13.9 C
Belluno
sabato, Maggio 8, 2021
Home Cronaca/Politica Sulla caccia si va avanti per partito preso

Sulla caccia si va avanti per partito preso

Angelo Levis
Angelo Levis

“Da novello della politica, ma da persona che ha deciso di impegnarsi per cercare di migliorare questa società secondo un modello di sviluppo sostenibile, la seduta del consiglio Provinciale di lunedì scorso è stata indegna”. E’ quanto scrive in una nota Angelo Levis, capogruppo Italia dei Valori in consiglio provinciale. “Ho voluto far passare alcuni giorni, per “digerire” l’avvenuto, prima di esprimere l’amarezza e la scarsa considerazione che purtroppo ha dato la maggioranza che governa questa provincia su temi tanto importanti. Alcuni giorni per placare la rabbia per come certi rappresentanti politici attuali trattano le questioni. Ormai i consiglieri votano per partito preso senza interessarsi se eventuali emendamenti proposti possano migliorare gli atti da loro votati. Mi riferisco al nuovo regolamento sulla caccia licenziato questa settimana. A tale provvedimento avevo proposto (a termini di regolamento) una serie di emendamenti. Se alcuni di essi possono essere considerati lontani dalla linea politica della maggioranza, altri erano sostenuti da pareri (ISPRA) e studi (Istituto Zooprofilattico sperimentale delle Venezie) autorevoli. Per la cronaca è giusto ricordare che sul voto per decidere o meno la discussione delle proposte emendative il capogruppo della lega Gorza si è astenuto e successivamente all’approvazione ha dato uno spiraglio di apertura ad alcuni di essi. Ho letto su alcuni organi di stampa che l’atteggiamento del consigliere Gorza è stato definito un autogol. Tutto questo a dimostrazione che anche alcuni giornalisti considerano la politica alla stregua di una partita a scacchi insinuando nel cittadino l’idea che, dopo tutto, è così che si fa nella nostra società. Ho voluto ricordare il fatto e dare atto almeno a quei pochi che ancora sanno decidere con la propria testa e non per proprio vantaggio. Sul tema caccia come I.D.V. abbiamo cercato di rendere il testo equo tra due visioni presenti nella nostra società su tale tema. Sfortunatamente hanno prevalso gli interessi di una parte. Verificheremo tra qualche anno – conclude Levis – come le associazioni venatorie avranno gestito la fauna selvatica”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Efficientamento energetico, dissesto idrogeologico e sicurezza stradale. Belluno, Zoppè e Limana assegnatari di 384.640 euro

Belluno, Zoppè di Cadore e Limana sono i tre comuni del Bellunese tra i primi assegnatari dei fondi del Bando per l'efficientamento energetico. Secondo...

Fondo per i comprensori sciistici. De Carlo: “Soddisfatti, ma il provvedimento è troppo sbilanciato verso il Trentino Alto Adige”

“Abbiamo cercato di migliorare il Fondo per la montagna previsto dal Decreto Sostegni, provando a riequilibrare la ripartizione delle risorse su tutte le regioni,...

Fitoche, un progetto per salvare la montagna veneta, gli allevamenti e le produzioni

Il presidente Floriano De Franceschi: "un'iniziativa trasversale, con partner i cinque caseifici veneti di montagna, gli allevamenti ed il mondo della ricerca universitaria" Vicenza, 7...

Nuovo punto vaccinale a Sedico con Luxottica

Belluno, 7 maggio 2021 – L’Ulss Dolomiti, Comune di Sedico e Luxottica hanno definito congiuntamente un percorso collaborativo per attivare un nuovo Centro vaccinale...
Share