13.9 C
Belluno
martedì, Dicembre 1, 2020
Home Cronaca/Politica Presentate le tre mozioni per il congresso del Pd e le primarie...

Presentate le tre mozioni per il congresso del Pd e le primarie di domenica 25 ottobre per il segretario regionale e nazionale del partito. Matteo Fiori non ci sta e critica i vertici impegnati a discutere di poltrone.

Si è tenuto ieri sera (mercoledì 9) il convegno-dibattito del Partito democratico per presentare le tre mozioni dalle quali uscirà il segretario regionale e nazionale con il voto delle primarie di domenica 25 ottobre. La Sala Muccin era al completo per ascoltare Andrea Causin candidato alla segreteria regionale e rappresentante della mozione Franceschini; Rosanna Filippin candidata e rappresentante della  Mozione Bersani; e  Luigi Creazzo in rappresentanza del candidato Felice Casson e della Mozione Marino. Moderatore della serata il coordinatore del Pd di Belluno Michele Dal Farra che ha posto alcune questioni politiche ai relatori. Rosanna Filippin ha parlato di un peccato originale del Pd quando ha troncato i rapporti con la sinistra alleandosi con l’Italia dei valori. Luigi Creazzo, ha ricordato la differenza tra le amministrazioni locali rette dalla sinistra e il governo centrale di Prodi.  Andrea Causin ha parlato della questione del Nord-Est dove la crisi economica ha coinvolto 5mila imprese e 25mila lavoratori. Ma sono solo la punta di un iceberg, perché le imprese sotto i 15 dipendenti non figurano in queste statistiche. Causin sollecitato anche i vertici di partito che hanno fallito a mettersi da parte. Ma il Pd deve “salvare il soldato Galan” dall’aggressione della Lega per la poltrona regionale? Causin ha detto no. Anche Creazzo ha rigettato l’ipotesi. Secondo la Filippin il candidato della Regione Veneto sarà deciso tra Berlusconi e Bossi. E se Bossi vuole il Veneto Berlusconi glielo concede temendo per il governo. Così Galan si ritirerà ubbidendo al suo “papi”». E l’alleanza con l’Udc? Per Creazzo non s’ha da fare! Filippin sì. Causini forse. Dalla platea arrivano forti critiche ai relatori e al conduttore della serata per le “inutili domande”. Matteo Fiori, vecchio dirigente del Pci attacca frontalmente dicendo che la montagna non è stata sfiorata da nessuno dei tre! E conclude dicendo: «E’ mai possibile che i vecchietti di Livinallongo siano costretti ad andare a prendere l’insulina per il diabete ad Agordo? Mentre il Pd discute sulla conservazione delle poltrone! E quante volte sono venuti i vertici regionali del Pd a discutere sulla gestione del territorio?»

Share
- Advertisment -

Popolari

Misure anti-Covid, la Provincia vara una “manovra” da 2,5 milioni di euro. 500mila euro a Dolomitibus e 500mila agli impianti di risalita

Belluno, 30 novembre 2020 - È stata approvata questa mattina dal consiglio provinciale la nona variazione al bilancio di previsione, contenente un'importante manovra anti-Covid....

Qualità della vita, Belluno scende al 19mo posto. Padrin: «Viviamo in un territorio magnifico. Ci penalizza solo la dimensione demografica»

«Lavoro, benessere sociale e ambiente confermano il valore del territorio Bellunese. Ancora una volta pesa la demografia, e quest'anno c'è anche il Covid a...

In Crepadona la “Quarta piazza” di Belluno, interamente coperta da una formidabile vetrata

Belluno, 30 novembre 2020 - "Saranno raddoppiati gli spazi a disposizione dei ragazzi per lo studio e la biblioteca grazie al recupero della corte...

Auto investe animale selvatico sul Boscon e viene a sua volta tamponata da altri due veicoli

Belluno, 30 novembre 2020 - Alle ore 05:55  di questa mattina, una Fiat Uno bianca condotta da T.A. 53enne bellunese, in transito da Belluno...
Share