13.9 C
Belluno
venerdì, Febbraio 26, 2021
Home Cronaca/Politica Ottima riuscita della manifestazione Al Pojat di Farra d'Alpago: devoluti oltre 3.000...

Ottima riuscita della manifestazione Al Pojat di Farra d’Alpago: devoluti oltre 3.000 in beneficenza

Esito più che positivo per la manifestazione Al Pojat, iniziativa inaugurata lunedì 10 agosto 2009 nei pressi del campo sportivo Bartolomeo Canevini di Farra d’Alpago. Ammonta ad oltre 3.000 euro la somma ottenuta dalla vendita dei sacchetti di carbone, prodotto dal complesso e lungo processo di carbonizzazione della legna che si è concluso nelle giornate di mercoledì 26 e giovedì 27 agosto 2009. L’importante iniziativa, fortemente voluta dal Comitato del Pojat e patrocinata dal Comune di Farra, in collaborazione con la Proloco, il comitato Sant’Appollonia, il Gruppo Alpini di Farra e il Gruppo Cacciatori, è terminata con un ottimo bilancio. Nelle giornate del 6 e 8 settembre, rispettivamente in occasione dell’evento Percorso Antichi Mestieri e della celebrazione della Madonna del Runal, la vendita dei sacchettini di carbone ha fruttato la raccolta di oltre 3.000 euro, che verranno interamente devoluti in beneficenza. L’acquisto si è rivelato, dunque, un gesto di grande solidarietà ricambiato dall’ottima qualità del carbone distribuito: il legname impiegato per il Pojat deriva dai boschi locali aventi la certificazione  PEFC (un programma di riconoscimento della qualità del legname e delle foreste da cui è ricavato secondo i criteri validi a livello internazionale per la gestione sostenibile delle foreste). “Una manifestazione riuscitissima” – commenta l’assessore alla cultura Luca Padovan – “Tutti gli obiettivi che ci eravamo prefissati sono stati raggiunti. In primo luogo proporre la rievocazione storica della costruzione del Pojat e la riscoperta delle antiche tradizioni del territorio. Un soddisfazione anche il ricavato della vendita dei sacchetti di carbone, una risposta da parte della popolazione che è andata ben oltre le nostre aspettative. Come considerazione finale, ma sicuramente più importante, la grande sorpresa dovuta all’attiva e costante partecipazione dei giovani del paese che sono riusciti a creare un gradevolissimo clima di aggregazione e festa”L’assessore Luca Padovan desidera, inoltre, ringraziare l’assessorato all’agricoltura e foreste nella persona di Fortunato Calvi, il cui impegno è risultato fondamentale per la miglior riuscita dell’evento, gli enti organizzatori, i partecipanti e la cittadinanza tutta. Le scorte di carbone non sono terminate: chi desidera acquistare un sacchetto può rivolgersi a Tulio Calvi (Comitato del Pojat)

Share
- Advertisment -

Popolari

Contrattazione sociale in provincia di Belluno: le Linee Guida per il 2021 di Cgil-Cisl-Uil

Lotta alla povertà e alla disuguaglianza sociale, politiche concrete in favore di anziani e giovani, nuove infrastrutture sanitarie per combattere la diffusione del Covid-19....

Nominati da Zaia i nuovi direttori generali della sanità veneta

Venezia, 26 febbraio 2021 - Il presidente della Regione, Luca Zaia, ha nominato oggi i nuovi direttori generali delle nove Ullss, delle due Aziende ospedaliere...

Lupo avvistato nella zona dell’Oltrerai di Ponte nelle Alpi. De Bon: «Nessun rischio per l’uomo. Ma gli animali domestici vanno custoditi adeguatamente»

I tecnici della Provincia e il consigliere delegato Franco De Bon hanno incontrato questa mattina il sindaco di Ponte nelle Alpi, per analizzare la...

Maria Grazia Carraro è il nuovo direttore generale della Ulss 1 Dolomiti

Maria Grazia Carraro, laureata in Medicina e Chirurgia all'Università di Padova, con Specializzazione in Igiene e medicina preventiva, è il nuovo direttore generale della...
Share