13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 26, 2024
HomePausa CaffèFormentera: un'isola tutta da vivere

Formentera: un’isola tutta da vivere

Platja de Ses Illetes

È senza dubbio la più chiacchierata ed amata delle isole Baleari, stiamo parlando di Formentera, un vero “must” delle vacanze estive. Poco lontana dalla sorella maggiore Ibiza, si differenzia non solo per le dimensioni (Formentera è molto più piccola) ma anche per lo stile di vita e l’energia che emana. Qui non troverete esclusivi club ed eccentrici personaggi, bensì solo persone in cerca di relax e romantici ristoranti vista mare.
Raggiungerla è semplicissimo come lo è prendere in affitto uno dei numerosi appartamenti a Es Pujols, centro turistico per eccellenza di Formentera. Una settimana di vacanza è il periodo minimo consigliato per godersi l’isola, i suoi tramonti e le sue innumerevoli bellezze. Tra spiagge da sogno e luoghi senza tempo siamo certi che ve ne innamorerete dal primo istante.

 

Mare e spiagge dell’isola

L’acqua del mare a Formentera non è come le altre, è qualcosa di magico in grado stregare chiunque vi si immerga. Limpida e dalle mille sfumature di blu, languisce placida ogni spiaggia dell’isola. Una delle più visitate è senza dubbio Platja de Ses Illetes, selvaggia e meravigliosa.
Inserita all’interno del parco naturale di Ses Salines vanta acque turchesi e una fine sabbia bianca. Nei dintorni non ci sono bar o chioschi ma solo tre ristoranti molto esclusivi.

Sul lato sud di Formentera si sviluppa invece la lunga spiaggia di Migjorn, puntellata da calette ed insenature dove praticare naturismo. Anche qui l’acqua del mare stupisce per i suoi colori e, a differenza della più esclusiva Ses Illetes, in questo tratto sorgono diversi ristoranti. Per un pranzo indimenticabile segnaliamo La Fragata, locale storico con una bellissima terrazza vista mare. È spesso molto affollato quindi prenotare con anticipo è obbligatorio. Se invece desiderate fare solo uno spuntino, potete andare al mitico Blue Bar, un grazioso beach bar sulla spiaggia.

Nel tratto finale di Migjorn sorge Calò des Mort, una piccola piscina naturale così bella che vi lascerà senza parole. Purtroppo, qui la spiaggia è veramente piccola, quindi, nel caso decidiate di visitarla, dovete essere mattinieri.

Se invece siete in vena di fare nuove conoscenze e non vi dispiace la vivacità tipica dell’estate, la spiaggia di Es Pujols è perfetta per voi. A ridosso del piccolo centro abitato omonimo, offre una parte libera ed una parte attrezzata con lettini ed ombrelloni. Ma ciò che la caratterizza sono i numerosi bar e ristoranti che si trovano proprio sul lungomare. Dopo aver pranzato vi basterà fare due passi per rituffarvi nello splendido mare di Formentera.

 

Faro La Mola

I fari da vedere

Oltre al mare e alle spiagge, Formentera merita indubbiamente una visita più approfondita e i suoi fari sono tra le attrazioni più suggestive. Ne esistono tre ma sono solo due quelli in grado di far emozionare.

Per esempio, quello che si trova sull’altopiano di La Mola, dove sorge anche un centro abitato molto caratteristico, è uno dei luoghi più fotografati di Formentera. Costruito nel 1861, è stato acceso manualmente fino al 2001.
Al giorno d’oggi ospita anche un interessante museo proprio là dove vi era la casa del “farero”. Attraverso la visita si possono conoscere varie vicende isolane e scoprire che non sempre è facile vivere in un luogo remoto come lo è Formentera. Dall’esterno il faro è imponente e la sua lanterna illumina un tratto di mare vasto che appare sconfinato.

Di solito la visita al faro viene abbinata a quella del mercatino hippy che si svolge ogni mercoledì e domenica, dal tardo pomeriggio fino a tarda serata. Ma se volete vivere un’esperienza molto più coinvolgente vi suggeriamo di andarci nelle notti di luna piena: apparirà così grande che vi sembrerà di toccarla.
Poco distante dal faro si trova il monolite dedicato allo scrittore Jules Verne: uno dei personaggi del suo racconto ” Le avventure di Ettore Servadac” proviene proprio da Formentera, dalla località dove si erge maestoso il faro.

In tutt’altra zona, precisamente a sud-ovest, si trova invece il faro di Cap de Barbaria. Raggiungibile solo a piedi dopo una camminata di circa 30 minuti, si trova anch’esso su una scogliera impervia. Non vi sono bar o locali nei dintorni ma solo una natura brulla e inospitale. Il panorama però trae la sua forza proprio da questa desolazione: il contrasto con lo sfondo del mare è davvero emozionante.
Ma poco distante dal faro c’è qualcosa che vi lascerà ancora di più senza parole: potrete scendere, grazie ad una piccola scaletta, nella Cova Foradada, una naturale apertura nella roccia, che vi regalerà un punto di vista unico sullo splendido mare dell’isola.

 

Gli imperdibili mercatini hippy

La tradizione hippy di Formentera si manifesta in tutta la sua bellezza soprattutto nei numerosi mercatini artigianali. Ancora oggi è infatti possibile acquistare piccole opere d’arte esclusivamente fatte a mano da artisti locali.

Il primo mercatino che vi segnaliamo è quello che si svolge sul lungomare di Es Pujols: ricco di bancarelle è bello visitarlo in attesa di andare a cena in uno dei tanti ristoranti limitrofi. Imperdibile è la bancarella gialla di Juan, l’ultimo vero hippy dell’isola.

Molto caratteristico e dedicato principalmente alla vendita di quadri, disegni e gioielli è quello di Sant Ferran, presente ogni giorno della settimana ad eccezione del mercoledì e della domenica. Qui potrete ammirare anche i vari artigiani intenti nella creazione delle loro opere. Dopo la vostra visita alle bancarelle di suggeriamo di fermarvi per cena: potrete optare per una buonissima pizza ai Quartieri Spagnoli oppure per una raffinata cena al ristorante Ritmo.

Nella zona portuale di La Savina troviamo invece tante ordinate bancarelle che sono aperte dalla mattina fino a sera inoltrata. Anche qui potrete trovare di tutto, dai gioielli a piccoli souvenir da portare con voi nella valigia.

Un mercatino esclusivamente diurno è invece quello di Sant Francesc. Troverete gli artigiani e le loro creazioni ogni giorno dalle ore 10 alle ore 14 circa. È molto frequentato poiché qui sorgono tantissimi bar dove fare ottime colazioni o brunch. In quest’ultimo caso segnaliamo lo storico Cafè Matinal, una vera istituzione sull’isola.

Infine, la fiera artigianale più pittoresca e movimentata è quella che si svolge a La Mola, ogni mercoledì e domenica durante l’alta stagione estiva. Ciò che la rende così speciale è senza dubbio la piazza adiacente dove spesso si esibiscono artisti locali; se siete fortunati potrete assistere a dei veri e propri concerti. Qui le bancarelle sono veramente numerose ed uscire senza aver acquistato qualcosa sarà un’impresa ardua. Dopo lo shopping rilassatevi e concedetevi una birra in uno dei tanti bar che costeggiano la strada.

Formentera è un’isola piena di sorprese e che gode di un’energia indescrivibile. Non avrete bisogno di guide o di itinerari perché sarà lei a trascinarvi da un punto all’altro dell’isola. Perdetevi nelle sue stradine sterrate, ammirate i suoi coloratissimi tramonti e abbandonatevi nelle sue acque cristalline. Una volta tornati a casa non vedrete l’ora di ritornarci!

- Advertisment -

Popolari