13.9 C
Belluno
venerdì, Dicembre 4, 2020
Home Cronaca/Politica Trasferta a Roma di Bottacin e Ghezze per la consegna della delibera...

Trasferta a Roma di Bottacin e Ghezze per la consegna della delibera del referendum alla Cancelleria della Corte di Cassazione

Il presidente della Provincia di Belluno, Gianpaolo Bottacin, e quello del Consiglio provinciale, Stefano Ghezze, hanno depositato quest’oggi, presso la Cancelleria della Corte di Cassazione di Roma, la delibera con la quale si dà il via all’iter referendario per il passaggio del territorio della provincia bellunese dal Veneto al Trentino – Alto Adige.
Come annunciato, quest’oggi, a Roma, i presidenti Gianpaolo Bottacin e Stefano Ghezze hanno portato alla Corte di Cassazione la delibera approvata lo scorso 11 gennaio dal Consiglio provinciale di Palazzo Piloni, in cui è espresso il voto favorevole dell’aula all’avvio dell’iter referendario che ha per quesito: “Volete che il territorio della Provincia di Belluno sia separato dalla Regione Veneto per entrare a far parte integrante della Regione Trentino-Alto Adige?”.
«Non abbiamo voluto perdere tempo, nel pieno rispetto della volontà popolare dei cittadini bellunesi – hanno commentato i due – . Non appena ci è stata indicata una data utile per poter procedere alla consegna della documentazione, ci siamo attivati per depositare tutti gli atti necessari».
«Ci è stato riferito che la richiesta di referendum dovrebbe essere inserita già domani nella Gazzetta Ufficiale – hanno spiegato Bottacin e Ghezze – . Di lì, entro un mese si riunirà la preposta Commissione della Corte di Cassazione per verificare la legittimità tecnica del quesito: in caso di esito positivo, si potrà quindi procedere in questa prima fase della partita, che è quella referendaria: ad essa, è bene ricordarlo, seguirà poi quella legislativa (che si gioca in Parlamento). Contestualmente al deposito della delibera, quest’oggi abbiamo voluto procedere alla “domiciliazione legale” presso la sede dell’UPI, qui a Roma: sarà la nostra “base di appoggio” per i prossimi appuntamenti, nonché per i documenti che si renderanno necessari».

Share
- Advertisment -

Popolari

Abbondanti precipitazioni da venerdì pomeriggio. Divieti di circolazione dei mezzi pesanti

Belluno, 3 dicembre 2020  - Si è riunito stamane, in videoconferenza, il Comitato Operativo Viabilità, con la presenza delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del...

In arrivo 19 medici, 5 infermieri e 46 Operatori socio sanitari

Continua il rafforzamento dell’Ulss Dolomiti. Oggi sono stati assunti 46 OSS (Operatori Socio Sanitari) e sono stati conferiti incarichi libero professionali per l’emergenza COVID...

Spostamenti vietati tra comuni a Natale e Capodanno. De Carlo: “Discriminate le aree periferiche e montane. Il Governo riveda la norma”

“La chiusura dei confini comunali a Natale e Capodanno è una discriminazione verso le aree periferiche e montane. Il Governo riveda la norma e...

Verso un Natale e Capodanno blindati. Zaia: ” Chi vive a Milano o Roma è alla stessa stregua di chi vive in Comuni come...

Questa volta è un decreto legge con soli due articoli che lo stabilisce, blindato, come saranno blindate le nostre festività. In sintesi: Natale e Capodanno...
Share