13.9 C
Belluno
mercoledì, Maggio 29, 2024
HomeArte, Cultura, SpettacoliAppuntamenti"Non è andato tutto bene, le verità negate sul covid19", sabato a...

“Non è andato tutto bene, le verità negate sul covid19”, sabato a Belluno e domenica a Feltre il docu-film di Paolo Cassina

Dopo la notizia di questi giorni che AstraZeneca ritira dal mercato il vaccino anti Covid dopo l’ammissione sui casi di trombosi, arriva a Belluno e a Feltre il docu-film denuncia “Non è andato tutto bene- Le verità negate sul Covid19”, durata 175 minuti, del regista Paolo Cassina, già autore di “Invisibili”, sulle vittime del vaccino. Organizza l’Associazione ContiamoCi.

Sabato 11 maggio alle ore 20:00 in sala Teatro del Centro Giovanni 23mo in piazza Piloni a Belluno con la partecipazione del regista Paolo Cassina, Stefano Puzzer del Comitato La gente come noi, del dottor Filiberto Dal Molin e di don Floriano. Prenotazione obbligatoria ai numeri: 3396261156 e 3387358267 ingresso offerta consigliata 10 euro.

Domenica 12 maggio alle 18:30 a Feltre, Officinema in piazza Cambruzzi 4, con la presenza del regista Paolo Cassina, del dottor Filiberto Dal Molin e del dottor Sergio Bissoli. Prenotazione obbligatoria ai numeri 043989158 e 3467468273 ingresso offerta consigliata 10 euro.

Paolo Cassina, regista

Con Cassina hanno collaborato alla realizzazione del film le giornaliste Angela Camuso, Tiziana Alterio, Marianna Canè. Oltre alla produzione anche la distribuzione è a cura di Playmastermovie. Main sponsor del progetto è SpecialByo, marchio di integratori naturali per la salute delle persone dedicato a sostenere la ricerca e l’informazione indipendenti. “Non è andato tutto bene”, come ‘Invisibili e ‘La morte negata’, è un lavoro autofinanziato per essere offerto gratuitamente alla diffusione, quale bene per la comunità. Chi volesse organizzare una proiezione può rivolgersi a info@playmastermovie.com. La pellicola tratta in stile cinematografico i principali temi legati alla “pandemia” da SarsCov2: il lockdown, i protocolli medici errati e il boicottaggio delle terapie domiciliari, la vicenda del dott. Giuseppe De Donno e della cura al plasma, gli obblighi vaccinali e l’introduzione del Green Pass, il fenomeno delle manifestazioni di massa e i soprusi che ne sono derivati, i gravi fatti accaduti al porto di Trieste, le reazioni avverse ai sieri anticovid e i decessi sospetti per malore improvviso. Il racconto si snoda attraverso testimonianze inedite ed è arricchito da interviste a grandi protagonisti del mondo della medicina e del diritto come i medici Vanni Frajese, Alessandro Meluzzi, Mariano Bizzarri, Giuseppe Barbaro, il fisico e biochimico Robert Malone, inventore della tecnologia mRNA, la giurista Alessandra Chiavegatti, il giornalista Giorgio Bianchi e molti altri. In considerazione della complessità delle tematiche, che hanno portato e ancora portano tanta sofferenza alla popolazione, la volontà del regista è stata quella di compiere un approfondimento scrupoloso per restituire una totale comprensione dei fatti accaduti durante il periodo pandemico di cui si subiscono ancora le conseguenze.

- Advertisment -

Popolari