13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 26, 2024
HomeCronaca/PoliticaRitiro estivo della Lazio, situazione grottesca. De Filippo (Insieme per Auronzo): la...

Ritiro estivo della Lazio, situazione grottesca. De Filippo (Insieme per Auronzo): la giunta spieghi ai cittadini le motivazioni della cessazione del rapporto

“Il gruppo di minoranza “Insieme per Auronzo” ha appreso esterrefatto dalla stampa la notizia della mancanza di volontà da parte del Sindaco e della Giunta di continuare ad ospitare in Val D’Ansiei il ritiro estivo della squadra della Lazio, la cui presenza ad Auronzo marcherebbe il record nazionale di 17 anni consecutivi nella stessa località per una squadra di calcio di serie A”.

Lo fa sapere con una nota Paola De Filippo, capogruppo di minoranza in Comune di Auronzo di Cadore.

“Dalle dichiarazioni del Sindaco e dagli articoli che ormai da gennaio si susseguono a cadenza quasi settimanale, con conferme e immediate smentite – prosegue la capogruppo di Insieme per Auronzo – , ci rincresce constatare come questa Amministrazione abbia poche idee ma ben confuse, tanto da ritrovarsi a fine aprile ancora nell’incertezza se il ritiro per l’anno in corso si farà o meno, e soprattutto se lo si vuole davvero fare.
La situazione appare a dir poco grottesca e ciò che riteniamo inammissibile è l’assenza di trasparenza nei confronti della cittadinanza auronzana e la mancanza di coraggio nell’assumersi la responsabilità delle proprie scelte politiche, senza addossarne la colpa a eventi esterni che sembrano quantomeno pretestuosi:

– L’Amministrazione ben sapeva che il contratto in essere tra Comune di Auronzo e Media Sport Event, società organizzatrice del ritiro, era in scadenza dall’estate 2023;
– Il problema di individuare un hotel che ospitasse la squadra in alternativa allo storico hotel Auronzo è stato utilizzato come falso pretesto dalla Giunta per annunciare pubblicamente che non essendoci un hotel alternativo disponibile ad ospitare l’intera squadra il ritiro non poteva proseguire; in realtà il curatore fallimentare Avv. Sandra Costantini già nel 2022 aveva annunciato la disponibilità a mantenere aperta l’attività alberghiera anche nelle stagioni 2024 e 2025, così come confermato dal Tribunale di Belluno già una decina di giorni fa;
– Il danno economico per le attività ricettivo-turistiche di Auronzo, visti i benefici tangibili sull’economia turistica della Val D’Ansiei e un incremento notevole delle presenze turistiche provenienti dalla regione Lazio, non sarà quantificabile; sono numerose le attività alberghiere che hanno bloccato le prenotazioni per il periodo del ritiro per riservare i posti letto per i tifosi laziali e che stanno attendendo da mesi una conferma;
– Attribuire il mancato rinnovo a motivazioni di carattere economico è un pretesto per giustificarsi con l’opinione pubblica, in quanto le casse comunali possono contare su un avanzo di diversi milioni di Euro e che, in altre circostanze, non si è fiatato a buttar via i soldi come quelli erogati alla Green Sport Event, senza nessun riscontro economico e senza vedere un ciclista in paese in occasione del Giro d’Italia;
– Tale condizione potrebbe condurre ad uno scontro con conseguenze irreversibili nel rapporto tra il Comune di Auronzo e la Lazio, senza contare i possibili danni economici e richiesta di risarcimento a cui l’ente pubblico potrebbe essere chiamato a rispondere.

Il gruppo di minoranza chiede che venga convocata un’assemblea pubblica, così come richiesto anche dal Dott. Lacchè, per spiegare ai cittadini quali sono le reali motivazioni per le quali la Giunta sta optando per la cessazione definitiva del rapporto con la Lazio, avendo essa il dovere di trasparenza nei confronti della cittadinanza; riteniamo inoltre discutibile e irrispettosa, nei confronti di una importante Società calcistica che ci ha onorato della Sua presenza per tanti anni, la risposta del Sindaco alla stampa: “Non voglio più parlare del ritiro della Lazio, è ora di finirla”.

 

 

- Advertisment -

Popolari