13.9 C
Belluno
sabato, Dicembre 10, 2022
Home Sport, tempo libero Magia di Episcopo: la SSD Dolomiti Bellunesi frena la vice capolista

Magia di Episcopo: la SSD Dolomiti Bellunesi frena la vice capolista

ssd dolomiti bellunesi DOLOMITI BELLUNESI-UNION CLODIENSE CHIOGGIA 1-1

GOL: pt 20′ Mboup, 32′ Episcopo.

DOLOMITI BELLUNESI: Lombardi, Toniolo, Mosca, De Leo (st 7′ De Carli), Sommacal, Petdji, Posocco, Onescu, Raimondi (st 29′ Corbanese), Episcopo (st 29′ Tibolla), Cossalter (a disposizione: Masut, Faraon, Gjoshi, Piazza, De Paoli). Allenatore: R. Lauria.

UNION CLODIENSE CHIOGGIA: Passador, De Angelis (st 21′ Monticelli), Boscolo Bisto, Kaptina, Mboup, Cuomo, Marcolin (st 8′ Buongiorno), Serena (st 13′ Finazzi), Ouro, Fasolo (st 36′ Ndreca), Di Maria (st 8′ Calabrese) (a disposizione: Bragata, Casarotto, Calcagnotto, Duse). Allenatore: A. Andreucci.

ARBITRO: Gianluca Renzi di Pesaro (assistenti: Gianluca Scardovi di Imola e Claudiu Fecheta di Faenza).

NOTE. Spettatori: 450 circa (236 paganti). Ammoniti: De Angelis, Posocco, Episcopo, Raimondi, Calabrese, Onescu. Espulso: Sommacal (st 43′) per aver fermato una chiara occasione da rete. Angoli: 6-6. Recupero: pt 1′; st 4′.

“Come annullare 17 punti di distacco in classifica, nell’arco di 90 minuti”: sull’argomento, la SSD Dolomiti Bellunesi potrebbe scrivere un trattato. Perché un simile divario, sul rettangolo verde del polisportivo, davvero non si è visto. Anzi, alla fine sono proprio i dolomitici ad avere più motivi di rammarico per non aver strappato il bottino pieno all’Union Clodiense Chioggia: vice capolista e miglior difesa del campionato. Una difesa messa a dura prova dal gruppo di Renato Lauria, che oltre al gol (una magia di Episcopo) va a sbattere due volte contro i legni, sfiora a più riprese il bersaglio ed esalta i riflessi del numero uno granata, Passador. Insomma, l’1-1 con cui va in archivio l’anticipo all’ombra del Serva sta quasi stretto ai “blancos”, in una delle loro migliori versioni stagionali.

SCELTE – Lauria deve rinunciare a Teso e Trevisan (infortunati) e schiera Sommacal al fianco di Petdji, mentre il centrocampo è a rombo, con De Leo vertice basso ed Episcopo ad agire qualche zolla più indietro rispetto al solito, da interno insieme a Onescu. Posocco, invece, staziona alle spalle dei vivacissimi Raimondi e Cossalter. E capitan Corbanese si rivede in panchina.

DAL CILINDRO – Il primo tempo è di chiaro stampo dolomitico: Episcopo fa subito le prove generali per il gol e, su invito di Cossalter, calcia a botta sicura, ma il tiro è deviato in maniera provvidenziale da un difensore e tocca la parte alta della traversa. Al quarto d’ora, invece, Cossalter va via in contropiede e impegna severamente Passador, che si ripeterà pure alla mezz’ora sulla sventola di sinistro di Raimondi. Ma la Clodiense fa paura sulle azioni da corner: in questo senso, prima è Fasolo a impegnare Lombardi poi è Mboup – come all’andata – a prendere l’ascensore e a incornare in rete il pallone del vantaggio ospite. Vantaggio che però dura solo una decina di minuti perché Episcopo estrae dal cilindro un sinistro d’autore: palla sotto l’incrocio e il pareggio è più che meritato.

PALO CLAMOROSO – Accontentarsi? È un verbo che non rientra nel vocabolario dolomitico. Tanto è vero che, al rientro dall’intervallo, sono ancora i padroni di casa a sfiorare la rete con Alex Cossalter: palo clamoroso al 6′ e tiro fuori di poco al 20′. In chiusura, invece, c’è spazio pure per Corbanese. E per un colpo di testa su cui Passador interviene in maniera provvidenziale e d’istinto. Peccato per il rosso diretto sventolato a Sommacal nel finale. Ma la sostanza non cambia. Per 95′, la SSD Dolomiti Bellunesi ha guardato negli occhi la vice capolista. Il sesto posto è confermato. E la zona playoff resta a -2.

 

RAGAZZI ECCEZIONALI – «Ho visto una squadra compatta – analizza mister Renato Lauria – i ragazzi sono stati eccezionali. Hanno messo in pratica quanto avevamo preparato: contro la formazione meno battuta di tutto il campionato, abbiamo rischiato di segnare in più di una circostanza. Cossalter? Dovevamo creargli spazio per esaltare le sue doti. E ci siamo riusciti». La bella prova è un’iniezione di fiducia: «In queste due settimane ci siamo allenati in nove e, di conseguenza, è stata un po’ una sorpresa dal punto di vista generale. Ma quando giochi per il compagni, e con questa voglia, raschi il barile delle energie».

Share
- Advertisment -

Popolari

Legge di bilancio: presentate ai parlamentari eletti nei collegi di Belluno e Treviso le richieste della Cisl

Piena rivalutazione delle pensioni e nessun vincolo su Opzione Donna, riduzione ulteriore del cuneo fiscale, taglio del 3% per i redditi fino a 35...

Oggi l’Hockey Feltre sfida l’Hc Real Torino alle 18:30 al PalaFeltre

La prima squadra dell’Hockey Feltre continua con la seconda fase del campionato dopo la vittoria in casa dello scorso sabato contro l’HC Milano Old...

Il volontariato bellunese sfida il futuro. Venerdì 16 dicembre il convegno al Teatro comunale

Assessore Dal Pont: “Vogliamo diventi un appuntamento fisso per il terzo settore” Alle associazioni di volontariato della provincia, alle istituzioni e a tutta la comunità:...

Ponte nelle Alpi. Il Comune eroga 12mila euro di contributi alle associazioni di volontariato

Il Comune di Ponte nelle Alpi eroga 12mila euro di contributi alle associazioni di volontariato che operano in favore della comunità. In seguito alla crisi...
Share