13.9 C
Belluno
domenica, Ottobre 25, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Ritorno al credito: nel 2010 erogati 50 milioni da "Sviluppo artigiano", con...

Ritorno al credito: nel 2010 erogati 50 milioni da “Sviluppo artigiano”, con un +5% per il finanziamento alle imprese artigiane

Moreno De Col presidente Appia

Si è tenuta sabato 14 maggio, nella sala riunioni dell’APPIA in via San Gervasio, l’annuale assemblea dei soci di Sviluppo Artigiano. Presenti l’amministratore delegato, Mario Borin, il presidente, Fiorentino Da Rold, quello del Comitato tecnico d’area, Adriano Munaro, il presidente dell’APPIA, Moreno De Col, oltre a molti soci, sono stati esposti i dati economici e gestionali del Consorzio Fidi ex art. 107 del Testo Unico Bancario. Nel corso della seduta, poi, c’è stata l’approvazione della modifica di alcuni articoli dello statuto. All’assemblea, tecnicamente definita separata giacché svolta in ognuna delle dieci province attualmente confluite in Sviluppo Artigiano, sarà seguita da quella ordinaria e straordinaria, che si terrà a Mestre il 20 maggio alla quale hanno parteciperanno tre delegati per ciascuna provincia. Nell’assise bellunese, oltre a Borin sono intervenuti anche il presidente Da Rold che ha presentato alcuni dati relativi all’attività del Consorzio, indicando altresì alcune linee guida che caratterizzeranno i prossimi mesi. In particolare, è stato fatto cenno alle previste incorporazioni di altri Confidi in Sviluppo artigiano, con l’obiettivo dichiarato di rafforzare ulteriormente il patrimonio e l’operatività della struttura. Per parte sua, il presidente del Comitato d’area, Munaro, ha fatto il punto sull’attività posta in essere dalla sede di Belluno che nel 2010 ha bissato i buoni risultati raggiunti nel 2009. Nonostante tutti gli indicatori economici abbiano definito anche il 2010 un anno “difficile”, infatti, la sede di Belluno ha profuso un intenso sforzo per sostenere le imprese deliberando linee di credito per un ammontare prossimo ai 50 milioni di euro con un aumento del 5% del numero dei soci. Significativo è stato anche il ritorno al credito per sostenere spese di investimento in beni durevoli, quasi assente nell’anno precedente. Infine, nel corso dell’assemblea è stato rinnovato il Comitato tecnico d’area del quale, oltre ad Adriano Munaro, faranno parte Massimiliano Benzi, Ruggero Candeago, Antonio Castellan, Giuseppe Da Rold, Ester Fant, e Giorgio Viel.

Share
- Advertisment -


Popolari

Nasce a Ponte nelle Alpi il nuovo ambulatorio di Medicina generale che riunirà 5 medici

Un'unica sede per riunire tutti i medici di Ponte nelle Alpi: sta per nascere il nuovo ambulatorio di Medicina generale, finalizzato a offrire alla...

Rispettiamo le regole. L’appello del presidente della Provincia Roberto Padrin

In questo momento dobbiamo essere tutti responsabili. I numeri dei contagi e l'aumento dei ricoveri ospedalieri ci obbligano a comportamenti rispettosi delle regole. Dobbiamo...

Findomestic addebita a un omonimo la rata del finanziamento. Brumurelli (Associazione Io mi tutelo): “In 15 giorni abbiamo chiarito il caso con la banca...

Vedersi addebitare ogni mese delle rate di una cinquantina di euro senza sapere il perché non dev’essere piacevole. E’ successo in un Comune della Valbelluna...

Agricoltura di montagna. Dorfmann: aumenta il livello di protezione, maggiori aiuti alle aziende costituite da giovani

Si è chiusa con il voto di approvazione di ieri sera la quattro giorni che al Parlamento Europeo ha visto in discussione uno dei...
Share