13.9 C
Belluno
martedì, Novembre 24, 2020
Home Cronaca/Politica Nel Paese dei balocchi dove i ministri sembrano veline e le veline...

Nel Paese dei balocchi dove i ministri sembrano veline e le veline ministri Zaia parla di meritocrazia

“Studiare è la chiave per costruire il proprio futuro. La conoscenza è un fattore imprescindibile per la crescita di un territorio. Ma dobbiamo legare aule e imprese, studio e lavoro, per agevolare l’ingresso e la permanenza dei giovani nel mondo del lavoro. Una laurea non deve finire sulla parete di casa, ad abbellire il soggiorno: deve essere un titolo utile, guadagnato al termine di un percorso serio, selettivo, di formazione culturale, un titolo spendibile poi nelle nostre imprese, affamate di innovazione e di idee”.
Con queste parole il presidente della Regione Veneto Luca Zaia commenta i dati di una indagine dell’Osservatorio Nord Est elaborata da Demos su università e lavoro. “Il merito deve tornare al centro del sistema scolastico e universitario italiano. Il merito e niente altro. Partendo da questo principio di base, bisogna guardare al federalismo come ad un’opportunità per facilitare l’incontro fra domanda e offerta. Certamente, il federalismo universitario migliorerebbe l’offerta formativa veneta. Le Regioni, che hanno il polso reale della situazione socio-economica dei territori che sono chiamate ad amministrare, possono e devono lavorare perché i tanti laureati nelle proprie università trovino la loro strada, possibilmente all’interno dei confini regionali perché anche loro contribuiscano allo sviluppo locale. La qualità, della formazione culturale come delle prestazioni lavorative, è l’unica vera arma contro la crisi”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Zaia presenta in diretta Facebook l’ordinanza breve valida dal 25 novembre al 4 dicembre

Sarà in vigore da domani, mercoledì 25 novembre, fino a venerdì 4 dicembre. Il 3 dicembre dovrebbe uscire il nuovo Dpcm valido per l'intero...

Flavia Monego: «Il ruolo della donna nel mondo del lavoro è sempre più difficile»

«Mi sono insediata un mese fa e ancora non mi capacito di quanto lavoro ci sia da fare per contrastare e prevenire la violenza...

Violenza donne. In Veneto 3.174 vittime accolte nei centri. Lanzarin: “Prosegue l’impegno finanziario per sostenerli”

Venezia, 24 novembre 2020  Sono 3.174 le donne seguite con percorso specifico dai Centri antiviolenza del Veneto in tutto l’anno scorso. Una flessione minima, 82...

Come funziona un comune? Corso gratuito promosso da ANCI Giovani Veneto

Come funziona un comune, qual è il ruolo di ANCI, come si legge un bilancio comunale, la gestione dei rifiuti, la comunicazione istituzionale e...
Share