13.9 C
Belluno
sabato, Gennaio 28, 2023
Home Cronaca/Politica Verifiche al leggendario Grand Hotel Miramonti di Cortina d'Ampezzo

Verifiche al leggendario Grand Hotel Miramonti di Cortina d’Ampezzo

Cortina d’Ampezzo, 5 gennaio 2023 – Possono dormire sonni tranquilli gli ospiti dello storico e suggestivo Grand Hotel Miramonti Majestic di Cortina d’Ampezzo, che ieri sera hanno visto i vigili del fuoco impegnati in un sopralluogo alla struttura. A far intervenire i pompieri sarebbe stato un noto immobiliarista romano ospite della camera n.110, che avrebbe notato e documentato tracce di infiltrazioni pregresse dagli infissi. Di più. L’ospite avrebbe altresì ipotizzato problemi burocratici per i quali stamattina sono intervenuti funzionari del Comune di Cortina, oltre ad aver interessato, per il seguito di competenza, il Genio civile.

In ogni caso, dal comando provinciale dei vigili del fuoco di Belluno assicurano che non sussiste al momento alcun pericolo e che ulteriori e approfonditi accertamenti saranno eseguiti in seguito.

Il prestigioso hotel era balzato alle cronache nell’estate scorsa, quando un fondo d’investimento non meglio precisato avrebbe offerto alla famiglia Zanchetta, proprietaria dell’immobile, la somma di 50 milioni per acquisire l’hotel. Proposta poi rifiutata dai proprietari.

Cinquanta milioni, dunque, con all’orizzonte le Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026, non bastarono per acquistare un importante pezzo di storia di Cortina. Il Miramonti, infatti, dalla sua inaugurazione nel 1902, ha visto passare celebri personaggi internazionali del mondo dello spettacolo. Un nome per tutti, Brigitte Bardot che nel 1962 posa seduta sul cofano di una Lancia Flaminia coupé. Non solo. Prima e dopo di lei anche Ingrid Bergman, Clark Gable, Peter Seller, Sophia Loren, Gina Lollobrigida, Marcello Mastroianni, Alberto Sordi.

Ma nell’albo degli ospiti illustri troviamo anche personaggi della storia: l’imperatore Francesco Giuseppe, Umberto di Savoia, Ranieri di Monaco, Alfonso di Borbone, Krupp re dell’acciaio, lo Scià di Persia, re Faruq d’Egitto, re Leopoldo del Belgio, il generale Montgomery vincitore della battaglia di El Alamein.

Chi vuole acquisire il Miramonti, insomma, sa perfettamente che non sta comperando “solo” un albergo di lusso, ma un mito sorretto da una ultracentenaria leggenda, un pezzo di storia che ha visto come protagonista questo maestoso castello asburgico ampezzano.
(rdn)

Share
- Advertisment -

Popolari

Soccorso alpino e droni: attività e prospettive

Il passaggio al nuovo anno è il momento in cui si tirano le somme del passato e si pianifica il futuro. Il Soccorso alpino...

Moda: gli accessori più importanti per una donna

Per rendere meglio l'idea potremmo dire che gli accessori femminili stanno all'abbigliamento come l'illuminazione sta all'arredamento di una stanza. Se scelti bene, possono far...

Caso Miramonti. L’immobiliarista Corsini scrive a tutte le autorità elencando le criticità rilevate

C’è un nuovo intervento dell’immobiliarista romano Matteo Corsini che oggi ha inviato una comunicazione a tutte le autorità sul caso del Grand Hotel Miramonti...

Safilo Longarone. Segreterie regionali Filctem Cgil – Femca Cisl – Uiltec Uil: 472 lavoratori ritenuti non più strategici

Ieri, giovedì 26 gennaio presso la sede di Veneto Lavoro, si è tenuto alla presenza dell’Assessore Elena Donazzan l’incontro fra le OO.SS e l’Amministratore...
Share