13.9 C
Belluno
lunedì, Giugno 27, 2022
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Mese del Libro, Alpago 2022. L'incontro venerdì 17 giugno alle 15 in...

Mese del Libro, Alpago 2022. L’incontro venerdì 17 giugno alle 15 in sala “Placido Fabris” a Pieve d’Alpago

Studi e confronti sull’Arte delle Situle: Monte Krn (Slovenia)-Alpago (Veneto)-Caravaggio (Lombardia)

Situla ricostruita

Situla originale

Il 16 agosto 2022, saranno trascorsi vent’anni (2002-2022) dalla scoperta della situla bronzea istoriata datata VI-V sec. a.C., avvenuta a “Pian de la gnela” a Pieve d’Alpago.

Venerdì 17 giugno, alle 15, in sala “Placido Fabris” a Pieve, il Comune di Alpago e la rassegna culturale Mese del Libro, che ritorna con questa anteprima dopo un anno di stop dovuto alla pandemia, dedicano alla ricorrenza un incontro internazionale con i massimi esperti e studiosi di questa arte intitolato: “Studi e confronti sull’Arte delle Situle: Monte Krn (Slovenia)-Alpago (Veneto)-Caravaggio (Lombardia)”.

L’idea di riunire gli esperti a Pieve è del presidente degli Amici del Museo dell’Alpago, Eugenio Padovan: “Dal proposito di far incontrare esperti e scopritori fino all’organizzazione di questo confronto il passo è stato breve, soprattutto con il fondamentale apporto, per l’organizzazione scientifica, del ricercatore indipendente Luca Zaghetto, autore di studi e volumi sul tema delle situle come ‘La situla Benvenuti di Este. Il poema figurato degli antichi Veneti’, nel quale viene esaminata anche la situla di Pieve d’Alpago”.

Nel novero degli studiosi vi è poi Diego Voltolini, ora direttore del Museo Archeologico Nazionale di Ancona e Funzionario archeologo della Soprintendenza delle Marche, già noto in Alpago come curatore del volume “Le signore dell’Alpago”. Egli è pure curatore con Cristina Longhi della pubblicazione “La situla di Caravaggio. Un capolavoro inaspettato”. Significativo quindi il ruolo di un comune curatore tra questi capolavori che vanno sotto il nome di Arte delle Situle.

L’evento di Pieve ha quindi la funzione di far incontrare le varie culture di un ampio territorio che abbraccia il mare Adriatico dal Piceno alla costa istriana, includendo l’ Etruria Padana e il Veneto antico, ampliandosi a ovest fino al lago Maggiore, terra golasecchiana, e a nord-est in Slovenia e sulle Alpi trentine e austriache, fino a toccare il Danubio.
Questo incontro di studio offre l’opportunità, anche al pubblico, di scoprire quanti possano essere i contenuti racchiusi in reperti come le situle, considerate le strette similitudini dei personaggi raffigurati, e a quali significati e relazioni tra genti dell’Età del ferro potrebbero fare riferimento. Uno scambio di conoscenze e culture con studiosi di varia provenienza dalla Slovenia all’Alpago fino alla Lombardia. Un importante confronto che rientra, unitamente alla valorizzazione e le ricadute culturali e turistiche sul territorio, nei programmi e nelle finalità dell’amministrazione comunale di Alpago, la quale ha progettato una sala espositiva da collocare in un piano dello storico palazzo municipale di Pieve, cioè uno spazio museale da dedicare ai reperti della necropoli di “Pian de la gnela” (VII-V sec. a.C.) con in primo piano la situla scoperta da alcuni volontari del Circolo Amici del Museo dell’Alpago.

Già esposto con grande successo e apprezzamenti, per la prima volta nel 2013, nella mostra patavina “ Venetkens – Viaggio nella terra dei Veneti antichi”, il manufatto rappresenta un importantissimo reperto funerario caratterizzato da una istoriazione con figure evocative delle imprese e dei destini di una comunità distribuiti su tre fasce, con realistiche rappresentazioni erotiche e una scena di parto, davvero unica in quest’arte.

I relatori dell’incontro

Alessandro Vanzetti: Docente di archeologia all’università “La Sapienza” di Roma
Luca Zaghetto: Ricercatore indipendente
Bostjan Laharnar, Peter Turk: Museo nazionale della Slovenia
Miha Mlinar: Museo di Tolmino
Diego Voltolini: Direttore del Museo archeologico nazionale delle Marche
Louis Nebelsick: Docente di archeologia presso l’università Cardinal Stefan Wyszynski di Varsavia.
Elia Bettini: Ricercatore indipendente

 

Il programma

Mese del Libro Alpago 2022. Ecco il programma della manifestazione curata da Ezio Franceschini, giornalista, organizzata dal Comune di Alpago

ANTEPRIMA:
Venerdì 17 giugno – L’Arte delle Situle – Incontro internazionale di esperti a Pieve d’Alpago
Ore 15 in sala “Placido Fabris” a Pieve d’Alpago

Mese del Libro Alpago:

Venerdì 30 settembre – La passione della mia vita: lo chef stellato Graziano Prest si racconta
Ore 20.30 alla Casa della gioventù a Puos d’Alpago

Domenica 9 ottobre – “Così per sempre” e “Tutti dormono nella valle”: le scrittrici C. Valerio e G. Lamberti presentano il loro ultimo romanzo
Ore 20.30 in sala “Placido Fabris” a Pieve d’Alpago

Sabato 15 ottobre – Spettacolo teatrale “Come si fanno le cose”, con Marco De Martin Modolado (dal romanzo di Antonio G. Bortoluzzi)
Ore 20.45 al Teatro Comunale a Belluno, in collaborazione con Oltre le Vette

Venerdì 21 ottobre – Incontro con il giornalista Toni Capuozzo. Presentazione del libro “Balcania”
Ore 20.30 in palestra comunale a Farra d’Alpago

Sabato 29 ottobre – La storia di un paese: Da Re e i registri parrocchiali di Farra d’Alpago dal 1600 al 1918
Ore 20.30 in sala parrocchiale a Farra d’Alpago

MESE DEL LIBRO SCUOLE
Incontro con l’archeologia dell’Alpago – I reperti di Pian de la Gnela (mostra fotografica) spiegati agli studenti del Comprensivo. Con Eugenio Padovan, in collaborazione con le scuole dell’Alpago.
Ore 10 ex-istituto professionale a Puos (data da definire)

Info Mese del Libro Alpago: 3488298490

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Grazia Di Grace 20 anni dopo. Intervista alla cantante bellunese Grazia Donadel. A settembre il nuovo spettacolo “Radici, radici”

E’ molto difficile non riuscire a trovarsi a Belluno. Eppure ci siamo riusciti. L’appuntamento per l’intervista con Grazia Donadel, cantante, compositrice, laureata in Filosofia...

Due interventi in montagna per scariche di sassi

Belluno, 26 - 06 - 22  -  Attorno alle 13 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato in direzione della parete nord...

Il professor Trabucco nominato Referente del Dipartimento Affari costituzionali di Italexit

Domenica 26 giugno 2022, a Roma, nel corso del I° convegno nazionale di Italexit il segretario nazionale, senatore Gianluigi Paragone, ha nominato il professor...

Occhiali e surrealismo: attrazione. La mostra a Pieve di Cadore, per vedere il surreale e il reale

Domenica 3 luglio, alle ore 18.00, presso la Fondazione Museo dell’Occhiale onlus di Pieve di Cadore, si terrà l’inaugurazione dell’esposizione Occhiali e surrealismo: attrazione....
Share