13.9 C
Belluno
mercoledì, Luglio 6, 2022
Home Società, Associazioni, Istituzioni Protocollo per la mediazione familiare: firmata la revisione

Protocollo per la mediazione familiare: firmata la revisione

Oggi, a dieci anni dalla sottoscrizione nel 2011, è stata firmata la revisione del “Protocollo di Intesa per la promozione e gestione degli interventi di Mediazione Familiare nella provincia di Belluno” dagli attuali componenti del Tavolo Interistituzionale: il Tribunale Ordinario di Belluno, l’Ordine degli Avvocati di Belluno, i Mediatori familiari della ULSS 1 Dolomiti e del Consultorio Familiare Socio-Educativo UCIPEM di Belluno, l’AIAF Sezione di Belluno e l’ONDiF Sezione di Belluno.
I componenti del tavolo, infatti, hanno individuato l’opportunità di una revisione del Protocollo a fronte dell’esperienza maturata nel decennio e all’esigenza di individuare delle forme di integrazione tra la Mediazione Familiare ed altri strumenti di gestione della conflittualità familiare peculiari delle diverse professionalità.

Nel corso dell’anno 2021 il Tavolo ha pertanto elaborato, fra l’altro, la revisione del Protocollo, un documento che ha come fine quello di:
– promuovere e diffondere la cultura della mediazione familiare quale strumento di promozione del benessere e prevenzione del disagio dei minori conseguente alla separazione dei genitori;
– condividere e integrare le competenze tra tutti i soggetti che a vario titolo operano nell’ambito della Mediazione Famialire (giudici, mediatori familiari, avvocati) al fine di meglio comprendere le rispettive competenze, migliorare la comprensione dei diversi linguaggi specialistici, condividere le problematiche afferenti all’Istituto della Mediazione Familiare,
– individuare soluzioni idonee a rendere tale Istituto sempre più efficace e rispondente ai bisogni di protezione dei minori nella riorganizzazione delle relazioni familiari conseguenti alla separazione, al divorzio o, comunque, all’interruzione di una relazione, anche di fatto.
Nel Protocollo vengono individuati i principi comuni cui mediatori, avvocati e magistrati debbono attenersi; vengono ribadite le caratteristiche della mediazione familiare sotto il duplice profilo della volontarietà e della riservatezza, nonché l’opportunità della così detta “tregua legale”.
Sempre nel Protocollo sono stabilite le modalità dell’invio alla Mediazione Familiare da parte dei giudici e degli avvocati, ed è stata altresì indicata la necessità di un costante aggiornamento per tutte le figure professionali che si occupano della gestione delle controversie familiari ed il conseguente impegno dei sottoscrittori a promuovere iniziative formative condivise. Nell’ambito del protocollo è prevista, infine, la tenuta di un elenco dei mediatori cui potranno attingere gli operatori del diritto per indirizzare le coppie genitoriali.
Nella Mediazione Familiare i genitori sono aiutati dalla figura professionale del Mediatore ad elaborare in prima persona un programma di separazione soddisfacente al fine di esercitare la comune responsabilità genitoriale nel rispetto del superiore interesse dei minori ad essere mantenuti, educati, istruiti ed assistiti moralmente da entrambe le figure genitoriali.

Share
- Advertisment -

Popolari

Fipe e Federalberghi Belluno: assurdo lo stallo sui contratti di lavoro per gli extracomunitari

Era metà maggio, quindi con la prospettiva dell'avvio della stagione estiva, che Confcommercio Belluno lanciava l'allarme legato al reperimento di risorse umane per la...

Crollo Marmolada: 5 dispersi tutti di nazionalità italiana. Tutti i 5 punti di accesso alla montagna sono stato chiusi per motivi di sicurezza

Crollo Marmolada, aggiornamento del 5 luglio 2022 - Otto delle 13 persone che si temevano disperse sono state rintracciate dalla compagnia dei carabinieri di...

Coppa d’Oro delle Dolomiti 2022: ai nastri di partenza un’edizione indimenticabile

Oltre 70 equipaggi sono pronti ad affrontare 440 chilometri di prove (94 cronometrate e sette di media) immerse tra i paesaggi mozzafiato delle Dolomiti Riflettori...

VinoVip Cortina 2022. Annunciati programma e protagonisti del summit del vino italiano di pregio

Brindisi ad alta quota il 10 e 11 luglio per professionisti e winelover che potranno degustare oltre 170 vini e distillati Luglio 2022 - Cortina...
Share