13.9 C
Belluno
sabato, Settembre 19, 2020
Home Cronaca/Politica Approvato il progetto “Giovani in movimento”. La Provincia di Belluno capofila di...

Approvato il progetto “Giovani in movimento”. La Provincia di Belluno capofila di un progetto con la Regione Carinzia e l’Associazione “Casa per l’Europa” di Gemona del Friuli

Il 27 ottobre scorso il Comitato di Coordinamento dell’iniziativa Interreg IV “Small Project Fund Kärnten – Friuli Venezia Giulia – Veneto”, ha approvato la graduatoria dei progetti presentati lo scorso luglio. Il progetto “Giovani in movimento/Jugend in Bewegung” di cui capofila è la Provincia di Belluno con partner la Regione Carinzia, assessorato alle politiche giovanili, e l’associazione “Casa per l’Europa” di Gemona del Friuli, è risultato decimo in graduatoria risultando beneficiario del massimo di contributo concedibile pari a 75.000 euro. Il progetto nasce dalla volontà dei tre soggetti partner di rafforzare attraverso azioni concrete e comuni la rete transfrontaliera in materia di politiche giovanili. Specificatamente, le esperienze che i tre partner di progetto hanno sviluppato nel lavoro a diretto contatto con i giovani su vari livelli, ha fatto emergere la necessità e l’urgenza di affrontare in maniera congiunta e partecipata (attraverso il coinvolgimento attivo dei giovani stessi) una problematica attuale particolarmente complessa: la disoccupazione giovanile. Con la consapevolezza che il problema della disoccupazione è una questione di cui l’intera società deve farsi carico (e che quindi non riguarda solamente chi la vive direttamente), i tre soggetti proponenti considerano quanto mai urgente agire nei propri territori al fine di evitare che la disoccupazione giovanile divenga un fattore di lungo periodo, determinando così fenomeni di esclusione sociale. Attraverso l’incontro diretto di giovani provenienti da territori, paesi e culture differenti per scambiare esperienze e punti di vista su una tematica particolarmente sentita come quella della disoccupazione giovanile si vuole promuovere un importante momento per aumentare il loro senso di appartenenza ad un contesto comune quale quello europeo e a rafforzare la collaborazione ed il dialogo transfrontaliero, aspetto particolarmente rilevante in vista anche delle numerose opportunità rivolte ai giovani, che spesso non vengono sfruttate proprio perché non conosciute. L’intento dell’iniziativa, infine, è quello di promuovere fra i giovani coinvolti un approccio pro-attivo e innovativo nei confronti del problema disoccupazione attraverso lo sviluppo delle competenze e delle spinte motivazionali, la lotta a forme di esclusione sociale, la promozione dell’auto-imprenditorialità, etc. Infine, il progetto intende promuovere un metodo comune di lavoro fra i vari partner che valorizzi il protagonismo giovanile attraverso tecniche partecipative, sia per l’elaborazione del piano operativo, che per la gestione delle stesse attività e la realizzazione dei prodotti finali del progetto.

Share
- Advertisment -



Popolari

Gli appuntamenti di settembre e ottobre all’Insolita storia

Proseguono gli appuntamenti culturali al bar Insolita Storia di Belluno. Dopo il successo di giovedì 17 settembre con la presentazione del libro "sette giorni...

Auto e moto d’epoca. Il più importante mercato europeo dal 22 al 25 ottobre alla Fiera di Padova

Torna la rassegna Auto e moto d'epoca alla Fiera di Padova dal 22 al 25 ottobre 2020 L'edizione di quest'anno inizia all’insegna dell’emozione con due...

L’Ugo nel pagliaio. Venerdì alla Libreria Tarantola la presentazione del libro di Rapezzi

Riprendono gli incontri alla Libreria Tarantola di Belluno. Venerdì 25 settembre con inizio alle 18.30 si terrà la presentazione dell’ultimo libro di Ugo Rapezzi....

Contributi regionali per 6 milioni e mezzo per la valorizzazione delle destinazioni turistiche i

Venezia, 18 settembre 2020   “Le conseguenze del lungo periodo di lockdown ci hanno imposto la necessità di un rilancio complessivo e immediato dell’economia veneta...
Share