13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 26, 2024
HomePausa CaffèSettimana mondiale del glaucoma 10/16 marzo 2024. Distribuzione opuscoli in piazza dei...

Settimana mondiale del glaucoma 10/16 marzo 2024. Distribuzione opuscoli in piazza dei Martiri

Dal 10 al 16 marzo si celebra la “Settimana mondiale del glaucoma”, una patologia cronicodegenerativa che colpisce milioni di persone e nei confronti della quale la prevenzione e la diagnosi precoce sono strumenti fondamentali per evitare di scoprirla quando ha già prodotto danni alla visione.
Secondo “Vista in Salute – Report 2019/2022” nel mondo le persone affette da glaucoma sono circa 76 milioni, circa 1 milione nel nostro Paese, di cui però più o meno la metà non è consapevole di esserne affetta. Infatti, gran parte della popolazione non sa che cosa è il glaucoma e del grave rischio di perdita della vista che ne consegue. E anche chi ha sentito parlare di questa patologia e la conosce pensa che i sintomi siano riconoscibili e permettano di accorgersene in tempo.

Ma non è così.

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Belluno presieduta da Luciana Dalle Molle aderisce anche quest’anno alla campagna di prevenzione promossa dall’Agenzia Internazionale Prevenzione della Cecità IAPB Italia Onlus e organizza nella giornata di martedì 12 marzo 2024 una mattinata di informazione e sensibilizzazione rivolta alla cittadinanza per approfondire la tematica su questa subdola patologia. Grazie ai soci della sezione UICI di Belluno coadiuvati dai volontari dell’U.N.I.Vo.C. verranno distribuiti opuscoli informativi in Piazza dei Martiri a Belluno.
Gli opuscoli rispondono in modo efficace alle domande che garantiscono una conoscenza di base del glaucoma: “Cos’è?”; “È una malattia rara?”; “Quali sono i sintomi?”; “Si può curare?”; “Come posso sapere se ho il glaucoma?”. Così scopriamo che il glaucoma è una malattia degli occhi che danneggia il nervo ottico, spesso associato ad un aumento della pressione oculare ed è la principale causa di cecità irreversibile nel mondo. Dà sintomi solo in fase avanzata, quando i danni causati non sono più riparabili. La progressione della malattia, inoltre, è così lenta che il paziente non si accorge di nulla per molto tempo. Per poterla curare è necessario riconoscerla quando i sintomi non si sono ancora manifestati. Per sapere se si ha il glaucoma è sufficiente rivolgersi a un medico oculista che con una visita specialistica può diagnosticarlo in tempo.
Per approfondire le informazioni dell’opuscolo basta inquadrare il QR-code col proprio telefonino e accedere così al sito www.settimanaglaucoma.it: fonte di informazione completa sulla patologia e sulle iniziative gratuite a disposizione della popolazione in tutt’Italia.

- Advertisment -

Popolari