perché non dev’essere piacevole. E’ successo in un Comune della Valbelluna...

Agricoltura di montagna. Dorfmann: aumenta il livello di protezione, maggiori aiuti alle aziende costituite da giovani

Si è chiusa con il voto di approvazione di ieri sera la quattro giorni che al Parlamento Europeo ha visto in discussione uno dei...
Share