13.9 C
Belluno
sabato, Marzo 6, 2021
Home Prima Pagina In farmacia informazioni alle donne per prevenire le violenze dentro e fuori...

In farmacia informazioni alle donne per prevenire le violenze dentro e fuori la famiglia

Le farmacie venete sono veicolo della campagna di prevenzione “Guarda avanti con sicurezza. Chiedi rispetto.” E’ il messaggio che lancia alle donne l’assessorato regionale a Diritti Umani e Pari Opportunità attraverso la rete delle farmacie venete, diffuse capillarmente nel territorio e punti di riferimento sia per i cittadini che per le istituzioni. La campagna di informazione e sensibilizzazione parte in questi giorni. “Abbiamo colto subito l’opportunità di trasmettere alle donne informazioni e consigli sul come prevenire o reagire ai maltrattamenti – afferma Annamaria Brusadini, presidente di Federfarma Veneto, l’unione regionale dei titolari di farmacia – perché spesso la loro difficoltà è proprio quella di riconoscere le vere situazioni di pericolo, sapere a chi rivolgersi in caso di necessità, con chi confidarsi, come comportarsi con i figli. Le farmacie, forti del binomio formato dal radicamento nel territorio e dalla professionalità dei farmacisti, hanno già collaborato l’anno scorso con la Giunta Regionale e l’Osservatorio Nazionale sulla Violenza Domestica di Verona su questo tema, proponento alle donne venete dei questionari molto utili per chi studia questo fenomeno. Con questa campagna proseguiamo il nostro impegno a favore delle donne”. Destinatarie dell’iniziativa sono proprio le donne: la violenza domestica è un fenomeno grave  che non accenna a diminuire. “Fortunatamente, però – ha commentato l’assessore regionale Marialuisa Coppola presentando l’iniziativa – è anche un tema a cui le istituzioni e la società civile, a livello internazionale, comunitario e nazionale, stanno dedicando una crescente attenzione. Nel mio ruolo di Assessore ai Diritti Umani e alle Pari Opportunità della Regione del Veneto intendo continuare a sostenere la sensibilizzazione su questo fenomeno, attraverso progetti concreti di sostegno alla cultura delle pari opportunità, in sinergia con le diverse istituzioni impegnate su questi fronti, per creare una vera rete di informazione e di servizi adeguati.” “Prevenzione e contrasto al fenomeno della violenza contro le donne e in famiglia” è il nome dell’iniziativa, attivata in partenariato con la Commissione Regionale per le Pari opportunità tra uomo e donna e finalizzata alla realizzazione e alla diffusione di materiale informativo contenente consigli alle donne per la prevenzione e l’individuazione di situazioni di pericolo e completa di indicazioni utili in caso di violenza. E’ stata realizzata con il supporto scientifico dell’Osservatorio Nazionale sulla Violenza Domestica con sede a Verona. Pieghevoli e locandine sono i materiali attraverso i quali passeranno i messaggi della campagna. Tra i tanti suggerimenti utili ci sono quelli inerenti il rapporto con i sanitari e il Pronto Soccorso, con le forze dell’ordine. Si spiegano i rischi di accuse quali “sottrazione” o “abbandono” di minore. Si invita a “non sottovalutare il primo episodio perlopiù di violenza psicologica”. Insomma, partecipando attivamente alla campagna i farmacisti del Veneto danno voce e attenzione a un fenomeno reale che spesso fonda il proprio effetto dannoso proprio sul silenzio o l’incapacità di ascolto.

Share
- Advertisment -

Popolari

Treno delle Dolomiti. Scopel: «Attendiamo gli elaborati dalla Regione Veneto»

«Prendiamo atto della scelta del tracciato del Treno delle Dolomiti operata dalla Regione Veneto. Se è vero, come leggiamo dalla stampa, che gli studi...

Il sole illumina la prima tappa della WinteRace 2021

Cortina d’Ampezzo, 5 marzo 2021 - Al via questa mattina alle ore 9.00 da Corso Italia l’ottava edizione della WinteRace. Sotto un cielo terso, le...

Da lunedì il Veneto torna arancione. Ecco le regole

"Il Veneto in zona arancione da lunedì 8 marzo. Ma le scuole non chiuderanno". Lo ha anticipato nella conferenza stampa in diretta su Facebook...

Acc, Ex-Embraco. Nobis (Fim-Cisl): concretizzare subito progetto Italcomp, a rischio 750 famiglie

Questa mattina i lavoratori della ACC di Mel (Belluno) sono in presidio davanti ai cancelli dell'azienda, una prima azione di mobilitazione – dice il segretario...
Share