13.9 C
Belluno
venerdì, Dicembre 2, 2022
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti CortinAteatro apre il sipario con Debora Villa, l'irresistibile Patti di Camera cafè

CortinAteatro apre il sipario con Debora Villa, l’irresistibile Patti di Camera cafè

Debora Villa

La stagione, promossa e sostenuta dal Comune di Cortina D’Ampezzo e organizzata da Musincantus, punta sulla comicità per il primo dei 20 appuntamenti in programma quest’estate. L’attrice milanese, celebre anche per la presenza televisiva a Zelig e Colorado, venerdì 15 luglio alle 20.45 all’Alexander Girardi Hall di Cortina d’Ampezzo, Belluno, porterà in scena “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere”, spettacolo tratto dal best seller di John Grayè. L’appuntamento è organizzato in collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale.

CortinAteatro, la stagione estiva concertistica e teatrale ampezzana promossa e sostenuta dal Comune di Cortina d’Ampezzo e ideata e coordinata dall’associazione Musincantus, con la collaborazione del Teatro Stabile del Veneto, del Circuito Multidisciplinare Regionale Arteven, dell’Associazione Gelsomina, del Dolomiti Blues&Soul Festival e del Festival Organistico del Cadore, è pronta ad inaugurare un cartellone ricco e variegato: il primo appuntamento sarà venerdì 15 luglio alle 20.45 all’Alexander Girardi Hall di Cortina d’Ampezzo, Belluno, con lo spettacolo “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere”, tratto dal testo di John Grayè, con Debora Villa, noto volto della comicità televisiva nazionale (Zelig, Colorado), nota ai più per il suo personaggio, Patti di Camera Café. L’appuntamento è organizzato in collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale.
Si inizia dunque con il sorriso e una riflessione semiseria sulle diversità tra uomo e donna: tanto tempo fa, i Marziani e le Venusiane si incontrarono, si innamorarono e vissero felici insieme perché si rispettavano e accettavano le loro differenze. Poi arrivarono sulla terra e furono colti da amnesia, dimenticando di provenire da pianeti diversi. Il testo di John Grayè, un best seller mondiale che ha venduto cinquanta milioni di copie ed è stato tradotto in quaranta lingue, si basa su un pensiero tanto semplice quanto efficace: gli uomini e le donne vengono da due pianeti diversi. A portare in scena l’adattamento teatrale, una esilarante terapia di gruppo collettiva, del libro più celebre dello psicologo statunitense John Gray è per la prima volta in assoluto una donna. Cercando di restare imparziale, Debora Villa conduce il pubblico per mano alla scoperta dell’altro sesso, senza pregiudizi. Per la prima volta, quindi, è una “rappresentante di Venere” a ricordarci, con la sua comicità travolgente e irriverente, raffinata e spiazzante, quali sono le clamorose differenze che caratterizzano i Marziani e le Venusiane. Uomini e donne impareranno a conoscersi di nuovo “perché – come sostiene Gray – quando si imparano a riconoscere e apprezzare le differenze tra i due sessi, tutto diventa più facile, le incomprensioni svaniscono e i rapporti si rafforzano”.
Trailer dello spettacolo: https://www.youtube.com/watch?v=yehf5zzCpX0&feature=youtu.be

Debora Villa, milanese, si è formata alla scuola di teatro “Quelli di Grock” e subito dopo al laboratorio per attori tenuto da Raul Manso, integrando poi lo studio sul corpo con seminari di mimo-danza con Hal Yamanouchi e Marcel Marceau (selezionata per lo spettacolo finale) e di danza, con Maria Consagra, di Canto con Germana Giannini approfondendo poi gli studi con Daniela Panetta. Nel 1997 ha fondato con l’Associazione Culturale “Società per Artisti” la scuola di Teatro a Saronno. Da quel giorno continua ad insegnare attraverso stage e seminari rivolti a persone di ogni età ed esperienza artistica.
Tra televisione, radio, cinema e teatro, Debora è riuscita e riesce sempre ad alternare ruoli comici o di conduttrice brillante, a ruoli drammatici in fiction tv. Paolo Rossi, Diego Abatantuono, Massimo Boldi, Biagio Izzo, Aldo Giovanni e Giacomo, Ricky Tognazzi, Stefania Sandrelli, Elena Sofia Ricci, Claudio Amendola, Enrico Bertolino, sono solo alcuni dei grandi artisti con cui ha lavorato. Significative e importanti sono state le sue partecipazioni a Camera Cafè, le Iene, Così fan tutte, Zelig, Colorado, Pechino Express, Glob, Lilit, Benvenuti a Tavola, I Cesaroni, Alex & Co.
Gli appuntamenti successivi. Dopo la comicità, sarà la volta della musica avvolti nello spettacolo naturale delle Dolomiti: venerdì 23 luglio alle 20.00 con uno spettacolare “Tramonto in musica” a Cima Tofana, ad oltre 3 mila metri d’altezza, un’opportunità di ascoltare le sonorità del duo dissonAnce composto da Roberto Caberlotto e Gilberto Meneghin, due tra i più apprezzati fisarmonicisti nazionali.
Lunedì 26 luglio i più piccoli potranno assistere al primo degli appuntamenti a loro dedicati, la passeggiata musicale “Pierino e il lupo” nei boschi delle Tofane (partenza alle 9.30 da Rio Gere) con i solisti dell’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta.
Domenica 31 luglio, invece, CortinAteatro in collaborazione con il Dolomiti Blues&Soul Festival ospiterà alle 18.00 in piazza Dibona l’unica tappa nazionale del duo Raphael Wressnig e Igor Prado, che regalerà al pubblico le sonorità groove, mescolando il funk con elementi di jazz, blues, R&B, soul e gospel per un concerto ad alto voltaggio.

Biglietti e abbonamenti. Biglietti interi da euro 10/30,00 (a seconda dello spettacolo), ridotti under 25 euro 15,00. Abbonamenti scrivendo a info@musincantus.it per i due spettacoli “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere” e “L’elisir d’amore” (12 agosto) euro 44,00; Abbonamento per gli spettacoli “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere”, “L’elisir d’amore” (12 agosto) e “Alba in musica” del 27 agosto e del 4 settembre euro 76,00.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Clandestini con documenti contraffatti su voli di linea da Malta. Arrestato in Francia un trafficante

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Treviso, con la collaborazione del II Reparto del Comando Generale della Guardia di Finanza e del Servizio...

I Zattieri del Piave riconosciuti dall’Unesco patrimonio culturale immateriale dell’umanità

Belluno, 1 dicembre 2022 - Dopo 17 anni di impegno l'Unesco ha riconosciuto che gli Zattieri sono da oggi un patrimonio culturale immateriale dell'umanità. Lo...

Cortina Skiworld, aprono gli impianti con un dicembre pieno di appuntamenti

Tanti gli eventi per celebrare l'inizio dell'inverno in pista. Aspettando il Cortina Fashion Weekend, da domani si scia oltre che in Col Gallina sulla...

Caro bollette, chiude l’unico negozio a Santa Croce. L’opposizione scrive al sindaco di Alpago

Alpago, 1 dicembre 2022 . "Abbiamo sentito l’esigenza di stimolare l’Amministrazione ad una riflessione comune sul tema della crisi economica che sta colpendo cittadini,...
Share