Tuesday, 12 December 2017 - 16:03

Referendum per la fusione di Quero e Vas. Bond: “Inequivocabile segnale di semplificazione. GIovedì arriva in consiglio regionale la fusione di Longarone e Castellavazzo”

Ott 28th, 2013 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Dario Bond, consigliere regionale Pdl

Dario Bond, consigliere regionale Pdl

“I cittadini di Quero e di Vas hanno dimostrato grande senso di responsabilità. Penso che dal Basso Feltrino sia partito un messaggio importante alle Istituzioni sia locali che nazionali”.

A dirlo, all’indomani del referendum per la fusione dei comuni bellunesi di Quero e di Vas, è il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale Dario Bond. “L’alta affluenza alle urne in due territori contrassegnati da un’alta concentrazione di iscritti all’Aire dimostra che i cittadini partecipano alla vita politica se ci sono proposte concrete e condivise con il territorio”.

“Quero e Vas sono stati i primi comuni in Veneto a chiedere di fondersi secondo le nuove normative. Hanno avuto il coraggio e la lungimiranza di non aspettare che altri facessero il loro lavoro. Gli amministratori locali hanno avviato un confronto serrato con la Regione e in tempi brevi hanno concretizzato. Dal canto mio, mi sono occupato dell’abolizione del quorum nella convinzione che questi processi virtuosi non possono essere ostaggio di percentuali difficilmente raggiungibili in zone dove gli iscritti Aire sono tantissimi”.

“La bontà di questo progetto di fusione sta nella gradualità dell’approccio: con l’Unione Setteville, nata nel 2000, le amministrazioni hanno dimostrato coi fatti l’efficacia della sinergia tra uffici e servizi”.

“Ora perché la fusione diventi definitiva servono degli atti di ratifica da parte della Regione: come consigliere regionale bellunese sarà mio compito premere sull’acceleratore”, la rassicurazione del capogruppo del Pdl.

Ed è ai nastri di partenza anche il progetto di fusione dei comuni di Longarone e Castellavazzo: dopo il via libera da parte della Prima Commissione, il progetto di legge arriverà nell’aula del Consiglio regionale giovedì 31 ottobre (secondo punto all’ordine del giorno). “Le nostre amministrazioni stanno dimostrando lungimiranza”, conclude Bond.

Share

7 comments
Leave a comment »

  1. BHO

  2. Zanolla a Quero e Roccon a longarone? quelli del Bim sempre nin prima linea?

  3. Pdl o forza italia?

  4. L’alta affluenza alle urne ?????
    “hanno votato 43,02 per cento, ma se si escludono dal conteggio gli iscritti all’Aire l’affluenza sale al 50,7…”
    Se non ci fossero state le leggine sui quorum fatte “a convenienza” di bond & co. adesso sarebbero ca…
    Se la “legge fosse uguale per tutti” Feltre sarebbe Trentina…

  5. Hanno modificato la legge per quero-vas?

  6. Esclusivamente a partire da Quero-Vas. Infatti “Mi chiamo Bond,…Dario Bond” ha detto: “Dal canto mio, mi sono occupato dell’abolizione del quorum nella convinzione che questi processi virtuosi non possono essere ostaggio di percentuali difficilmente raggiungibili in zone dove gli iscritti Aire sono tantissimi”.
    Che bravo! Però si è guardato bene dal preoccuparsene prima, quando c’erano in ballo i referendum comunali per l’autonomia provinciale che avevano lo stesso problema dell’Aire, se non maggiore.
    Manco ciacole e pì fatti.

  7. […] Referendum per la fusione di Quero e Vas. Bond all’indomani: […]

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.