13.9 C
Belluno
lunedì, Giugno 27, 2022
Home Cronaca/Politica Galleria Comelico. D'Incà: "Dal nuovo confronto con Anas, concreta apertura per la...

Galleria Comelico. D’Incà: “Dal nuovo confronto con Anas, concreta apertura per la strada Della Valle”

Federico D’Incà – Ministro

Roma, 14 giugno 2022 – Si è svolto oggi alla Direzione Generale di Anas (Gruppo FS Italiane) l’incontro tra i sindaci della Val Comelico e il Direttore Operation e Coordinamento Territoriale, Matteo Castiglioni, alla presenza del Ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà, in merito al piano dei lavori di manutenzione della galleria “Comelico”, lungo la strada statale 52 “Carnica”, tra Auronzo e Santo Stefano di Cadore (BL).

“Il nuovo incontro tra Anas e sindaci del Comelico segna un nuovo passaggio importante per il territorio perché, oltre ad illustrare la necessità degli interventi di messa in sicurezza nella galleria, è stata ampiamente considerata la possibilità di una progettazione per la strada ‘Della Valle’. Un impegno possibile grazie a un lavoro di mediazione e di ascolto che dovrà necessariamente coinvolgere il Mims per la stipula di una convenzione e per il reperimento delle risorse”.

Lo dichiara il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà, oggi presente all’incontro a Roma tra i vertici di Anas e i sindaci del Comelico intervenuti.

“Ritengo che sia indispensabile conciliare le esigenze del territorio che ha più volte espresso le difficoltà sociali ed economiche con la necessità di sicurezza dell’attuale galleria – prosegue D’Incà, che aggiunge -: Anas ha infatti spiegato le modalità di intervento, non più procrastinabili, e la volontà di limitare al massimo i disagi per i cittadini. Con i lavori in galleria e la possibilità della nuova strada ‘Della Valle’ il territorio potrà risolvere, con una visione a lungo termine, i problemi di viabilità in entrata e in uscita nei prossimi anni. Considerando anche l’impegno sulla Galleria di Coltrondo, l’investimento complessivo su queste opere supererebbe i 200 milioni di euro. Inoltre, un ulteriore segnale positivo, già espresso nelle precedenti occasioni di incontro, è rappresentato anche dalla volontà di mantenere un dialogo costante con gli amministratori locali, coinvolgendoli e illustrando al territorio gli interventi previsti”.

“Personalmente promuoverò nuovi tavoli per fare sì che il Comelico sia correttamente rappresentato nelle sedi istituzionali: il dialogo e il confronto rimangono indispensabili per trovare le migliori soluzioni nei confronti dei cittadini – conclude il Ministro per i Rapporti con il Parlamento”.

I sindaci nel corso dell’incontro hanno consegnato, come annunciato, lo studio di fattibilità per il ripristino della strada della Valle. Anas si è resa disponibile, mediante la sottoscrizione di una convenzione sotto l’egida del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, a sviluppare le successive fasi progettuali per il ripristino della viabilità che miglioreranno l’accessibilità al comprensorio, confermando anche la disponibilità a rivestire il ruolo di soggetto attuatore dei lavori, una volta individuate le fonti di finanziamento.

Per quanto riguarda gli interventi programmati in Galleria sono stati ulteriormente illustrati i temi legati alla sicurezza degli utenti. Pertanto è stata confermato l’avvio delle fasi preliminari del piano dei lavori che – durante i primi mesi – non comporteranno alcuna modifica alla circolazione stradale garantendo la regolare apertura al transito, sia in orario notturno che diurno, in entrambi i sensi di marcia.

Alla fine della corrente stagione estiva, con la conclusione della fase di approvvigionamento dei materiali e delle attività preliminari di cantierizzazione, saranno quindi avviate le lavorazioni su strada, che saranno debitamente comunicate con anticipo al pubblico.

Durante i lavori il passaggio dei mezzi di emergenza sarà sempre consentito 24 ore su 24, anche tramite il presidio senza soluzione di continuità di entrambi gli imbocchi della galleria, che garantirà anche il presidio del cantiere in caso di incidenti.

E’ stata inoltre riesaminata l’articolazione del dispositivo di viabilità previsto, che prevede la chiusura notturna continuativa di 10 ore e il transito a senso unico alternato – ogni 30 minuti – durante le 14 ore diurne. In una prima fase la galleria sarà aperta dalle ore 06 alle ore 20, con l’obiettivo di creare il minor impatto possibile ai flussi di traffico e non modificando l’orario del Trasporto Pubblico Locale soprattutto per il pendolarismo scolastico e lavorativo. Le tempistiche di semaforizzazione, in una successiva fase, potranno essere riviste in ragione del concreto andamento del traffico e della stagionalità.

Anas, accogliendo le istanze del territorio, ha inoltre confermato che durante i lavori, in occasione dei periodi di maggior afflusso turistico, adotterà misure temporanee per ripristinare il doppio senso di circolazione.

 

 

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Grazia Di Grace 20 anni dopo. Intervista alla cantante bellunese Grazia Donadel. A settembre il nuovo spettacolo “Radici, radici”

E’ molto difficile non riuscire a trovarsi a Belluno. Eppure ci siamo riusciti. L’appuntamento per l’intervista con Grazia Donadel, cantante, compositrice, laureata in Filosofia...

Due interventi in montagna per scariche di sassi

Belluno, 26 - 06 - 22  -  Attorno alle 13 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato in direzione della parete nord...

Il professor Trabucco nominato Referente del Dipartimento Affari costituzionali di Italexit

Domenica 26 giugno 2022, a Roma, nel corso del I° convegno nazionale di Italexit il segretario nazionale, senatore Gianluigi Paragone, ha nominato il professor...

Occhiali e surrealismo: attrazione. La mostra a Pieve di Cadore, per vedere il surreale e il reale

Domenica 3 luglio, alle ore 18.00, presso la Fondazione Museo dell’Occhiale onlus di Pieve di Cadore, si terrà l’inaugurazione dell’esposizione Occhiali e surrealismo: attrazione....
Share