13.9 C
Belluno
domenica, Settembre 27, 2020
Home Prima Pagina Sanità. Nuove opere per 105 milioni, interventi a Pieve di Cadore e...

Sanità. Nuove opere per 105 milioni, interventi a Pieve di Cadore e Feltre

2,3 milioni per l’adeguamento del pronto soccorso di Pieve di Cadore Ulss n.1 e 2,5 milioni per l’adeguamento del pronto soccorso di Feltre Ulss n.2. Sono i due interventi in Provincia di Belluno del piano regionale  che prevede 14 nuove importanti opere in altrettanti ospedali del Veneto. E che potranno essere realizzate utilizzando finanziamenti per oltre 105 milioni di euro, reperiti all’interno dei fondi nazionali ex articolo 20 per gli investimenti in sanità. I progetti sono stati ammessi a finanziamento con una delibera approvata dalla Giunta regionale, nella sua ultima seduta su proposta dell’assessore alla sanità Luca Coletto. Le strutture interessate sono quelle di Vicenza, Asiago e Arzignano-Montecchio in provincia di Vicenza; Chioggia, San Donà e Mirano in provincia di Venezia; Camposampiero, Cittadella, Piove di Sacco ed il Policlinico del capoluogo in provincia di Padova; Pieve di Cadore e Feltre in provincia di Belluno; Montebelluna in provincia di Treviso; San Bonifacio, Borgo Roma e Borgo Trento nel veronese. Questo pacchetto di opere sarà oggetto di uno specifico Accordo di Programma tra la Regione del Veneto ed il Governo, per poi passare alla fase attuativa. “Si tratta di una manovra d’investimento di particolare valore – sottolinea Coletto – con interventi significativi come quelli di Arzignano-Montecchio, Chioggia ed Asiago, ed altri estremamente importanti per dare rinnovamento, maggiore funzionalità e sicurezza a molti altri nosocomi. Il rilievo di questo nuovo pacchetto di progetti, come di quelli che l’hanno preceduto – aggiunge Coletto – la dice lunga sull’importanza dei fondi nazionali ex articolo 20 per sostenere gli investimenti in sanità, ed il mancato rifinanziamento a livello nazionale di questa fonte di sostegno è per noi motivo di forte preoccupazione, anche a fronte della necessità di rientrare progressivamente dagli ammortamenti non sterilizzati in varie nostre Ullss, effettuati proprio per sostenere spese d’investimento”. Il parco progetti approvato con questa delibera è il seguente:

Ulls 3 – Ospedale di Asiago – 5,5 milioni per acquisti di apparecchiature, attrezzature, arredi e realizzazione di un parcheggio per il nuovo ospedale per il quale la gara d’appalto partirà in estate.
Ulss 5 – Ospedali Arzignano-Montecchio – 47,5 milioni per la realizzazione di una nuova struttura per acuti con 220 posti letto in sostituzione delle due esistenti.
Ulls 14 – Ospedale di Chioggia – 14 milioni per numerosi interventi di adeguamento e miglioramento dell’attuale nosocomio.
Ulss 10 – Ospedale di San Donà di Piave – 5 milioni per il servizio di dialisi, ambulatori e day surgery.
Ulss 13 – Ospedale di Mirano – 2,3 milioni per l’emodialisi.
Ulss 15 – Ospedali di Cittadella-Camposampiero – 1,9 milioni per il servizio dialisi ed il reparto di nefrologia.
Ulls 1 – Ospedale di Pieve di Cadore – 2,3 milioni per l’adeguamento del pronto soccorso.
Ulss 2 – Ospedale di Feltre – 2,5 milioni per l’adeguamento del pronto soccorso.
Ullss 6 – Ospedale di Vicenza – 5 milioni 389 mila euro per l’adeguamento del pronto soccorso e delle terapie intensive.
Ullss 8 – Ospedale di Montebelluna – 4 milioni per l’adeguamento del pronto soccorso.
Ullss 16 – Ospedale di Piove di Sacco – 2 milioni per l’adeguamento del pronto soccorso.
Ullss 20 – Ospedale di San Bonifacio – 1,8 milioni per l’adeguamento della viabilità di accesso al pronto soccorso.
Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona – 5,5 milioni per opere di adeguamento sismico a Borgo Trento e Borgo Roma.
Azienda Ospedaliera di Padova – 5,5 milioni per adeguamento sismico del corpo trattamenti.

Share
- Advertisment -



Popolari

Crescono gli iscritti al 5° Dolomiti Rally

A cinque giorni dalla chiusura delle iscrizioni, fissata alla mezzanotte di mercoledì 30 settembre prossimo, è già salito a 56 il numero degli equipaggi...

Ski College Veneto di Falcade. Presentata oggi la stagione 2020-2021 con oltre 60 atleti sciatori di snowboard, sci alpino e fondo

Falcade (Belluno), 26 settembre 2020 – «Vogliamo continuare ad alzare l'asticella e far sì che i nostri ragazzi possano raggiungere obbiettivi sempre più ambiziosi...

Nevegal, 8 anni di chiacchiere * di Fabio Bristot “Rufus”

Lette le dichiarazioni di Massaro, tra le quali spiccano per poca onestà intellettuale quelle secondo le quali non sarebbe "competenza del Comune di Belluno...

Nevegal. Stagione invernale fortemente compromessa. La delusione degli operatori del Colle

Solo uno scatto d'orgoglio o un colpo di scena può oramai salvare la stagione invernale del Nevegal. E' quanto si percepisce dalle osservazioni degli...
Share