13.9 C
Belluno
mercoledì, Agosto 10, 2022
Home Cronaca/Politica Sui tagli ai fondi per la promozione turistica da parte della Regione...

Sui tagli ai fondi per la promozione turistica da parte della Regione intervengono gli operatori turistici del Comelico e del Cadore

A seguito della conferenza dei soci ordinari territoriali del Consorzio Dolomiti convocata a Belluno in data 5 giugno,  i rappresentanti dei Consorzi Turistici di Comelico-Sappada, della Val Comelico, dell’Alto Cadore (S.Vito-Valboite), Dolomiti Card e Altre Cime (Auronzo e Misurina) si sono riuniti in data 11 giugno ad Auronzo di Cadore presso la sede del locale Consorzio Turistico. L’incontro della macro area Cadore (oltre 600 imprese turistiche cadorine rappresentate) ha avuto come principale punto all’ordine del giorno la discussione dei tagli al piano esecutivo annuale (Pea) del Consorzio Dolomiti da parte della Regione e dei conseguenti tagli che verranno applicati alla nostra macro area. Se venissero confermate le indiscrezioni che vedono per l’anno 2009 un ammanco pari al 25% (per la macro area Cadore vorrebbe dire un taglio pari a 120.000 euro) e per l’anno 2010 il taglio totale del Pea per le imprese turistiche sarebbe un danno economico gravissimo.  Abbiamo pertanto chiesto al più presto un incontro con il Presidente Virginio Piccin e l’intero consiglio direttivo del Consorzio Dolomiti per capire le motivazioni che spingono l’Assessore al turismo della Regione Gianfranco Manzato a boicottare il sistema del piano esecutivo annuale (PEA) affidato alle strutture associate che era stato messo a punto dall’ex Assessore Floriano Prà e studiare le eventuali contromosse perchè non è possibile subire un danno di questa portata senza reagire.  Infine ci preme precisare visto che la questione è stata frettolosamente bollata dall’Assessore Manzato come campagna elettorale, che siamo soggetti apolitici (non abbiamo mai dato ne daremo alcuna indicazione di voto ai nostri associati), vogliamo solo denunciare all’opininione pubblica la situazione affinchè il Consorzio Dolomiti ottenga dalla Regione quanto è stabilito dai tetti di spesa approvati in precedenza dalla Giunta regionale.

Gianluigi Topran D’Agata
Presidente Consorzio Val Comelico
Lorenzo Caldart
Presidente Consorzio Altre Cime Auronzo-Misurina
Patrizio Dal Ben
Presidente Consorzio Dolomiti Card
Tarcisio Fiori
Presidente Consorzio Alto Cadore S.Vito-Valboite
Daniele Kratter
Presidente Consorzio Comelico-Sappada

Share
- Advertisment -

Popolari

Tre Cime. Dolomiti Bus si scusa con i viaggiatori: «Stiamo installando una nuova obliteratrice per diminuire i tempi di attesa»

Questa mattina si sono registrati alcuni ritardi nel servizio Dolomiti Bus relativo alle Tre Cime di Lavaredo. La biglietteria è rimasta inattiva per un'ora...

Auronzo Comelico, De Menech: “Sentenza storica del Tar”

Belluno, 9 agosto 2022   -   "Accogliamo con soddisfazione la sentenza del Tar grazie alla quale sono stati rigettati i nuovi vincoli paesaggistici su Auronzo...

Rigenerazione dell’ex caserma Fantuzzi, il consiglio provinciale vara l’atto di indirizzo preliminare alla permuta con l’Agenzia del Demanio

Approvato anche il Dup 2023-2025. Padrin: «Raggio dell'azione di governo ridotto per il crollo delle entrate» L'idea di riqualificare l'ex caserma Fantuzzi e realizzare una...

Vincoli Comelico-Auronzo, la Provincia tra i vincitori del ricorso. Il presidente: «La tutela della montagna non può prescindere dalla lotta allo spopolamento»

«Se c'è una pietra tombale sulla tutela della montagna e dei paesaggi dolomitici, è lo spopolamento, nient'altro. Lo ha compreso anche il Tar». È il...
Share