13.9 C
Belluno
sabato, Settembre 26, 2020
Home Cronaca/Politica Incontro a Verbania per le Province alpine di Belluno, Sondrio e VCO....

Incontro a Verbania per le Province alpine di Belluno, Sondrio e VCO. A dicembre un tavolo tecnico per avanzare proposte a Roma sulla compartecipazione fiscale

Le tre Province alpine di Belluno, Sondrio e Verbano Cusio Ossola sono tornate a confrontarsi con la riunione tenutasi oggi a Verbania. Si è trattato di un incontro successivo a quello dello scorso agosto e precedente quello più tecnico, già fissato per metà dicembre. Un gemellaggio tra realtà territoriali molti simili per dimensioni, densità demografica, caratteristiche geografiche, geomorfologiche e fisionomia socio-economica: piccole, periferiche, montane, transfrontaliere. Elementi che rappresentano criticità ma anche un buon potenziale che si vuole mettere a frutto ottenendo dallo Stato centrale il mantenimento sul territorio di parte delle risorse prodotte. Un principio che stamani è stato ribadito dal Presidente della Provincia di Belluno, Gianpaolo Bottacin, dall’Assessore della Provincia lombarda Costantino Tornadù (intervenuto in rappresentanza del Presidente Massimo Sertori) e dal Presidente del VCO Massimo Nobili. «Si punta a poter nuovamente beneficiare di una legge dello Stato che riconosca alle tre Province l’incasso diretto dei canoni idrici – ha spiegato Bottacin – . Va detto tuttavia che due “consorelle” già attualmente possono vantare rapporti con le rispettive Regioni che assicurano loro per questa voce un introito pari a 12 milioni di euro (Belluno), 8 milioni (Sondrio). «Il pressing congiunto sul Governo ha già fruttato un primo risultato – ha rimarcato il presidente Bottacin – . Parlo dell’assegnazione di una parte dell’addizionale sul consumo energetico industriale superiore ai 200 kilowatt, che per noi significa 2,5 milioni di euro l’anno. Tutto ciò mette in evidenza come si ottengano risposte positive rapportandosi con Roma in modo unitario e determinato, come un gruppo di lavoro con le idee chiare che conosce in modo approfondito quello di cui parla. Ed è per questo che il prossimo passo sarà quello di elaborare delle simulazioni numeriche che raffigurino concretamente a quali compartecipazioni fiscali possiamo ambire all’interno di un quadro di federalismo amministrativo».

Share
- Advertisment -



Popolari

Colori, sapori e profumi d’inverno a Villa Patt di Sedico

Anche il Gruppo micologico "Bresadola" di Belluno presente alla manifestazione "Colori, sapori e profumi d'autunno" a Villa Patt di Sedico. Nelle giornate di sabato dalle...

Divani Chesterfield sempre più acquistati anche online

Il divano è uno degli accessori più importanti dell’abitazione. Ecco perché quando si sceglie questo arredo occorre puntare su artigianalità e cura dei dettagli....

Elettrodotto. Vendramini: “Se il progetto iniziale verrà disatteso, siamo pronti a rivolgerci alla Procura”

Un report emerso dalla Provincia rimette in discussione il piano di "Razionalizzazione e sviluppo della RTN nella media valle del Piave".  E le amministrazioni...

Nevegal. Massaro: “Gli impianti potranno essere trasferiti al Comune solo se si troverà un gestore”

La società aggiudicataria, Paragon Business Advisors di Zola Predosa, ha presentato lo studio sul Nevegal che gli era stato commissionato dal Comune di Belluno,...
Share