13.9 C
Belluno
martedì, Dicembre 1, 2020
Home Cronaca/Politica La "giunta itinerante" inizia la trasferta da Zoppè di Cadore e Borca...

La “giunta itinerante” inizia la trasferta da Zoppè di Cadore e Borca di Cadore

A un mese dal suo insediamento, la giunta provinciale muove i primi passi. E sceglie il Comune più piccolo, Zoppè di Cadore, per avviare quello che è stato definito “la giunta itinerante” che caratterizzerà questo mandato. «L’azione della nostra giunta è e sarà improntata all’attenzione costante e concreta al territorio – si legge in una nota –  Per questo siamo venuti qui a Zoppè, il comune più piccolo della nostra provincia. Quella di oggi è stata la prima delle giunte itineranti che faremo nel corso del nostro mandato». Ad accogliere il presidente Gianpaolo Bottacin e la sua giunta stamattina a Zoppè di Cadore c’era il sindaco Renzo Bortolot che ha accompagnato l’esecutivo provinciale al museo etnografico e quindi effettuato un sopralluogo in vista di una possibile sistemazione della strada che collega Zoppè alla Valle del Boite. Un’ arteria che potrebbe costituire un’alternativa, in caso di emergenza, alla strada che sale dalla Valle di Zoldo. 
 Tra i punti all’ordine del giorno approvati nella seduta di oggi, anche quello con il quale l’Amministrazione provinciale accetta di chiudere il contenzioso che la opponeva alla Carma di Pieve d’Alpago. E’ stata accettata infatti la transazione di 45 mila euro (cifra di poco inferiore a quanto chiesto dalla Provincia) proposta dell’azienda produttrice di detersivi per arrivare a conclusione della causa civile intentata alla stessa Carma per i danni patrimoniali, non patrimoniali e ambientali seguiti all’inquinamento del Rai nel Natale 2004. Altro punto all’ordine del giorno approvato è quello relativo alla formulazione di osservazioni al piano territoriale regionale di coordinamento adottato dalla Regione Veneto. «Le nostre osservazioni – spiega Bottacin – vanno nel senso di una semplificazione dello stesso piano, concedendo più autonomia alle amministrazioni locali». C’è stata, inoltre, l’approvazione dei progetti preliminare, definitivo ed esecutivo per la metanizzazione degli impianti termici presso gli istituti scolastici Calvi, Renier e Galilei di Belluno, lavori che prevedono un importo complessivo di 269 mila euro. Al termine della seduta, il presidente e la giunta si sono recati a Borca di Cadore dove, insieme al sindaco, Massimo De Luca, hanno effettuato un sopralluogo  alla frana di Cancia (nelle immagini).

Share
- Advertisment -

Popolari

Misure anti-Covid, la Provincia vara una “manovra” da 2,5 milioni di euro. 500mila euro a Dolomitibus e 500mila agli impianti di risalita

Belluno, 30 novembre 2020 - È stata approvata questa mattina dal consiglio provinciale la nona variazione al bilancio di previsione, contenente un'importante manovra anti-Covid....

Qualità della vita, Belluno scende al 19mo posto. Padrin: «Viviamo in un territorio magnifico. Ci penalizza solo la dimensione demografica»

«Lavoro, benessere sociale e ambiente confermano il valore del territorio Bellunese. Ancora una volta pesa la demografia, e quest'anno c'è anche il Covid a...

In Crepadona la “Quarta piazza” di Belluno, interamente coperta da una formidabile vetrata

Belluno, 30 novembre 2020 - "Saranno raddoppiati gli spazi a disposizione dei ragazzi per lo studio e la biblioteca grazie al recupero della corte...

Auto investe animale selvatico sul Boscon e viene a sua volta tamponata da altri due veicoli

Belluno, 30 novembre 2020 - Alle ore 05:55  di questa mattina, una Fiat Uno bianca condotta da T.A. 53enne bellunese, in transito da Belluno...
Share