13.9 C
Belluno
venerdì, Dicembre 4, 2020
Home Cronaca/Politica Il popolo della sinistra chiamato a pronunciarsi sui candidati alle regionali

Il popolo della sinistra chiamato a pronunciarsi sui candidati alle regionali

Domenica 31 gennaio alle ore 10,30 nella Sala Muccin del Centro Giovanni 23mo, in piazza Piloni (Belluno), si terrà l’incontro con i candidati per le primarie del 7 febbraio (seggi aperti dalle 8 alle 20).  Saranno presenti Dolores Bortolas, Paolo Vendramini, Paolo Bello e Sergio Reolon che parleranno di lavoro, scuola, salute, la montagna, l’acqua, l’autonomia. Tutti i grandi temi della sinistra. Le primarie, ahimè, nate come strumento di democrazia, per dare la possibilità agli elettori di scegliere chi sarà il candidato sul quale poi puntare compatti, si sono rivelate talvolta una lama a doppio taglio. E’ il caso, ad esempio, delle primarie della primavera del 2007 per la scelta del candidato sindaco di Belluno, che si trasformò in un duello all’ultimo sangue tra Maria Cristina Zoleo e Claudia Bettiol. Di più. In Puglia la recentissima sfida alle primarie tra Niki Vendola e Francesco Boccia ha visto il trionfo del primo. Un trionfo troppo consistente, secondo alcuni commentatori maliziosi, che nel computo dei votanti avrebbero identificato anche elettori della destra che, pur di evitare l’accordo con l’Udc qualora fosse stato Boccia il vincitore, si sarebbero presi la briga di andare alle urne per votare Vendola. Che aveva escluso fin dall’inizio la possibilità di correre insieme all’Udc. Un metodo, insomma, quello delle primarie, che funziona in altri Paesi, ma come al solito, applicato all’Italia, mostra i suoi lati peggiori. Ma è sempre meglio del “porcellum” ossia i listoni preconfezionati dalle segreterie dei partiti.

Share
- Advertisment -

Popolari

Abbondanti precipitazioni da venerdì pomeriggio. Divieti di circolazione dei mezzi pesanti

Belluno, 3 dicembre 2020  - Si è riunito stamane, in videoconferenza, il Comitato Operativo Viabilità, con la presenza delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del...

In arrivo 19 medici, 5 infermieri e 46 Operatori socio sanitari

Continua il rafforzamento dell’Ulss Dolomiti. Oggi sono stati assunti 46 OSS (Operatori Socio Sanitari) e sono stati conferiti incarichi libero professionali per l’emergenza COVID...

Spostamenti vietati tra comuni a Natale e Capodanno. De Carlo: “Discriminate le aree periferiche e montane. Il Governo riveda la norma”

“La chiusura dei confini comunali a Natale e Capodanno è una discriminazione verso le aree periferiche e montane. Il Governo riveda la norma e...

Verso un Natale e Capodanno blindati. Zaia: ” Chi vive a Milano o Roma è alla stessa stregua di chi vive in Comuni come...

Questa volta è un decreto legge con soli due articoli che lo stabilisce, blindato, come saranno blindate le nostre festività. In sintesi: Natale e Capodanno...
Share