13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 26, 2024
HomeArte, Cultura, SpettacoliAppuntamentiBorgo Valbelluna, come un cammino promuove l'ambiente

Borgo Valbelluna, come un cammino promuove l’ambiente

Borgo Valbelluna 16, 18, 19 maggio, la terza settimana del festival Camminando. Esperienze, sensazioni, emozioni parla di piccoli cammini che offrono grandi esperienze insieme a Giovanni Carraro.

Dopo il successo della prima camminata letteraria e il week end dedicato alla disabilità con il coinvolgimento anche delle scuole, la terza settimana del festival Camminando. Esperienze, sensazioni emozioni, parlerà del potenziale rappresentato dai piccoli cammini e di come questi possano divenire elemento di rilancio, anche sociale, per zone, come la Valbelluna, distanti dai grandi circuiti turistici.

Giovedì 16, alle 20:45 in sala della Società Operaia di Lentiai autorevoli giornalisti e progettisti di tracciati a piedi parleranno di Piccoli cammini, grandi esperienze.
Giovanni Carraro, ideatore del Cammino del Prosecco e della recente guida dei sentieri del Monte Grappa e Marco Giovenco direttore della prestigiosa rivista Itinerari e Luoghi, dialogheranno con Alberto Friso, redattore del Messaggero di Sant’Antonio e tra i promotori del progetto Antonio 800 che ha dato origine anche all’omonimo cammino.

Valorizzare i borghi antichi e dimenticati, le valli nascoste e le realtà produttive locali è possibile attraverso un cammino che in modo lento e sostenibile conduca i camminatori alla loro scoperta attraversandoli. È il caso del Cammino delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, di cui Carraro è progettista, che ha portato ormai 3000 persone in meno di un anno a vedere borghi dimenticati e nuclei del 1200 che fino a poco tempo fa nessuno conosceva. Una grande opportunità che va compresa e che ben si presta a un territorio come quello di Borgo Valbelluna ricco di sentieri che oggi sono per ben 270 km tabellati e che potrebbero essere alcuni collegati tra di loro realizzando un cammino.
Dalla teoria si passa alla pratica sabato 18 alle 14:00 a Praderadego con una camminata organizzata dall’associazione Borgo Valbelluna Safe Walking alla ricerca degli splendidi narcisi che caratterizzano parte della pedemontana, con aperitivo finale (informazioni https://chat.whatsapp.com/EsEStvmMlf093FvBwHxzja), mentre domenica 19 alle 9:00 Camminando sarà presente al Parco Lotto di Trichiana all’interno dell’Outdoor Festival, proponendo con Borgo Valbelluna Safe Walking una passeggiata intervallata da esercizi yoga proposti da Namaskar Centro Olistico.

Giovanni Carraro grande appassionato di montagna, ha iniziato fin da giovanissimo ad esplorare buona parte delle vette Dolomitiche e dell’area Prealpina. Ha deciso di far conoscere al pubblico le sue esperienze raccolte in tanti anni di escursioni, scrivendo il suo primo libro Riscoprire le Prealpi Trevigiane nel 2011 a cui sono seguiti I sentieri nascosti delle Prealpi Trevigiane nel 2013, “Visentin selvaggio” nel 2015, La stecca prealpina nel 2020 e Riscoprire il Monte Grappa nel 2024. Collabora con Telebelluno ed è giornalista esterno del Gazzettino.

Marco Giovenco, giornalista professionista e fotoreporter con oltre venticinque anni di carriera e viaggi alle spalle. Fin da bambino ha scoperto la passione per il turismo itinerante, l’outdoor e l’attività subacquea, settori che ha poi continuato a seguire per professione. Laureato in Scienze politiche e specializzazione in giornalismo ambientale, è direttore della storica rivista di turismo consapevole Itinerari e Luoghi e ha all’attivo collaborazioni con il magazine “Mete d’Italia e del Mondo” e sito collegato, testate dedicate al turismo itinerante e quotidiani, periodici e riviste di cultura, viaggi e natura tra cui “Orizzonte Italia”, “Sole 24 Ore”, “CAMP – Il campeggio italiano” e “Atmosphere” di AirItaly. Parola d’ordine: riconquistare la sfera dell’umano e tornare alla natura delle cose.

Alberto Friso, laureato in Lettere classiche all’Università di Padova, è giornalista professionista. Lavora dal 2007 al Messaggero di sant’Antonio, dal 2012 come caposervizio. È autore di numerosi libri: La vita è dono. Miguel e Zbigniew beati martiri (2015) e, Con fra Jarek Wysoczański, di Frati martiri. Una storia francescana nel racconto del terzo compagno (2013). Nel 2016 ha pubblicato il romanzo Il cielo sotto le pietre, costruito intorno alla figura di padre Michele Piccirillo e poi La strada del Nebo, storia avventuro sa di padre Michele Piccirillo archeologo francescano.

 

- Advertisment -

Popolari