Thursday, 22 August 2019 - 09:48
direttore responsabile Roberto De Nart

Maggiore autonomia al Trentino – Alto Adige. Bond: “Una questione nazionale e non solo bellunese. I rischi sono elevatissimi per tutto il Nord Italia”

Dic 6th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Dario Bond, consigliere regionale Pdl

Dario Bond, consigliere regionale Pdl

“Il conferimento di maggiore autonomia fiscale e impositiva al Trentino-Alto Adige non è una questione solo e soltanto bellunese, ma nazionale. Ed è sul piano nazionale che bisogna agire, coinvolgendo tutti i ministri di questo Governo di larghe intese, che rischia di ripetere gli errori del passato, andando a creare nuove forme di disparità tra territori confinanti”.

A dirlo è il capogruppo del Pdl-Ncd Dario Bond che così interviene nel dibattito attorno all’emendamento del Governo depositato nei giorni scorsi in Commissione bilancio e che recepisce l’accordo con le Province di Trento e Bolzano in materia di rapporti finanziari.

“Se questo emendamento divenisse definitivo, le due realtà autonome avranno competenza legislativa in materia di finanza locale e potranno istituire nuovi tributi locali, modificare le aliquote, introdurre esenzioni, detrazioni e deduzioni, definire le modalità di riscossione. Questo significa che si andrebbe a introdurre un nuovo elemento di concorrenza sleale tra territori. Il Trentino-Alto Adige diventerebbe ancora più attrattivo soprattutto per le nostre aziende”.

 

“E’ fin troppo evidente che ci troviamo di fronte all’ennesimo atto di prevaricazione, davvero inopportuno in un momento in cui il nostro territorio è in fortissima crisi”, rimarca Bond. “Dobbiamo chiedere ai nostri ministri che senso ha introdurre un elemento come questo in questa precisa fase storica, se davvero si rendono conto del danno che potrebbero arrecare a tutte le realtà ordinarie, in particolare nel Nord Italia”.

Share

6 comments
Leave a comment »

  1. Mentre i nostri inetti politici dormono, quelli del Trentino Alto Adige agiscono.

  2. Bond,il problema è che a quelli di Savona e Parma non percepiscono la disuguaglianza.
    Siamo solo noi che subiamo una concorrenza devastante.

    Comunque schifo a prescindere.

  3. Ma Bond ha una visione più ampia rispetto alla nostra piccola terra che gli sta stretta.
    Dovrebbe ambire alle europee.

  4. E cosa farà Bond di concreto? NULLA.

  5. Bond, capogruppo Pdl-Ncd-abc-def-ghi-…chi più ne ha più ne metta.
    Ma chi rappresenta ora?

  6. Facile, come al solito rappresenterà i suoi interessi.