13.9 C
Belluno
martedì, Febbraio 7, 2023
Home Prima Pagina Hanno calato la maschera. L'Epifania della Verità * di Filiberto...

Hanno calato la maschera. L’Epifania della Verità * di Filiberto Dal Molin

Filiberto Dal Molin – medico chirurgo specializzato in Radiologia, direttore sanitario della Salus, Istituto radiologico e fisiokinesiterapico con sede a Belluno.

Al Politecnico di Torino è stato annullato il grande Convegno “Poli-covid-22 salute, scienza e società alla prova della pandemia” per un bilancio scientifico sui due anni di gestione della pandemia in tema di biologia, medicina, diritto, bioetica, sociologia e comunicazione. 

L’ ISS e CTS dichiarano di annullare la loro partecipazione poiché si dà spazio a punti di vista diversi sulla pandemia. Il Rettore del Politecnico annulla il Convegno.                                      

Conclusioni: IL CONFRONTO NON E’ ACCETTATO.

Se l’Istituto Superiore di Sanità e il Comitato Tecnico Scientifico rifiutano un confronto scientifico vuol dire che non sono istituzioni scientifiche. Quindi si pone il problema di sapere che cosa sono e che cosa ci hanno detto in questi tre anni di pandemia. Potremmo pensare che sono organizzazioni sanitarie private a scopo filantropico, oppure il braccio commerciale della industria del farmaco, oppure un partito sanitario che si impegna a diffondere nel mondo l’uso dei vaccini, oppure un partito politico infiltrato da collaboratori dell’industria del farmaco, oppure semplicemente una organizzazione a scopo di lucro.  Ricordiamo che nel 1976 Henry Gadsen della Merck dichiarò alla rivista “Fortune” che da allora l’industria farmaceutica avrebbe guadagnato non solo dai malati ma anche dai sani.

Questa decisione del Rettore di Torino, per omologarsi con la decisione dell’Istituto Superiore di Sanità e del Comitato Tecnico Scientifico (che non sono disponibili ad un confronto con alcune Autorità mondiali sul tema di una banale infezione virale che per due anni ha cambiato il mondo, ma soprattutto l’Italia) è perfettamente integrata nel nostro Paese con i provvedimenti adottati dal precedente governo. La disinvoltura con la quale dichiarano che non accettano il confronto scientifico dimostra la cinica e irriverente mancanza di ritegno nell’avvallare i delitti programmati e realizzati con la sicurezza di rimanere impuniti. E tutto questo va d’accordo con l’ordine ai medici di non visitare i malati, con le statistiche falsificate per la mancanza dei reperti autoptici dichiarati proibiti, con la punizione di coloro che non accettano le disposizioni governative. Prendendo lo spunto ed i riferimenti da 3 ottimi libri sull’argomento, senza occuparci dei vaccini, elenchiamo 5 fatti che consentono di affermare l’assoluta singolarità di questa gestione del CoViD-19, ad uso e vantaggio di tutti, ad esclusione dei cittadini, dei malati e della Verità.  Una gestione che usa tutt’ora metodi, mezzi, cinismo e crudeltà proprie di una guerra. I 5 fatti elencati sono stati affermati da ricerche scientifiche in tutto il mondo, da vari libri e sono stati riportati da pochissimi piccoli giornali, da nessun giornalone di ispirazione governativa e non sono mai stati oggetto di comunicazione o discussione ad opera delle società scientifiche italiane (a parte forse la SIM Società Italiana di Medicina) dagli Ordini dei Medici e dai media di Stato.

Non vengono citate le prove a sostegno dei 5 fatti (e di molti altri correlati con questi) perché largamente diffuse e facilmente riscontrabili. Consigliamo la lettura di 3 libri:

Francesco Zambon: “Il Pesce Piccolo, una storia di virus e segreti” Feltrinelli 2021

Massimo Citro Della Riva: “Apocalisse, li hanno lasciati morire” byoblu edizioni 2022

Franco Fracassi: “I Misteri di Wuhan” Fracassi editore 2021

  • IL VIRUS SARS-CoV-2 E’STATO COSTRUITO NEL LABORATORIO DI WUHAN
  • I TEST MOLECOLARI PCR PER CoViD-19 SONO SCIENTIFICAMENTE PRIVI DI SIGNIFICATO.         
  • LO STATO DI EMERGENZA NAZIONALE DICHIARATO COL DPCM IL 31.2.20 E’ILLEGITTIMO.
  • 41 MEDICI ITALIANI HANNO COMUNICATO CON UNA LETTERA DELL’APRILE 2020 AL MINISTRO SPERANZA CHE LA TERAPIA IMMEDIATA CON CORTISONE, CLOROCHINA E EPARINA PREVIENE LE COMPLICANZE DEL VIRUS E PUO’ ESSERE IMPIEGATA A DOMICILIO.
  • LA CURA PER CoViD-19 E’CONOSCIUTA DA CIRCA 20 ANNI ED E’ LA STESSA GIA’ USATA PER LA SARS E LA MERS.   

Volutamente non riportiamo nessuna delle voci relative ai vaccini, che costituiscono ormai una densissima e diffusissima letteratura scientifica in tutto il mondo, poiché i fatti elencati implicitamente escludono qualunque significato di questi farmaci sperimentali, da molti scienziati non considerati vaccini poiché non hanno i principi costitutivi propri dei vaccini. Semplicemente tali cosiddetti vaccini sono il prodotto finale di una operazione mondiale costruita a tavolino per renderli indispensabili alla salvezza contro una infezione virale pericolosa come una influenza. Per ottenere questo risultato hanno dovuto inibire o escludere l’uso di farmaci di largo consumo e sperimentati da anni mentre la vigile attesa e la tachipirina hanno creato più di un milione di vittime, necessarie come esempio.

I presidenti degli Ordini dei Medici hanno sempre volutamente ignorato tutte le comunicazioni scientifiche relative ai 5 fatti sopra indicati, e ai molti altri ad essi correlati. Anzi alcuni di loro, come a Torino, intendono perseguire i medici che sono stati sospesi dall’Ordine per non aver voluto vaccinarsi: non solo li hanno sospesi dal lavoro e dallo stipendio ma ora vorrebbero anche indicarli ad una pubblica condanna.

I presidenti degli Ordini dei Medici sono prima di tutto medici, non sono obbligati ad obbedire ai diversi e diversamente incompetenti ministri della Sanità; sono tenuti soltanto ad obbedire al loro codice deontologico e alla loro coscienza professionale. In questo caso hanno deciso di seguire le disposizioni del ministro Speranza e l’esempio di Filippo Anelli, presidente dell’Ordine di Roma. Prima o poi qualcuno riuscirà a condannare la loro condotta.

A conclusione di queste note riteniamo opportuno consigliare a tutti gli interessati di seguire le conclusioni del Convegno di Torino, che si tiene egualmente senza l’ ISS e il CTS.

Filiberto Dal Molin

Share
- Advertisment -

Popolari

Cultura e reunion dei Pooh, la giornata bellunese a Casa Sanremo

Red Canzian, Dodi Battaglia, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli. Di nuovo insieme per la prima serata di Festival, con un aneddoto tutto longaronese. Perché...

Il lupo della Sportful Dolomiti Race domani ulula a Casa Sanremo 

Domani la Sportful Dolomiti Race sbarca a "Casa Sanremo", l'area ospitalità della famosa manifestazione canora. Il ciclismo in provincia dii Belluno sarà l'argomento della trasmissione "Buongiorno Sanremo" di domani, mercoledì...

Successo per l’occhialeria veneta allo stand della Regione Veneto al Mido. Presenti 5 aziende bellunesi

A Mido la Regione del Veneto mette a disposizione di 5 aziende venete del settore dell'occhialeria uno spazio nel proprio stand regionale. La Regione del...

Interreg Italia-Austria. Conoscere la storia e i beni culturali nell’area Dolomiti live.

Il programma di febbraio nei musei cadorini è ricco e variegato: laboratori, dimostrazioni, concerti, escursioni consentiranno a bambini e adulti di imparare e approfondire...
Share