13.9 C
Belluno
lunedì, Gennaio 25, 2021
Home Cronaca/Politica Frana di Cancia: omicidio colposo!

Frana di Cancia: omicidio colposo!

Sulla tragedia  di Borca di Cadore interviene Valerio Tabacchi in veste di consigliere comunale del Comune cadorino. “Ha ragione Giuliano Zanetti, non si è trattato di una tragedia, ma di un omicidio colposo! – afferma il coordinatore del Pd –  Tutti i borcesi sanno che la burocrazia statale, regionale ed europea ha ritardato per undici anni l’ampliamento dell’invaso, ma sanno anche che quel progetto non è adeguato a salvare Cancia. Più volte tecnici di Borca o esterni al paese hanno espresso dubbi, dicendo che è difficile contenere un oceano di acqua e ghiaia costruendoci sotto “una vasca da bagno”. E allora perché l’Amministrazione e lo Studio Galli hanno continuato a “spingere” verso quella soluzione? L’invaso lo possiamo fare anche enorme in modo che contenga 120.000 mc ma non sarà sufficiente se non creiamo una possibilità di sfogo costante all’acqua ed ai sassi senza deviare, innaturalmente, a monte il corso che per i secoli i detriti hanno sempre fatto. Riprendiamo velocemente in mano i progetti stilati dalle Università e dagli studi tecnici scegliendo quello che salvaguarda le persone e non quello che costa meno o difenda le case. Se il problema sono gli immobili da abbattere vicino all’ex colonia Agip, venga data con il nuovo Pat (ex Prg) la possibilità di ricostruire gli edifici a rischio frana, o che sarebbero investiti dall’eventuale canale di sfogo, in un’altra parte del paese, più sicura. Ne guadagnerebbero tutti, i cittadini di Borca in primis ma anche quei turisti che non penso siano interessati ad avere una seconda casa “vista tragedia”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Incidente all’ambulanza del Suem

Ponte nelle Alpi, 24 gennaio 2021 - Alle 9:30 di questa mattina i vigili del fuoco sono intervenuti lungo la SS 51 in via...

Ricognizione sul territorio. Padrin: «Il problema maggiore riguarda le risorse; le nevicate hanno esaurito i budget dei Comuni montani»

Dopo l'ultimo episodio di maltempo, la Provincia ha voluto capire quale fosse la situazione sul territorio. Soprattutto in montagna, dove sono caduti dai 30...

Una task force di medici e amici del Rotary per sconfiggere il Covid-19

Sono oltre un centinaio i soci del Rotary del Triveneto, medici e non solo, che hanno aderito ad End Covid Now, offrendo la propria...

Covid, “zona Sudtirol”. Bond (FI): «Bolzano ancora una volta fa quello che vuole. Assurdo, soprattutto per i territori contermini»

«Il governo sa che oltre a rossa, arancione e gialla esiste anche la "zona Sudtirol"? E lo sa che a Bolzano fanno quello che...
Share