13.9 C
Belluno
martedì, Febbraio 7, 2023
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti La vita italiana di Hemingway: lo scrittore in viaggio tra Cortina e Senigallia

La vita italiana di Hemingway: lo scrittore in viaggio tra Cortina e Senigallia

Amori contrastati, amicizie nate tra trincee e salotti letterari, bevute epiche, pagine tormentate e colme di vita: c’è tanta Italia nelle opere di Hemingway.

Tra i luoghi che lo ospitarono troviamo l’Hotel de la Poste di Cortina e il Palazzo Antonelli Augusti Castracane dalle 100 finestre – Dimora Storica di Senigallia, al centro di un progetto dedicato allo scrittore. Il direttore dell’hotel Gherardo Manaigo e il giornalista e Presidente del 7° Reggimento Lancieri di Milano/Senigallia Giovanni Martines Augusti, nipote del Conte Augusti – grande amico di Hemingway – hanno ideato una serie di iniziative: una mostra di memorabilia, un convegno e una settimana di incontri letterari. Nel frattempo, prende forma un progetto più ambizioso: unire, a livello italiano, le località, le destinazioni e le esperienze legate ad Hemingway.

Hotel de la Poste – Cortina d’Ampezzo

­Cortina d’Ampezzo, 7 dicembre 2022_ Lo spirito anticonformista e appassionato di Hemingway non ha mai lasciato l’Hotel de la Poste, dove alloggiò a più riprese negli anni ’50. Così l’albergo, dopo avere ospitato a luglio il Premio Giornalistico Papa Ernest Hemingway per aspiranti scrittori e giornalisti, torna a celebrare l’autore. Nasce una serie di appuntamenti che unisce, in un ideale gemellaggio letterario e sentimentale, l’Hotel de la Poste e il Palazzo Antonelli Augusti Castracane dalle 100 finestre – Dimora Storica di Senigallia. Ad accomunarli è proprio la figura di Hemingway, che si intreccia indissolubilmente alla loro storia.

In programma nel mese di dicembre, una mostra, un convegno e una settimana di incontri storici e letterari. Ma questo è solo l’inizio di un viaggio che per un anno intero attraverserà l’Italia alla ricerca di segni, ricordi e storie legate al più italiano degli scrittori americani, che si autodefiniva “un vecchio ragazzo del Veneto”.

Gli ideatori sono i discendenti di due famiglie che conobbero e ospitarono Hemingway: Gherardo Manaigo, direttore del Posta, dove lo scrittore soggiornò per quattro volte, e Giovanni Martines Augusti, Presidente del 7° Reggimento Lancieri di Milano/Senigallia e nipote del Conte Gino Augusti, generale di cavalleria ed eroe di guerra. L’amicizia tra il Conte e lo scrittore, nata al fronte, fu cementata dalla passione comune per la letteratura e l’arte, al punto che l’ufficiale fu una delle fonti di ispirazione per Addio alle armi. Successivamente Hemingway tornò molte volte in Italia, e divenne assiduo frequentatore di Cortina, alloggiando spesso all’Hotel de la Poste.

La mostra “Ernest Hemingway e il conte Augusti di Senigallia”

L’hotel ampezzano e la dimora storica di Senigallia renderanno omaggio al loro illustre ospite con un’esposizione che sarà inaugurata il 17 dicembre. La mostra, realizzata con il Patrocinio Compartecipativo della Presidenza del Consiglio Regionale della Regione Marche e realizzata in collaborazione con l’Associazione Nazionale Arma di Cavalleria – 7° Reggimento Lancieri di Milano, durerà un anno e avrà due sedi: da dicembre 2022 a maggio 2023 sarà all’Hotel de la Posta, e poi si sposterà, per i successivi sei mesi, presso il Palazzo Antonelli Augusti Castracane dalle 100 finestre – Dimora Storica.

Il pubblico potrà ammirare i memorabilia raccolti dalle famiglie Manaigo e Augusti: foto, oggetti e lettere che Hemingway lasciò dietro di sé, come Pollicino. Tracce di una vita avvincente come uno dei suoi romanzi.

“Sono sempre entusiasta di celebrare questa figura, in famiglia ci sentiamo un po’ archivisti e custodi della sua memoria: è stato qui quattro volte, dal 1948 al 1952, gli abbiamo dedicato la “sua” stanza, la 107″ racconta Gherardo Manaigo. Tra gli oggetti più emozionanti in esposizione c’è la macchina da scrivere con cui terminò il romanzo “Di là dal fiume e tra gli alberi”. Un altro pezzo forte della mostra proviene dalla collezione di Giovanni Martines Augusti, ed è il bastone da passeggio acquistato dal romanziere a Pamplona nel 1924, e donato al Conte suo amico con una dedica.

 

“Da Senigallia a Cortina, un Viaggio letterario”: convegno e incontri

Il rapporto di amicizia tra Hemingway e il Conte Augusti è al centro del convegno, organizzato il 17 dicembre, alle ore 17, all’Hotel de la Poste. Il Conte, conosciuto durante la celebre battaglia del Solstizio di Fossalta di Piave, lo introdusse nei salotti e cenacoli dell’epoca e lo presentò allo scrittore Gabriele D’Annunzio. Per Hemingway, come per molti altri autori della sua generazione, gli incontri fatti lungo il cammino furono fondamentali fonti di ispirazione: la vita imita l’arte, e l’arte imita la vita. Presentati da Gherardo Manaigo e Giovanni Martines Augusti, interverranno l’Avv. Conte Piergiovanni Cicconi Massi, storico della cavalleria e degli ordini cavallereschi, due storici dell’arte come Giancamillo Custoza De Caffani e Vittorio Maria De Bonis, la giornalista RAI Laura Barth e lo storico e filosofo Francesco Iannello.

Dal 25 al 31 dicembre si terrà inoltre una settimana di incontri letterari dedicati ai viaggi e alle esperienze dello scrittore premio Nobel nelle regioni delle Marche e del Veneto: due terre molto amate da Hemingway.

 

L’Italia di Hemingway: il progetto

Molti dei romanzi e dei racconti di Hemingway sono lettere d’amore all’Italia: tra le pagine troviamo tutto quello che sperimentò in anni di frequentazione del paese. Ovunque strinse relazioni e visse esperienze che lo segnarono e contribuirono a costruire il suo mito. Gherardo Manaigo e Giovanni Martines Augusti puntano a dare vita a un progetto che riunisca i territori protagonisti di questo Grand Tour in chiave letteraria. A febbraio lanceranno una call aperta alle località e alle realtà connesse allo scrittore, che girò l’Italia da nord a sud. Da questo primo nucleo di partecipanti nascerà una proposta turistica legata alle destinazioni che possono essere viste attraverso gli occhi e la penna di Hemingway.

Share
- Advertisment -

Popolari

Sabato a Borgo Piave la presentazione del libro di Gobbato, Borovnica e altri campi di Tito

La Lega Nazionale delegazione di Belluno, in accordo e collaborazione con il Circolo culturale La Terra dei Padri - Belluno, commemorerà la Giornata del...

Barbecue a gas: “La cucina all’aperto diventa un’esperienza indimenticabile con i nuovi barbecue a gas”

I barbecue a gas, sostituiscono in tutto e per tutto il tuo fornello di casa e vengono utilizzati per cucinare all’aperto. Hanno due modalità...

Terremoto in Turchia e Siria. Zaia: “Personale sanitario specializzato pronto a partire”

Venezia, 6 febbraio 2023  “Personale sanitario specializzato in maxi emergenze del SUEM della Regione Veneto, medici e infermieri, è pronto a partire verso le zone...

Dolomiti Bellunesi sotto i riflettori. A Casa Sanremo è cominciata l’avventura

Ospiti di giornata Loris Capirossi con l'auto disegnata da Giorgio Pirolo, Nicole Mazzocato, Olimpiadi e sport invernali Primo giorno di Dolomiti Bellunesi a Casa Sanremo....
Share