13.9 C
Belluno
lunedì, Ottobre 26, 2020
Home Cronaca/Politica Bottacin: «A Belluno, accoglienza diffusa. I sindaci hanno condiviso questa linea, ho...

Bottacin: «A Belluno, accoglienza diffusa. I sindaci hanno condiviso questa linea, ho chiesto loro di verificare la disponibilità di alloggi»

Si è svolta oggi pomeriggio (giovedì 12 maggio) la doppia riunione (divisi i rappresentanti dell’alto e del basso Bellunese) convocata da Palazzo Piloni, ente chiamato a coordinare l’intero territorio, per affrontare l’emergenza profughi. Gianpaolo Bottacin, presidente della Provincia di Belluno: «I sindaci hanno condiviso la scelta di adottare la strategia della accoglienza diffusa. Ora la verifica della disponibilità di alloggi». Alla riunione organizzata da Palazzo Piloni sull’emergenza profughi hanno partecipato tutti gli enti interessati, dai sindaci alla Prefettura, dalle Ulss alle Comunità Montane, alle Diocesi.
«Alla strada di un unico grande centro di accoglienza, abbiamo preferito quella di una distribuzione sul territorio di chi arriverà sulle nostre montagne – ha spiegato Bottacin – . Ho quindi chiesto ai presenti di verificare le rispettive disponibilità, seguendo una sorta di classifica di preferenza: dapprima valutare quali siano le strutture pubbliche in grado di dare accoglienza, poi quelle private ad uso collettivo ed infine le realtà private famigliari».
«I sindaci mi faranno sapere quanto prima le caratteristiche degli alloggi atti ad ospitare i profughi e poi quali siano le associazioni disponibili a garantire un servizio a queste persone – ha continuato Bottacin – . Non dobbiamo dimenticare, infatti, che – oltre ad un tetto – queste persone hanno bisogno di cibo ed assistenza».
«Ancora non si è parlato di numeri, ma è bene essere pronti ed avere un piano efficace per affrontare la questione quando i profughi arriveranno. Tutti sono chiamati a fare la propria parte, secondo le proprie capacità», ha concluso il capo di Palazzo Piloni.

Share
- Advertisment -


Popolari

Quattro furti in abitazione ad Alano di Piave

Alano di Piave, 25 ottobre 2020  - Quattro furti in appartamento ad Alano di Piave nella serata di ieri. Ignoti, previa effrazione degli infissi,...

Tre interventi di soccorso in montagna

Belluno, 25 - 10 - 20    Alle 11 circa la Centrale del 118 è stata allertata dagli amici di un ragazzo colto da...

Auto e Moto d’Epoca. Bilancio positivo a Padova per la 37ma edizione della rassegna

Il patron Mario Carlo Baccaglini: “Siamo molto soddisfatti. La decisione di fare la fiera nonostante il grande momento di difficoltà ed incertezza del settore...

50 nuovi volontari della Protezione Civile. Padrin e Bortoluzzi: «Le tute fluo sono sempre più indispensabili per il nostro territorio»

Si è concluso oggi, domenica 25 ottobre, l'ultimo corso di Protezione Civile organizzato e curato dalla Provincia di Belluno. Hanno partecipato 50 persone, soprattutto...
Share