13.9 C
Belluno
martedì, Maggio 28, 2024
HomeSport, tempo liberoCoppa delle Alpi 2024, terza tappa: passaggio in Germania e fine tappa...

Coppa delle Alpi 2024, terza tappa: passaggio in Germania e fine tappa a St. Moritz

Nella serata di ieri, martedì 30 aprile, Elias Walser dell’Ufficio Turistico di Seefeld è intervenuto per parlare di Connessioni tra agricoltura di montagna e offerta turistica:  “Diversi anni fa – ha detto – abbiamo impostato una strategia a lungo termine, abbiamo cercato di sostenere gli agricoltori locali e di bilanciare il turismo, spalmandolo però lungo tutto l’anno per favorire tutti i tipi di lavoratori. Stiamo affrontando il cambiamento climatico e abbiamo pochi giorni di inverno, stiamo cerando di offrire esperienze di hiking anche in inverno e di sfruttare al massimo la bellezza dei nostri paesaggi”

Dopo la tappa a Seefeld, questa mattina, 1° maggio, la gara riparte verso nord, in direzione Germania. Al termine della giornata di ieri, le coppie Ginesi-Rohr e Decremer-Mertens si riconfermano in prima e seconda posizione, mentre a inseguire avanzano dalla quinta alla terza posizione Albert e Ute Schrader con la loro Porsche 911 Targa del 1976. Le prime prove saranno a Leutasch, ultima località austriaca prima del confine, e una volta giunti in terra tedesca, gli equipaggi attraverseranno Mittenwald per poi spostarsi verso Gramisch Partenkirchen. La cittadina, sede dei Campionati del Mondo di Sci Alpino del 2011, ospiterà un controllo timbro.

Nei pressi di Fliess, piccolo comune del tirolo austriaco ai piedi del monte Krahberg, si svolgerà una prova di media con 4 rilevamenti segreti, ultimo atto sportivo austriaco della competizione. Al confine con l’Italia, sul Passo di Resia, è previsto un controllo orario che precederà la prove cronometrate sulle sponde dell’omonimo lago, famoso per il campanile sommerso che spunta dalle sue acque. A seguire la prova di media dell’Ofenpass in Val Mustair, che nel 2011 è stata ufficialmente riconosciuta come parco naturale regionale d’importanza nazionale e che insieme al Parco nazionale svizzero forma la Riserva della biosfera dell’Engadina-Val Müstair, prima riserva alto-alpina iscritta all’Unesco.

Il pranzo di gara è previsto a Livigno, nel cuore della Valtellina, località all’avanguardia nello stoccaggio della neve, coperta e conservata per preservarne lo scioglimento e proteggerla in modo da renderla utilizzabile in altri periodi dell’anno. Oltre che promotrice di questa pratica, che prende il nome di Snow Farm, Livigno è stata anche una delle località scelte per testare gli strumenti Prosnow per le previsioni meteo stagionali, al fine di rendere sostenibile la produzione di neve artificiale. Al pranzo, contestualmente, si parlerà di Olimpyc’s Legacy, sostenibilità, accessibilità e inclusione insieme al Vicesindaco di Livigno Thommy Cantoni e Iacopo Mazzetti, che si occupa di Sport, Legacy, Social inclusion, Sustainabilty presso la Fondazione Milano Cortina 2026.

Nel pomeriggio, gli equipaggi raggiungeranno Valdidentro, dove si svolgerà la dodicesima Prova di Media della gara, poi saranno a Bormio per un Controllo Timbro. Percorsa una quarantina di chilometri, li attenderà un altro timbro a Tirano, per poi raggiungere la Svizzera valicando lo splendido Passo Bernina, sul quale metteranno alla prova la propria abilità in una Prova di Media in salita.

Il terzo giorno si concluderà a St. Moritz, prima località sciistica al mondo ad utilizzare solo acqua riciclata per l’innevamento artificiale. A cena, si parlerà di Infrastrutture sportive per lo sviluppo turistico con Franco Giovanoli di Skiclub Alpina, Sigi Asprion di Freesyle Championships 2025 in Engadina, Annatina Poltera, Responsabile delle infrastrutture Turistiche di St. Moritz, Tiziano Zeller della scuola di Sci di t. Moritz e Fabrizio D’Aloisio e Luigi Lenatti di St. Moritz Tourismus.

 

- Advertisment -

Popolari